Gelmini: «Depurazione e mobilità sono le priorità del Garda»

e mobilità. Queste, secondo la presidente della Comunità del Garda, Mariastella Gelmini, le priorità per il territorio benacense. La senatrice Gelmini ne ha parlato in occasione dell'assemblea della Comunità, riunita questa mattina a Palazzo Martini a Riva del Garda.

«La depurazione – ha detto – è un tema delicato e conflittuale, ma siamo a buon punto. Stiamo investendo le risorse stanziate in una logica di equilibrio tra Brescia, Verona e Trento. È chiaro che queste risorse non bastano. Mi appello alle Regioni Lombardia e Veneto, oltre che alla Provincia di Trento, affinché affianchino il Governo nel sostenere finanziariamente questa opera. Ho avuto un confronto con i ministri Salvini e Fitto per trovare le risorse necessarie per tutelare un patrimonio che rappresenta il 40% dell'acqua dolce disponibile in Italia. Dalle Regioni – ha detto Gelmini – non mi aspetto un contributo economico decisivo, ma soprattutto un contributo politico, a sostegno di questa opera strategica per salvaguardare il lago di Garda».

Mobilità

Questione mobilità: «È la prima criticità del territorio, sia per i residenti che i turisti. Dobbiamo lavorare sul potenziamento della mobilità su acqua. Ma questo non basta. C'è la necessità di mettere in sicurezza la 45 bis Gardesana».

Altro tema caldo è quello della ciclovia del Garda. «È un progetto finanziato dal – ha detto Gelmini – ma come sostengono molti sindaci il tracciato deve essere ripensato, anche alla luce delle recenti frane. La ciclovia è importante ma ora non è una priorità. Per quanto riguarda la mobilità le priorità sono la messa in sicurezza della Gardesana e della strada della Forra».

EMBED [Box News 5 Min Articolo]

Vai articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/gelmini-depurazione-e-mobilit%C3%A0-sono-le-priorit%C3%A0-del-garda-1.3988360

Lascia un commento