Si cala nello strapiombo alto 400 metri per salvare una gattina

Si è calato in uno strapiombo di 400 metri, a picco sul lago. Una discesa da brivido, assicurato ad una corda. Lo ha fatto per salvare una gattina di un anno, Maja, scomparsa dall’hotel Miralago di Tremosine, di cui è la mascotte. Il suo salvatore si chiama Thomas Engels, è uno scalatore professionista di origine austriaca che vive in paese da anni e sabato pomeriggio è stato contattato da Angiolino Rossi, proprietario dell’albergo e del piccolo animale, che gli ha chiesto aiuto per recuperarlo.

«Maja non si vedeva da tutto il giorno e non sapevamo più dove cercarla. Abbiamo pensato a tutto, finché non ci è venuto in mente di provare a chiamarla dalla terrazza del nostro hotel, che si affaccia sul lago da un altipiano roccioso. L’abbiamo sentita miagolare disperata e abbiamo capito subito che non sarebbe mai stata in grado di risalire da sola». Il pensiero allora è andato subito a Thomas, molto conosciuto in zona per il suo gruppo Sky Climber, che organizza gite, arrampicate ed escursioni in zona Garda.

«Il recupero è stato molto lungo – ha raccontato Thomas, che in Austria è stato volontario del soccorso alpino e dunque conosce molto bene come muoversi in queste situazioni, lavorando in sicurezza -. Mi sono calato la prima volta sabato sera, ma la gattina non si faceva prendere e si stava facendo buio. Abbiamo deciso allora di tornare ieri mattina e ci siamo calati da un altro punto. Maja continuava a scappare e si allontanava, era terrorizzata, ma dopo essere sceso per circa una sessantina di metri sono riuscito a prenderla usando i guanti e metterla nel mio zaino».

Ore di grande spavento che però si sono concluse con un lieto fine, grazie alla professionalità e alla generosità di Thomas, che non ha voluto nulla in cambio.

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/si-cala-nello-strapiombo-alto-400-metri-per-salvare-una-gattina-1.3351147

Lascia un commento