Valery Gergiev

Gergiev Filippo mi ha parlato di questo grande direttore d’orchestra russo, Valery Gergiev

direttore artistico del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo che lui ha incontrato qualche tempo fa per lavoro.

Me ne ha perlato per segnalarmi la sua capacità magnetica di far muovere l’orchestra, di farla suonare come uno strumento reale e di riuscire a trovare nelle persone la motivazione a cercare e raggiungere l’eccellenza. Ho trovato un video di CNN che ne traccia un profilo e in cui i suoi orchestrali ne parlano con ammirazione e lui dice che “si dirige con gli occhi”. E racconta anche del suo impegno per la pace con il concerto che ha tenuto in Ossezia dopo i bombardamenti della Georgia.

La cosa mi ha incuriosito e molto e ho trovato un paio di video su YouTube (che grande banca della conoscenza!) che mi sembrano interessanti, nel primo spiega il suo punto di vista su Mahler e poi c’è l’esecuzione della 6 sinfonia con la London Symphony e nell’altro dirige i Quadri a un’Esposizione con l’orchestra della NHK giapponese con una grinta che fa impallidire Emerson Lake and Palmer. Lui russo, anzi osseto parla con inglesi e giapponesi nella stessa loro lingua, quella della . C’è da pensare.

Qui Mahler e la LSO

Qui I Quadri a un’ Esposizione



E qui ancora con l’orchestra della Scala. Io questi suoni non li avevo mai sentiti nelle edizioni che ho su CD dei Quadri

Link all'articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2010/01/valery-gergiev.html

Lascia un commento