Lombardia/Ministero Giustizia: firmato protocollo per riduzione arretrati

Un supporto concreto dal personale di Regione Lombardia al Ministero di Giustizia per l'attività degli Uffici giudiziari. Alcuni dipendenti regionali potranno infatti lavorare per un anno a progetti organizzativi specifici.  In particolare, le Corti di Appello e le Procure Generali di Milano e Brescia raccoglieranno le esigenze di tutti gli uffici giudiziari lombardi.  Regione Lombardia si occuperà invece, sempre secondo l'accordo,  di reclutare il personale con i requisiti professionali necessari e l'inquadramento richiesto.

E' quanto prevede il Protocollo d'intesa siglato dal Ministro della Giustizia Carlo Nordio, e dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Intesa tra Regione Lombardia e Ministero di Giustizia

Regione Lombardia provvederà all'assegnazione temporanea di proprio personale amministrativo – impiegato eventualmente anche a tempo parziale e selezionato con avviso interno. Tutto ciò per contribuire alla riduzione dell'arretrato in materia civile e penale, in quanto obiettivi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. Tra i compiti assegnati al personale regionale anche l'accelerazione delle pratiche di volontaria giurisdizione e in di minori stranieri non accompagnati.

“Il Ministero della Giustizia – ha commentato il ministro – supporta gli sforzi degli uffici giudiziari, impegnati nel raggiungimento degli obiettivi Pnrr. Tutto ciò per assicurare al Paese una risposta di giustizia più vicina alle esigenze di cittadini e imprese e favorire lo sviluppo economico.  Anche con accordi come questo – in spirito di leale collaborazione tra istituzioni – si fa fronte alle pesanti scoperture di organico di molti uffici giudiziari”.

Lombardia Ministero GiustiziaObiettivo: fare squadra per raggiungere obiettivi comuni

“Fare squadra tra istituzioni, dando vita a reti virtuose, è da sempre il metodo di lavoro di Regione Lombardia. Anche in questo caso – ha sottolineato il presidente Fontana – abbiamo voluto assicurare al ministro Nordio la nostra totale disponibilità.  Individueremo, tra i nostri dipendenti, chi vorrà partecipare a un'esperienza lavorativa sicuramente diversa e stimolante, in grado di accrescere conoscenze e competenze. Queste qualità saranno poi certamente molto utili quando rientreranno in Regione”.

“Voglio ancora sottolineare che – ha proseguito il governatore  – i costi del personale saranno interamente a carico della Regione. Il Ministero della Giustizia non avrà quindi alcun costo ma solo benefici”.

Progetti e attività

Gli specifici progetti che definiranno i termini della collaborazione che il personale regionale sarà chiamato a garantire saranno redatti dai diversi Tribunali. Succesivamente saranno trasmessi alla competente Direzione regionale attraverso la Corte d'Appello o la Procura generale.

Tra le attività previste per i dipendenti regionali che collaboreranno con l'amministrazione giudiziaria, anche la gestione del front office della rete di sportelli di prossimità. Saranno gli Enti locali ad allestirli per favorire e facilitare il dialogo con gli uffici giudiziari.

I nominativi del personale selezionato saranno comunicati da Regione Lombardia alle Corti d'Appello e alle Procura generali di Milano e Brescia che provvederanno all'assegnazione.

Le Corti d' Appello e le Procure generali lombarde si impegnano ad assicurare l' professionale del personale regionale assegnato. Saranno infine assicurati i necessari contatti con le strutture ministeriali deputate alla formazione.

The post Lombardia/Ministero Giustizia: firmato protocollo per riduzione arretrati appeared first on Lombardia Notizie Online.

Vai articolo originale: https://www.lombardianotizie.online/lombardia-ministero-giustizia/

Lascia un commento