Antica Geografia di Rivoltella e San Martino — XVIII

Punto focale d’orientamento S. Biagio

Val del Sole (o del Soglio su antiche carte) – Piccolo altopiano degradante posto a sud della torre di S. Martino, fino all’antica chiesa di S. Donnino, ora completamente trasformato da estesi impianti di vigneti e cantine. La foto della torre di S. Martino, che spunta da un campo di papaveri rossi, non è attualmente più fattibile proprio per i vigneti che hanno soppiantato i campi coltivati a grano o foraggio. (vedi foto)

Varone – Cascina Varù, oltre la ferrovia, svoltando a sinistra del sottopasso ferroviario della Pigna.

Villa Venga – Proprietà degli Arrighi poi delle sorelle Bertani — oltre che villa padronale anche grande cascina con annessa una chiesetta dedicata a S. Maria Assunta, aperta al culto nel 1746 e funzionante fino al 1970 circa, quando i Bertani cedettero la proprietà. Vi lavorarono i Venturi. Lungo il vicino Rio Venga ancora durante la guerra si pescavano le bose e i gamberetti di fiume. Durante la guerra fu costruito un rifugio, dove si riparavano i contadini della zona. La casa aveva un’ampia aia dove si faceva seccare il frumento.

Venga Vicenzoni – Cascina a monte del Rio Venga in direzione S. Lorenzo.

Canova Tracagni – Cascina di S. Martino presso S. Donnino.

Villa Tracagni – Rinominata dai francesi dopo il 1859 sulle loro carte Contracania per storpiatura del nome villa dei “conti Tracagni” (cont Tracagn in bresciano). È posta sul colle dove poi verrà edificata la Torre di S. Martino. Fu raffigurata in diversi quadri elegiaci della battaglia del 24 giugno, posta com’era sull’altura difesa dagli Austriaci per tutta la giornata dai sette reiterati e sanguinosi assalti dei Piemontesi. Solo dopo la fine del temporale, oltre le 17, quando le truppe del Feldmaresciallo Ludvic August von Benedek iniziarono la ritirata per ordine di Francesco Giuseppe, fu conquistata con l’ultimo attacco dai Piemontesi. Già dei conti Tracagni, poi di Bonmartini che sposò una erede Tracagni, dopo la seconda guerra mondiale, per fallimento finanziario di Bonmartini fu venduta, assieme a quasi tutte le cascine ed ai terreni attorno, a Luigi Aquilini, originario di Travagliato ed espatriato in Canada alla fine della guerra dove fece una grande fortuna. (vedi foto- Contracania in un mare di vigneti con il Garda e il monte innevato)

Villino Tracagni – piccolo edificio già presso la stazione di S. Martino della Battaglia ora soppressa.

Zanetta – Cascina tra Maiolo di sopra e Maiolo di sotto.

Alla fine di questa camminata tra Rivoltella e S. Martino ringraziamo tutti coloro che hanno fornito notizie preziose ed i lettori che vi hanno prestato una qualche attenzione.


Prima pubblicazione il: 16 November 2020 @ 19:09

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/antica-geografia-di-rivoltella-e-san-martino-xviii/

Lascia un commento