il gladiatore pubblico

Il Gladiatore

Oggi ho assistito all’apertura buste di una gara pubblica alla quale abbiamo partecipato.
Non vado quanto dovrei a questi ‘eventi’. Oggi l’ho voluto fare perché c’era qualcosa che non ‘andava’, un sentore, dei segnali che…..   ma non è di questo che voglio raccontare (almeno per ora).

Voglio scrivere della sensazione provata come privato cittadino che vede degli amministratori pubblici svolgere le loro mansioni in modo assolutamente meccanico e senza ‘pathos’.

La gara era importante, un valore finale di aggiudicazione di circa 60 mila euro, 60 mila euro di soldi pubblici, di nostri soldi!

Quello che mi ha lasciato perplesso è stata l’assoluta mancanza di coinvolgimento da parte della commissione. Hanno aperto le buste, assegnato i punteggi e ‘speso’ 60 mila euro.. il tutto durato 10 minuti: aperto, letto,  speso e  stop!

In un’azienda privata la funzione acquisti è una delle più delicate. Il buyer è coinvolto nei processi aziendali (spesso ha anche un interesse diretto nella società) e ‘combatte’ per ottenere il miglior prodotto al miglior prezzo.
Si  documenta, acquisisce informazioni avvalendosi anche di pareri tecnci, cerca il prodotto, il pruttore, richiede e riceve offerte. Da quel momento scende in battaglia e combatte per ottenere sconti, dilazioni nel pagamento o migliorie gratuite, pone domande al fornitore, cerca di scovare le anomalie, di fiutare l’affare… alla fine conclude il miglior contratto per la sua azienda.

Oggi non ero su un campo di battaglia, non c’era la furia dei combattimenti, non si udiva il clangore delle armi…. sembrava più un asettico silenzioso studio medico;
oggi si spendevano soldi dei cittadini ma sul tavolo c’erano 60 mila carte bianche che servono solo a giustificare burocraticamente e legalmente l’operato degli amministratori.
Molta attenzione alla forma, poca alla sostanza; il coinvolgimento e la responsabilità degli amministratori pubblici proprio non c’erano
Di quello che davvero ci sarebbe stato bisogno nemmeno l’ombra: un gladiatore !

Mi chiamo Massimo Decimo Meridio, comandante dell’esercito del Nord, generale delle legioni Felix, servo leale dell’unico vero imperatore Marco Aurelio. Padre di un figlio assassinato, marito di una moglie uccisa… e avrò la mia vendetta… in questa vita o nell’altra!

Link all'articolo originale: http://feedproxy.google.com/~r/PensieriSuRuote/~3/i6Z2pSYZSPE/

Lascia un commento