La villa romana della località “il borgo” di Manerba

A marzo del 2020 è comparsa sui quotidiani la notizia di nuovi ritrovamenti relativi a una in località “il borgo” di Manerba, non lontana dall’attuale sede del Civico Archeologico della Valtenesi, sul versante sud-ovest della Rocca. Ma già in uno scritto del 1989 la dott. B. Portulano ne scriveva in: B. PORTULANO 1989, Civico Archeologico della Valtenesi, guida al territorio, Manerba del Garda (Bs).
Durante il periodo romano tutta la zona della Rocca, dai piedi alla sommità, è interessata all’insediamento umano. L’abitato più consistente doveva trovarsi sui terrazzamenti del versante occidentale, dove i resti di notevoli murature fanno ipotizzare la presenza di uno o più edifici di grandi dimensioni. Ricerche di superficie condotte negli scorsi anni hanno, infatti, permesso di raccogliere frammenti di laterizi, di intonaco e tessere musive bianche e nere; tutti segnali della presenza in situ di abitazioni di un certo decoro.
È significativo, a tal proposito, anche il fatto che questa località conservi il toponimo “il borgo”, nonostante attualmente non vi siano costruzioni nelle immediate vicinanze. Potrebbe essere anche questa una prova dell’esistenza dell’antico abitato.
Nel 2004 la Direttrice del Museo della Valtenesi offriva anche una precisa descrizione dell’arredo ceramico individuato nelle indagini archeologiche fino ad allora effettuate Dalla lettura del testo si evince che la villa conobbe probabilmente due fasi insediative, una risalente ai primi anni dell’era cristiana e una seconda fase di ristrutturazione risalente al II secolo d. C.. La villa romana del Borgo doveva essere molto grande e si pensa poggiante su terrazzamenti.

Prima pubblicazione il: 6 May 2020 @ 19:06

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/la-villa-romana-della-localita-il-borgo-di-manerba/

Lascia un commento