Vendola fa paura perchè può far vincere il centrosinistra




D’Alema: “Vendola pensi alla Puglia, per ora niente primarie perché il PD potrebbe perdere e dovrebbe poi sostenere Vendola”

Roma, 23 nov. (Apcom) – Per il presidente del Copasir, Massimo D’Alema, le primarie “sono state concepite come un modo di coinvolgere i cittadini nella scelta di un candidato, ma ora rischiano di diventare uno strumento per la resa dei conti tra partiti” dell stessa area. “Secondo me c’è un problema su come viene utilizzato questo strumento anche dai nostri alleati”, che con le primarie “vogliono battere il Pd”. E questo, aggiunge D’Alema, “allontana i cittadini”. A Nichi Vendola, che oggi è tornato a chiedere le primarie subito, D’Alema risponde poi che “le primarie sono uno strumento, non una filosofia: adesso – dice l’ex premier – dobbiamo far cadere Berlusconi. Lui intanto pensi a governare la Puglia”. Farle ora poi sarebbe un errore, “perchè sarebbe un modo di consentire a Vendola di battere ora il Pd che poi dovrebbe sostenerlo nel govenro del Paese”, prima ancora che “il governo cada, vengano indette le elezioni e si formi una coalizione. Le primarie – ricorda D’Alema – non possono essere usate come un corpo contundente”. Ciò detto, il presidente del Copasir scende a più miti e ricorda anche che “Vendola per la sinistra è comunque una risorsa”, visot che “è stato in grado di rivitalizzare un mondo che era stato sconfitto per colpa sua” e che ora torna a essere “funzionale a un progetto. Solo che a volte ci sono slanci e personalismi eccessivi”.

D’Alema, che da quando fa politica non ne ha imbroccata una, si permette di dare giudizi su Vendola che vince dove ha modo di parlare e spigare la sua visione di una Italia nuova e sana.

Ma se non bastasse leggi questo articolo del L’Espresso: Pd: meglio Fini che Vendola

Ormai è chiaro il progetto di un polo socialdemocratico nel nostro paese è fallito. il PD nasceva con due scopi. Tenere ancorata la margherita nel centrosinistra e poi fare l’accordo con l’UDC per battere Berlusconi. Tutta farina del mulino D’Alema. Tutto andato in malora.

Vendola ha dimostrato che un soggetto socialista può vincere, ma soprattutto ha dimostrato che la linea D’Alema-Bersani-Veltroni-Francescini-emetticichivuoi è perdente perchè il popolo del PD ne ha le palle piene dei palazzi e di questa gente.

Mi dispiace per tutti quei militanti che credono nel progetto del PD. Peccato è un progetto morto finchè c’è gente come questa a gestirlo.

A pensar male viene da dire che Vendola fa paura perchè potrebbe far vincere il centrosinistra e questo per questi centri di potere potrebbe essere un problema. Anzi lo è!

Credo sia giunta l’ora di dare un calcio in culo a questa vecchia nomenclatura e di costruire un vero soggetto socialista. Le porte sono aperte!

Link all'articolo originale: http://www.simonezuin.it/wordpress/?p=2487

Lascia un commento