grazie Roma!!..

Ancora lo stereo riempie il silenzio. Oggi quel grazie Roma è diventata un grazie a tutto e a tutti..e questo no,lo so, non è corretto. Oggi in quella canzone è nato e cresciuto un pensiero piu ampio e grande, oggi da quella canzoncina è nata vita apparente. Gia perchè siamo tutti d’accodo sul fatto che non è vita vera, ma sola consolazione di chi non vede alternative. Grazie Venditti, grazie stereo, grazie musica, grazie sentimento dolce grazie cosa? grazie di tutto, grazie dell’amore, del dolce , del vagare, del fuggire, del sublime, grazie di non so proprio cosa, di tutto e di nulla.
I pomeriggi passavano tra una canzone e un film, nella vaga idea di poter trovare e contemplare perfezione,e nella vaga ricerca di questa fantomatica perfezione. Ricerca fallace, ricerca stupida, ricerca inumana, o forse umana e troppo umana, come suggerisce il caro Nietsche. Ricerca sensa senso, nel vago tentativo di fare e immaginare la realtà esattamente come la vorrei.

Link all'articolo originale: http://jacobertolini.blogspot.com/2008/05/grazie-roma.html