Make-up differenziato

Lunedì sera in piazza Rovizzi si è svolto l’incontro tra Amministrazione/SirmioneServizi e la cittadinanza coinvolta dal nuovo progetto di raccolta differenziata.
Si tratta della frazione di Rovizza, la località Mazzarona e Punta Grò. Quali sono le novità?
Spariranno i “cassonetti” verdi e le campane, in favore di nuovi eco-punti dove saranno presenti i raccoglitori per l’indifferenziato, la carta, il vetro e la plastica. I punti di forza, sostenuti dal Sindaco Mattinzoli, sono la gradevolezza estetica e l’assenza di interspazi tra un cassonetto e l’altro, i cittadini saranno così disincentivati a lasciare i   all’esterno dei cassonetti.

Di porta a porta? Non se ne parla. Di compostaggio(che porterebbe uno sconto del 30% sulla tia)? Non se ne parla. Di raccolta dell’umido? per ora non è prevista. Insomma non cambia nulla! A fronte di un evidente esborso di denaro pubblico per acquistare i nuovi cassonetti.

Si solleva dal pubblico l’argomento del recupero dell’iva sui rifiuti, pubblicizzata sul nostro “corriere sirmionese”. Interviene il Sindaco avanzando dubbi e bollando come fesserie le notizie riportate dal nostro foglio informativo, inoltre si spinge ad immaginare scenari apocalittici quali talgio di lavori pubblici e aumenti di tariffe per compensare i rimborsi.  I cittadini non sono bambini a cui raccontare la sotriella dell'”uomo nero”. Sono stati versati dei soldi non dovuti, lo dice la Corte Costituzionale, questi soldi vanno restituiti!

Link all'articolo originale: http://andreavolpi.blogspot.com/2010/05/make-up-differenziato.html

Lascia un commento