Il castello di Pozzolengo sotto assedio per ricordare la vittoria

La grande rievocazione è alle porte. Sabato e domenica torna l’assedio al castello: centinaia di figuranti sono pronti a darsi battaglia per ricordare le celeberrime gesta del 1630, quando i pozzolenghesi riuscirono con la loro tenacia a respingere uno tra i più sanguinosi popoli della storia, i lanzichenecchi.

Ecco il programma della manifestazione di questo weekend. Sabato il parco Don Giussani si trasformerà in un accampamento militare (dalle 15), mentre alle 18 partirà la parata degli eserciti, con i rievocatori del «Reggimento Strassoldo» in abiti d’epoca e gli sbandieratori di Cavriana per le vie del centro storico. Circa mezz’ora dopo in piazza Don Gnocchi avrà luogo uno spettacolo dello stesso gruppo, che farà da preludio agli scontri tra le truppe alemanne e veneziane, con la resistenza degli abitanti di Pozzolengo.

La battaglia vera e propria comincerà alle 19, tra il parco e il castello sul monte Fluno.

Domenica, poi, l’accampamento aprirà di nuovo le porte alle 10. Si entra subito nel vivo dalle 11, quando nell’anfiteatro del parco avrà luogo una conferenza storica. Alle 11.45 spazio alle spade, con le esibizioni di scherma in piazza Don Gnocchi. Ma non finisce qui, perché alle 12.15 ci sarà lo spettacolo degli sbandieratori e alle 17 la parata delle truppe. La rievocazione calerà il sipario alle 18.30.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/il-castello-di-pozzolengo-sotto-assedio-per-ricordare-la-vittoria-1.3377805

Lascia un commento