RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI AMMONIACA

AGRICOLTURA E AMBIENTE, Il 5 LUGLIO GIORNATA DIMOSTRATIVA PER LA RIDUZIONE DELLE DI AMMONIACA

 Dimostrazioni pratiche, incontri ed un convegno tra le province di Cremona e Mantova organizzati nell'ambito del progetto europeo Life-Arimeda

Una giornata dimostrativa sulle tecniche per la riduzione delle emissioni di ammoniaca nell'agricoltura mediterranea: questo l'obbiettivo primario del progetto europeo Life Arimeda (LIFE 16 ENV/ES/00400 – www.lifearimeda.eu), che punta ad una più efficiente valorizzazione dei nutrienti presenti negli effluenti di allevamento attraverso metodi innovativi come la fertirrigazione, che consente il reimpiego dei reflui zootecnici.

L'iniziativa è condivisa da due importanti aree comunitarie a vocazione zootecnica, la Lombardia per l'Italia e la regione di Aragona in Spagna: fra i partner l'Università degli Studi di Milano, l'ARAL – Allevatori della Lombardia, Acquafert e Agriter, che il prossimo 5 luglio accoglieranno una delegazione spagnola, per una giornata di dimostrazioni pratiche e riflessioni tecniche, a cavallo tra le province di Cremona e Mantova.

Particolarmente intenso il programma: primo appuntamento alle 9 a Pieve d'Olmi (Cr), nei campi dell'azienda Horti Padani per una dimostrazione del sistema di filtrazione e dosaggio per la fertirrigazione con digestato e distribuzione mediante pivot, con visita agli appezzamenti sui quali viene effettuata alla sperimentazione.

Alle 11 ci si sposta a Rivarolo Mantovano, presso la Società Agricola Agriferr, dove verrà presentato il sistema di microfiltrazione del digestato e di distribuzione a goccia.

La giornata proseguirà nel pomeriggio alle 14 nella Sala Civica del Comune di Rivarolo Mantovano n via Marconi, 63 con il workshop “La fertirrigazone con effluenti di allevamento: aspetti tecnici ed operativi”. Le linee guida del progetto Life-Arimeda saranno presentate da Dolores Quilez del CITA, il Centro di ricerca e tecnologia alimentare della Regione di Aragona, organismo capofila che nel mese scorso ha ospitato la delegazione dei partner italiani. Giorgio Provolo e Viviana Guido (DISAA-UNIMI) parleranno delle azioni previste e dei risultati attesi dalle prove in campo, prima di un confronto a 360 gradi tra i partner italiani e spagnoli sulle prospettive tecniche e gestionali della fertirrigazione.

“L'ammoniaca partecipa, come componente secondario, alla formazione di una parte delle polveri sottili (PM10) presenti nella nostra atmosfera – spiega il presidente Aral Fortunato Trezzi -. L'agricoltura genera la maggior parte delle emissioni di ammoniaca a livello del bacino padano, principalmente per la gestione dei liquami zootecnici e l'impiego di fertilizzanti azotati inorganici. Un problema del quale ora il sistema zootecnico vuol farsi carico di affrontare attraverso le più avanzate soluzioni della ricerca scientifica per offrire un proprio contributo alla salvaguardia dell'ambiente”. Per informazioni ed iscrizioni: www.aral.lom.it.

 

 

 

 

 

 

 

TAGLIARE

 

fertirrigazione con digestato e distribuzione mediante pivot, con visita agli appezzamenti sui quali viene effettuata alla sperimentazione.

Alle 11 ci si sposta a Rivarolo Mantovano, presso la Società Agricola Agriferr, dove verrà presentato il sistema di microfiltrazione del digestato e di distribuzione a goccia.

La giornata proseguirà nel pomeriggio alle 14 nella Sala Civica del Comune di Rivarolo Mantovano n via Marconi, 63 con il workshop “La fertirrigazone con effluenti di allevamento: aspetti tecnici ed operativi”. Le linee guida del progetto Life-Arimeda saranno presentate da Dolores Quilez del CITA, il Centro di ricerca e tecnologia alimentare della Regione di Aragona, organismo capofila che nel mese scorso ha ospitato la delegazione dei partner italiani. Giorgio Provolo e Viviana Guido (DISAA-UNIMI) parleranno delle azioni previste e dei risultati attesi dalle prove in campo, prima di un confronto a 360 gradi tra i partner italiani e spagnoli sulle prospettive tecniche e gestionali della fertirrigazione.

“L'ammoniaca partecipa, come componente secondario, alla formazione di una parte delle polveri sottili (PM10) presenti nella nostra atmosfera – spiega il presidente Aral Fortunato Trezzi -. L'agricoltura genera la maggior parte delle emissioni di ammoniaca a livello del bacino padano, principalmente per la gestione dei liquami zootecnici e l'impiego di fertilizzanti azotati inorganici. Un problema del quale ora il sistema zootecnico vuol farsi carico di affrontare attraverso le più avanzate soluzioni della ricerca scientifica per offrire un proprio contributo alla salvaguardia dell'ambiente”. Per informazioni ed iscrizioni: www.aral.lom.it.

DELLE EMISSIONI DI AMMONIACA

Dimostrazioni pratiche, incontri ed un convegno tra le province di Cremona e Mantova organizzati nell'ambito del progetto europeo Life-Arimeda

Una giornata dimostrativa sulle tecniche per la riduzione delle emissioni di ammoniaca nell'agricoltura mediterranea: questo l'obbiettivo primario del progetto europeo Life Arimeda (LIFE 16 ENV/ES/00400 – www.lifearimeda.eu), che punta ad una più efficiente valorizzazione dei nutrienti presenti negli effluenti di allevamento attraverso metodi innovativi come la fertirrigazione, che consente il reimpiego dei reflui zootecnici.

L'iniziativa è condivisa da due importanti aree comunitarie a vocazione zootecnica, la Lombardia per l'Italia e la regione di Aragona in Spagna: fra i partner l'Università degli Studi di Milano, l'ARAL – Associazione Allevatori della Lombardia, Acquafert e Agriter, che il prossimo 5 luglio accoglieranno una delegazione spagnola, per una giornata di dimostrazioni pratiche e riflessioni tecniche, a cavallo tra le province di Cremona e Mantova.

Particolarmente intenso il programma: primo appuntamento alle 9 a Pieve d'Olmi (Cr), nei campi dell'azienda Horti Padani per una dimostrazione del sistema di filtrazione e dosaggio per la fertirrigazione con digestato e distribuzione mediante pivot, con visita agli appezzamenti sui quali viene effettuata alla sperimentazione.

Alle 11 ci si sposta a Rivarolo Mantovano, presso la Società Agricola Agriferr, dove verrà presentato il sistema di microfiltrazione del digestato e di distribuzione a goccia.

La giornata proseguirà nel pomeriggio alle 14 nella Sala Civica del Comune di Rivarolo Mantovano n via Marconi, 63 con il workshop “La fertirrigazone con effluenti di allevamento: aspetti tecnici ed operativi”. Le linee guida del progetto Life-Arimeda saranno presentate da Dolores Quilez del CITA, il Centro di ricerca e tecnologia alimentare della Regione di Aragona, organismo capofila che nel mese scorso ha ospitato la delegazione dei partner italiani. Giorgio Provolo e Viviana Guido (DISAA-UNIMI) parleranno delle azioni previste e dei risultati attesi dalle prove in campo, prima di un confronto a 360 gradi tra i partner italiani e spagnoli sulle prospettive tecniche e gestionali della fertirrigazione.

“L'ammoniaca partecipa, come componente secondario, alla formazione di una parte delle polveri sottili (PM10) presenti nella nostra atmosfera – spiega il presidente Aral Fortunato Trezzi -. L'agricoltura genera la maggior parte delle emissioni di ammoniaca a livello del bacino padano, principalmente per la gestione dei liquami zootecnici e l'impiego di fertilizzanti azotati inorganici. Un problema del quale ora il sistema

Vai articolo originale: https://www.giornaledelgarda.info/riduzione-delle-emissioni-di-ammoniaca/

Lascia un commento