Autore: Andrea_Rosa

Un Genio

Kubrick // One-Point Perspective from kogonada on Vimeo.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/5EEV_EV5aFU/un-genio.html

Un Genio

Kubrick // One-Point Perspective from kogonada on Vimeo.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/5EEV_EV5aFU/un-genio.html

EPO

L’eritropoietina è un ormone prodotto dal rene. La sua funzione naturale è quella di stimolare la formazione dei globuli rossi e la produzione di emoglobina quando i livelli di ossigeno sono bassi. In queste condizioni l’aumento dei globuli rossi corrisponde a una maggiore capacità di trasportare ossigeno nel sangue. La ricerca scientifica ha permesso di sintetizzare EPO da somministrare a pazienti che soffrono di alcune forme di anemia, come quelle associate all’insufficienza renale. Tuttavia, anche gli atleti hanno incominciato a farne uso per migliorare le performance sportive proprio aumentando il trasporto di ossigeno ai muscoli e al cuore. Un comportamento non solo antisportivo, ma anche pericoloso per la salute. epo
Infatti se, da un lato, migliorare il trasporto dell’ossigeno aumenta la resistenza agli sforzi e allevia la fatica, livelli di EPO troppo elevati rendono maggiore la viscosità del sangue. Le conseguenze di questa situazione non sono trascurabili. Basti pensare al fatto che, al di là del doping, eccessi di eritropoietina sono associati alla policitemia, una malattia caratterizzata da un eccesso di globuli rossi  che causa  vertigini, mal di testa, spossatezza e ipertensione e che può addirittura sfociare in una leucemia. I pericoli corsi dagli sportivi che ne fanno uso sono aggravati dalla disidratazione cui può andare incontro un atleta e che, elevando ulteriormente la viscosità del sangue, aumenta il rischio di infarto e ictus. Insomma, che si tratti di una competizione ufficiale o di sport a livello non agonistico a nessuno sportivo conviene assumere questa sostanza: la conseguenza peggiore potrebbe essere non perdere un trofeo, ma la salute.

Fonte: http://www.medterms.com/script/main/art.asp?articlekey=7032

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/fUoSyDdYFzo/epo.html

EPO

L’eritropoietina è un ormone prodotto dal rene. La sua funzione naturale è quella di stimolare la formazione dei globuli rossi e la produzione di emoglobina quando i livelli di ossigeno sono bassi. In queste condizioni l’aumento dei globuli rossi corrisponde a una maggiore capacità di trasportare ossigeno nel sangue. La ricerca scientifica ha permesso di sintetizzare EPO da somministrare a pazienti che soffrono di alcune forme di anemia, come quelle associate all’insufficienza renale. Tuttavia, anche gli atleti hanno incominciato a farne uso per migliorare le performance sportive proprio aumentando il trasporto di ossigeno ai muscoli e al cuore. Un comportamento non solo antisportivo, ma anche pericoloso per la salute. epo
Infatti se, da un lato, migliorare il trasporto dell’ossigeno aumenta la resistenza agli sforzi e allevia la fatica, livelli di EPO troppo elevati rendono maggiore la viscosità del sangue. Le conseguenze di questa situazione non sono trascurabili. Basti pensare al fatto che, al di là del doping, eccessi di eritropoietina sono associati alla policitemia, una malattia caratterizzata da un eccesso di globuli rossi  che causa  vertigini, mal di testa, spossatezza e ipertensione e che può addirittura sfociare in una leucemia. I pericoli corsi dagli sportivi che ne fanno uso sono aggravati dalla disidratazione cui può andare incontro un atleta e che, elevando ulteriormente la viscosità del sangue, aumenta il rischio di infarto e ictus. Insomma, che si tratti di una competizione ufficiale o di sport a livello non agonistico a nessuno sportivo conviene assumere questa sostanza: la conseguenza peggiore potrebbe essere non perdere un trofeo, ma la salute.

Fonte: http://www.medterms.com/script/main/art.asp?articlekey=7032

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/fUoSyDdYFzo/epo.html

Buona giornata…. sprad permettendo

Ci sono delle giornate che sembrano passate senza aver fatto molto a livello operativo. La sera però, facendo il bilancio della giornata, ti rendi conto che comunque qualcosa di buono c’è stato.
Oggi ho conosciuto Corrado Ceschinelli e ne sono felice perchè mi ha fatto ricordare che in fondo ci sono tanti piccoli o grandi guerrieri al mondo che non hanno rinunciato a combattere per dei semplici ideali: combattono per il piacere di farlo. Si sentono appagati semplicemente per questo.
Non so se faremo qualcosa con Corrado, ma comunque mi ha fatto molto piacere conoscerlo ed aver ricevuto degli spunti di riflessione che sicuramente cercherò di approfondire.
Una voglia me l’ha fatta tornare….

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/zZNVIYiaOZ8/buona-giornata-sprad-permettendo.html

Buona giornata…. sprad permettendo

Ci sono delle giornate che sembrano passate senza aver fatto molto a livello operativo. La sera però, facendo il bilancio della giornata, ti rendi conto che comunque qualcosa di buono c’è stato.
Oggi ho conosciuto Corrado Ceschinelli e ne sono felice perchè mi ha fatto ricordare che in fondo ci sono tanti piccoli o grandi guerrieri al mondo che non hanno rinunciato a combattere per dei semplici ideali: combattono per il piacere di farlo. Si sentono appagati semplicemente per questo.
Non so se faremo qualcosa con Corrado, ma comunque mi ha fatto molto piacere conoscerlo ed aver ricevuto degli spunti di riflessione che sicuramente cercherò di approfondire.
Una voglia me l’ha fatta tornare….

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/zZNVIYiaOZ8/buona-giornata-sprad-permettendo.html

Temporale

Questa sera stavo rietrando a casa ed ho pensato… perfetto un bel temporale che rinfresca l’aria e poi via a farmi una lungo lento di corsa…. ed invece questo è lo scenario che mi sono trovato a casa! Garage allagato, corrente saltata e quindi pompe che non andavano. Abbiamo dovuto chiamare i pompieri per aspirare l’acqua. Poi altre finito di ripulire ed asciugare tutto dopo 3 ore!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/8c4qEXiCYeQ/temporale.html

Temporale

Questa sera stavo rietrando a casa ed ho pensato… perfetto un bel temporale che rinfresca l’aria e poi via a farmi una lungo lento di corsa…. ed invece questo è lo scenario che mi sono trovato a casa! Garage allagato, corrente saltata e quindi pompe che non andavano. Abbiamo dovuto chiamare i pompieri per aspirare l’acqua. Poi altre finito di ripulire ed asciugare tutto dopo 3 ore!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/8c4qEXiCYeQ/temporale.html

Comunicazione Efficace

L’altra sera leggevo un post di Gigi dove afferma che vi sono alcune regole della comunicazione d’impresa applicabili
anche in altri settori: 

(1) innanzitutto il “prodotto” deve
essere ottimo, altrimenti non c’è comunicazione che tenga, (2)&…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/sQDqLhHYCFg/comunicazione-efficace.html

Comunicazione Efficace

L’altra sera leggevo un post di Gigi dove afferma che vi sono alcune regole della comunicazione d’impresa applicabili anche in altri settori: 

(1) innanzitutto il “prodotto” deve essere ottimo, altrimenti non c’è comunicazione che tenga, (2)  la sincerità è la sola opzione, le bugie si scoprono, (3) lavorare sodo per trovare i vantaggi per gli utenti e parlare solo di loro, (4) concentrare lo sforzo per definire visione e missione, sintetizzare il messaggio della promessa e non cambiarlo più, (5) credere nella forza dell’emozione e nella efficacia della concretezza ( o per dirla con Rosser Reeves “vendere un vantaggio con un’emozione” ).

Posso affermare che queste regole sono state applicate perfettamente anche nella comunicazine studiata per Garmin TriO Sirmione e per i risultati ottenuti posso affermare che la comunicazione è stata molto efficace.  Sono molto soddisfatto!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/sQDqLhHYCFg/comunicazione-efficace.html

Comunicazione Efficace

L’altra sera leggevo un post di Gigi dove afferma che vi sono alcune regole della comunicazione d’impresa applicabili anche in altri settori: 

(1) innanzitutto il “prodotto” deve essere ottimo, altrimenti non c’è comunicazione che tenga, (2)  la sincerità è la sola opzione, le bugie si scoprono, (3) lavorare sodo per trovare i vantaggi per gli utenti e parlare solo di loro, (4) concentrare lo sforzo per definire visione e missione, sintetizzare il messaggio della promessa e non cambiarlo più, (5) credere nella forza dell’emozione e nella efficacia della concretezza ( o per dirla con Rosser Reeves “vendere un vantaggio con un’emozione” ).

Posso affermare che queste regole sono state applicate perfettamente anche nella comunicazine studiata per Garmin TriO Sirmione e per i risultati ottenuti posso affermare che la comunicazione è stata molto efficace.  Sono molto soddisfatto!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/sQDqLhHYCFg/comunicazione-efficace.html

TriO Challenge

Vorrei invitare tutte le persone che hanno storto il naso quando sono venuti a conoscenza del progetto TriO Challenge, lo hanno sottovalutato, snobbato o criticato,  a leggere il post di Diana, uno di Challenger, che racchiude in se gran parte dei…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/4Mi3q7tuBaU/trio-challenge.html

TriO Challenge

Vorrei invitare tutte le persone che hanno storto il naso quando sono venuti a conoscenza del progetto TriO Challenge, lo hanno sottovalutato, snobbato o criticato,  a leggere il post di Diana, uno di Challenger, che racchiude in se gran parte dei…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/CorsaEdAltro/~3/4Mi3q7tuBaU/trio-challenge.html