Primo giorno di quiete

Non me ne rendevo conto mai nei sei mesi appena trascorsi ho girato come una trottola: le riprese del violoncello, il CRS4, i concerti, il CD, lo spettacolo, la Scuola di Musica, il CLUSIT, le conferenze.

Oggi è il primo giorno che me ne sto sdraiato sul divano in studio, sonnecchiando e indeciso tra fare qualche esercizio di musica o prendere in mano un libro, cercare in freezer se i ragazzi mi hanno lasciato un gelato o aspettare che si faccia ora di cena e preparare bistecca e insalata.

Mi godo la calura, il cane che sonnecchia. Non mi ricordavo il tempo.

Link all'articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2010/07/primo-giorno-di-quiete.html

Lascia un commento