GARDALO! Il 24, 25 e 26 giugno al Vittoriale

Al via l’edizione pilota del primo Festival del Lago di Garda, ideato e diretto da Giordano Bruno Guerri

Quattro percorsi tematici per oltre 20 incontri tra conferenze, dialoghi a confronto per discutere a tutto tondo della contemporaneità, laboratori dedicati ai bambini.

Visite speciali a misura di bambini per la prima volta al Vittoriale

Pier Luigi Battista, Beck, Alessandro Bergonzoni, Gianni BiondilloPaolo Crepet, Domenico De Masi, Ernesto Galli della Loggia, Camillo Langone, Michela Marzano e Italo Rota alcuni dei nomi attesi a GardaLo!

Aperte il 28 aprile dalle 14 le prevendite per lo spettacolo Trascendi e sali di e con Alessandro Bergonzoni

Vede finalmente la luce nel 2022 GardaLo!, il Festival culturale che coinvolge la sponda lombarda del Lago di Garda fortemente voluto e progettato per un’area che – a fronte di un turismo straordinario per qualità e quantità – mancava ancora di un appuntamento che ne arricchisse l’offerta culturale, divenendo un vero e proprio momento atteso all’interno del calendario estivo.

Dopo i festeggiamenti dell’anno del centenario che ne hanno battezzato la ripresa, il Vittoriale degli Italiani prosegue dunque nella sua missione di promozione della cultura e del pensiero riconfermandosi un motore di modernità. Ideati dal Presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri, tre giorni aperti a tutti, per un’edizione pilota tra percorsi e attività pensati per i più piccoli che affiancheranno incontri sui grandi temi del presente – dalla storia all’innovazione e alle start up, passando per la scuola e i giovani come investimento per il futuro – e che accoglieranno il pubblico di visitatori negli splendidi spazi del Parco del Vittoriale. A concludere le giornate di sabato e domenica, due spettacoli all’Anfiteatro del Vittoriale per ritrovarsi insieme, di fronte al Lago illuminato nella sua veste notturna.

 

Così Giordano Bruno Guerri, a commento di una prima edizione, che guarda al futuro e alla costruzione di un Festival sempre più ricco centrale nell’offerta culturale del Garda: “Ormai gardesano, da molto sento la mancanza – nello splendore del Garda – di un festival che porti bellezza, intelligenza, divertimento, scoperte alla marea di turisti che vengono a trovarci. Adesso è il momento, perché i periodi di crisi sono anche punti di partenza per una rinascita. GardaLo!, già in questa edizione pilota che si svolgerà interamente al Vittoriale degli Italiani, toccherà proprio i punti fondamentali per la rinascita: la formazione di bambini e giovani, anzitutto, poi la scuola, il rapporto città-abitanti, la storia, l’economia nelle sue forme più dinamiche, le start up; infine, spettacoli clamorosi per intelligenza e bellezza. Si chiama GardaLo! perché, nelle intenzioni, l’anno prossimo affiancherà Bergamo Brescia 2023 Capitale Italiana della Cultura con dieci giorni di eventi in tutte le città della sponda lombarda del Garda, compresa Brescia e oltre. Ma nel progetto finale diventerà GardaGa!, e coinvolgerà le tre sponde e le tre regioni di questa meraviglia senza confini: né fisici né mentali”.

 

Quattro le sezioni in programma:

Sezione Innovazione: a cura di Giovanni Iozzia, una serie di incontri per un dialogo serrato tra imprenditori affermati e giovani startupper, per scoprire insieme quali opportunità possono nascere da uno sguardo trasversale, aperto su prospettive nuove. Come si diventa imprenditori innovativi? Come è possibile farlo a 20 anni o poco più? Quali motivazioni spingono ad affrontare un’impresa non semplice in Italia? Quali caratteristiche bisogna avere? A GardaLo! sono i protagonisti a rispondere, nell’incontro dal titolo La storia saremo noi, che porrà a confronto Daniele De Stefano (Founder Uno Bravo), Maurizio Campia (CEO Pharmecure) e Marcello Pelucchi (Holidoit). Saranno protagonisti anche Marco de Rossi, fondatore di WeSchool, che darà una dimostrazione pratica di come sia possibile Andare oltre la Dad: un salto nella scuola del futuro. Nell’epoca del digitale diffuso si è consapevoli che, per un’azienda, innovare è una vera e propria questione di sopravvivenza: in Davide e Golia alleati: l’innovazione è un gioco per grandi e piccini le aziende, il gigante Golia, rappresentate da Fabio Tentori (Enel), Doris Messina (Banca Sella) e Patrick Oungre (A2A), racconteranno perché convenga allearsi con Davide, la piccola impresa. E come accade che, anche all’interno di una grande azienda, possa nascere una start up.

 

Sezione Letteratura: curati da Luigi Mascheroni, gli appuntamenti in programma porranno a confronto i punti di vista di numerosi studiosi, filosofi, giornalisti, chiamati a dialogare su temi d’attualità, urgenti quanto sfaccettati. La scuola sarà la prima protagonista di questi incontri: sul nostro sistema di istruzione si interrogheranno Ernesto Galli Della Loggia e Domenico De Masi, consci che lo stato di salute di un Paese veramente democratico si misura proprio dalla scuola, motore di sviluppo della società e insieme garanzia di un futuro migliore per le nuove generazioni. A seguire la Storia, oggi quanto mai terreno di dibattito pubblico, che determina gli orientamenti morali, politici e civili di un popolo: sulla necessità di affrontare la conoscenza del passato senza manipolazioni né acritiche apologie discuteranno Pier Luigi Battista e Michela Marzano.

Infine, uno sguardo più stringente su un presente in cui la pandemia, lo smart working e le nuove forme di socialità a distanza costringono a ripensare il rapporto fra la città e i suoi abitanti, tra spazi pubblici e privati: Elena Granata, Camillo Langone, Gianni Biondillo e Italo Rota rifletteranno su come progettare e abitare le città del domani.

 

Sezione Giovani: ideato da Paola Veneto, un calendario di laboratori dedicati ai più piccoli, con attività che puntano a risvegliarne la curiosità con stimoli dai più diversi ambiti, dalla mindfulness – cui verranno dedicati dei laboratori a cura di Carmen Colibazzi – alla musica, all’arte. Cuore. La cacciata dal Paradiso Terrestre sarà dunque un dialogo con Nicola Gelo, mentre a Stefania Gianfrancesco è affidata la cura dei laboratori Nomi, cose, realtà. Infine, un incontro con lo psichiatra e scrittore Paolo Crepet. Accanto a queste, per la prima volta il Vittoriale degli Italiani realizzerà delle speciali visite della Prioria pensate ad hoc per i più piccoli, per introdurli alla scoperta della figura eclettica di Gabriele d’Annunzio negli stessi spazi da lui abitati, massima espressione della sua arte e della sua vita.

 

Sezione Spettacolo: organizzate da Viola Costa, due serate esclusive all’Anfiteatro del Vittoriale che offriranno un tributo alle arti del teatro, con lo spettacolo Trascendi e sali Alessandro Bergonzoni, e della musica internazionale, con l’esclusivo concerto di Beck (unica data italiana, già tutta esaurita), che passerà idealmente il testimone di GardaLo! al Festival Tener-a-mente.

 

Il Consorzio GARDA DOC è partner dell’edizione 2022 del Festival GardaLo!. La denominazione, riconosciuta nel 1996, insiste su un’area collinare di 31.000 ettari suddivisi tra Verona, Mantova e Brescia. Ogni anno si producono circa 20 milioni di bottiglie, tra vini varietali e bollicine.

 

* I biglietti di Trascendi e sali Alessandro Bergonzoni sono in prevendita dal 28 aprile sul sito www.anfiteatrodelvittoriale.it al costo di € 20 e € 25 + prevendita.

 

* Aggiornamenti e informazioni sul sito www.vittoriale.it e alla mail info@gardalo.it

 

PROGRAMMA GardaLo! – edizione pilota al Vittoriale degli Italiani direzione Giordano Bruno Guerri

Venerdì 24 giugno

h.19-20 | Nave Puglia | ingresso gratuito

Sezione Innovazione (Giovanni Iozzia)

“La storia saremo noi” – relatori: Daniele De Stefano (founder Uno Bravo) – Maurizio

Campia (CEO Pharmecure) – Marcello Pelucchi (Holidoit, 25 anni)

A seguire: piccolo aperitivo accompagnato da una curata selezione di vini GARDA DOC

h.21 | Anfiteatro | ingresso gratuito

Sezione Letteratura (Luigi Mascheroni)

“Scuola” – relatori Ernesto Galli Della Loggia – Domenico De Masi

Sabato 25 giugno

h.11-13 / 15-17 Limonaie e Casa Cama | ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sezione Giovani (Paola Veneto)

“Arte e Mindfulness come valore” di Carmen Colibazzi (6-10 anni)

h.14-15 Speciale visita alla Prioria dedicata ai bambini (6-10 anni)

h.11-13 / 15-17 Casa Cama | ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sezione Giovani (Paola Veneto)

“Cuore. La cacciata dal Paradiso Terrestre” – colloqui con Nicola Gelo

h.11-13 | Auditorium | ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sezione Giovani (Paola Veneto)

Laboratorio “Nomi, cose, realtà” di Stefania Gianfrancesco (11-13 anni)

h.15-16 | Auditorium | ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sezione Innovazione (Giovanni Iozzia)

“Oltre la dad: un salto nella scuola del futuro” – simulazione di didattica digitale in

presenza condotta da WeSchool (14-18 anni)

h.16-17 Visita alla Prioria per bambini (6-10 anni)

h.19-20 | Laghetto delle Danze | ingresso gratuito

Sezione Letteratura (Luigi Mascheroni)

“Storia” – relatori Pier Luigi Battista e Michela Marzano

A seguire: piccolo aperitivo accompagnato da una curata selezione di vini GARDA DOC

h.21 | Anfiteatro | ingresso a pagamento

Sezione Spettacolo (Viola Costa)

“Trascendi e Sali” di e con Alessandro Bergonzoni

Domenica 26 giugno

h.11.30-12.30 | Laghetto delle Danze | ingresso gratuito, a seguire visita al parco inclusa

Sezione Innovazione (Giovanni Iozzia)

“Davide e Golia alleati: l’innovazione è un giorno per grandi e piccini” – relatori Fabio

Tentori (Enel) – Doris Messina (Banca Sella) – Patrick Oungre (A2A)

A seguire: piccolo aperitivo accompagnato da una curata selezione di vini GARDA DOC

h.11-13 / 15-17 Limonaie e Casa Cama | ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sezione Giovani (Paola Veneto)

“Arte e Mindfulness come valore” di Carmen Colibazzi (6-10 anni)

h.14-15 Speciale visita alla Prioria dedicata ai bambini (6-10 anni)

h.11-13 | Auditorium | ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sezione Giovani (Paola Veneto)

Laboratorio “Nomi, cose, realtà” di Stefania Gianfrancesco (11-13 anni)

h.15.30-16.30 | Auditorium | ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sezione Letteratura (Luigi Mascheroni)

“Città” – relatori Elena Granata – Camillo Langone – Gianni Biondillo – Italo Rota

h.16-17 Speciale visita alla Prioria dedicata ai bambini (6-10 anni)

h.19.30-21.00 | Laghetto delle danze | ingresso gratuito

Sezione Giovani (Paola Veneto)

Dialogo con Paolo Crepet

h.21 | Anfiteatro | ingresso a pagamento

Sezione Spettacolo (Viola Costa)

Concerto di Beck

I curatori:

Viola Costa, dopo gli esordi in teatro, come attrice e docente di dizione, dal 1999 al 2007 gestisce e dirige la Scuola di Teatro dell’ “Accademia della Voce” a Brescia. Nel 2007 fonda l’associazione ILSENSOEILSUONO (dal 2018 riconosciuto Ente di Rilevanza Regionale), con i cui marchi Re:think-art e Ripens’arti da oltre quindici anni si occupa di promozione di eventi culturali e musicali in Italia e all’estero, specializzandosi in gestione e valorizzazione di luoghi della cultura. Dal 2007 al dirige l’etichetta di musica improvvisata Re:think-art Records, i cui dischi sono distribuiti in 16 Paesi e recensiti su tutte le principali testate jazz mondiali. Dal 2012 al 2014 è consulente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, responsabile dei Progetti Speciali e delle celebrazioni per il 150° anniversario della nascita di Gabriele d’Annunzio. Dal 2011 organizza e dirige il Festival del Vittoriale Tener-a-mente, riconosciuta come una delle rassegne musicali più prestigiose del nostro Paese. Dal 2019 è Direttore Organizzativo del Teatro Filodrammatici di Milano.

Giovanni Iozzia, giornalista e consulente editoriale, ha fondato e dirige EconomyUp.it, piattaforma digitale su startup, innovazione e trasformazione digitale, InsuranceUp, web magazine sull’insurtech, e Proptech360, portale sull’innovazione nel Real Estate. È contributor di Forbes Italia su innovazione e startup e Mobility Editor di Bike, periodico dedicato alla bicicletta e alla smart mobility. Ha lavorato in quotidiani, settimanali e mensili prevalentemente di area economica. È stato direttore di Capital (RcsEditore), vicedirettore di Chi e condirettore di PanoramaEcomomy, il settimanale economico del gruppo Mondadori.

Luigi Mascheroni, giornalista, dal 2001 lavora al “Giornale”, alla redazione Cultura. Ha un insegnamento di Teoria e tecniche dell’informazione culturale all’Università Cattolica di Milano. Ha scritto, tra gli altri, nel 2010 un dizionario sui luoghi comuni dei salotti intellettuali: Manuale della cultura italiana (Excelsior 1881); nel 2012 Scegliere i libri è un’arte. Collezionarli una follia (Biblohaus); nel 2015 Elogio del plagio. Storia, tra scandali e processi, della sottile arte di copiare da Marziale al web (Aragno); e nel 2021 I libri non danno la felicità (tanto meno a chi non li legge) (Oligo). Per anni ha avuto un canale YouTube di video recensioni. Nel 2016 ha fondato con due soci la casa editrice De Piante. Ha curato mostre sull’editoria e il giornalismo al Museo Pier Alessandro Garda di Ivrea, a Palazzo Verbania a Luino e al museo del Cinema di Torino. È membro del Comitato scientifico del Centro per il Libro e la Lettura di Roma.

Paola Veneto, laurea in giurisprudenza tesi in Human Rights, master in relazioni europee conseguito in Spagna. Ha lavorato per ong in Francia e in Brasile fra il 2000 e il 2002. Diploma in sceneggiatura e scrittura creativa, ha lavorato come consulente e autore per la Rai (tv e radio) dal 2002. Dal 2008 ha una rubrica di cinema sulla rivista ifioridelmale.it. Ha lavorato come consulente per la Dante Alighieri a Roma e ora collabora con la sede di Lanzarote (Spagna). Autrice e regista teatrale, curatore artistico per “Più Luce!”, evento poetico del festival Tener-a-mente dal 2017. Membro del comitato scientifico della fondazione Collodi per i progetti speciali su Pinocchio.

TRASCENDI E SALI di e con Alessandro Bergonzoni sabato 25 giugno alle 21.00 all’Anfiteatro del Vittoriale degli Italiani

Le prevendite allo spettacolo aperte da giovedì 28 aprile alle 14 sul sito anfiteatrodelvittoriale.it

Regia: Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi

Scene: Alessandro Bergonzoni

Ufficio Stampa: Licia Morandi

Assistenza impianti tecnici: Tema Service

Produzione: Allibito srl

Distribuzione e organizzazione: Progetti Dadaumpa

“Trascendi e sali”: un consiglio ma anche un comando. O, forse, una constatazione dovuta a un’esperienza vissuta o solo un pensiero da sviluppare o da racchiudere all’interno di un concetto più complesso. Perché in fin dei conti Alessandro Bergonzoni in tutto il suo percorso artistico, che in questi anni l’ha portato oltre che nei teatri, nei cinema e in radio, nelle pinacoteche nazionali, nelle carceri, nelle corsie degli ospedali, nelle scuole e nelle università, sulle pagine di giornali quotidiani e settimanali, nelle gallerie d’arte e nelle piazze grandi e piccole dei principali festival culturali, Bergonzoni dicevamo è diventato un “sistema artistico” complesso che produce e realizza le sue idee in svariate discipline per, alla fine, metabolizzare tutto e ripartire da un’altra parte facendo tesoro dell’esperienza acquisita. E tutto questo a un autore che non ha rinunciato alla sua matrice comica, mai satirica, aggiunge un’ulteriore, ovvia, complessità per il suo quindicesimo debutto teatrale. “Trascendi e sali” arriva infatti dopo “Urge” e “Nessi” spettacoli che hanno inciso profondamente Bergonzoni, in tutti i sensi, aprendogli artisticamente e socialmente strade sempre più intricate e necessarie. Uno spettacolo dove il disvelamento segue e anticipa la sparizione, dove la comicità non segue obbligatoriamente un ritmo costante e dove a volte le radici artistiche vengono mostrate per essere subito sotterrate di nuovo. “Trascendi e sali” come vettore artistico di tolleranza e pace, colmo di visioni che, magari, riusciranno a scatenare le forze positive esistenti nel nostro essere. Piuttosto che in avanti potrebbe essere, artisticamente, un salto di lato a dimostrazione che a volte per una progressione non è sempre necessario seguire una linea retta. Dove la carta diventa forbice per trasformarsi in sasso, dove il comico si interroga per confessare e chiedere e tornare a indicare quello che evidentemente lui vede prima degli altri. Forse dall’alto delle sue scenografie o nella regia condivisa con Riccardo Rodolfi. Forse. Sicuramente. Sicuramente forse.

*Biglietti in prevendita dal 28 aprile sul sito www.anfiteatrodelvittoriale.it al costo di € 20 e € 25 +prevendita.

* Aggiornamenti e informazioni sul sito www.vittoriale.it e alla mail info@gardalo.it

Link all'articolo originale: http://www.giornaledelgarda.info/gardalo-il-24-25-e-26-giugno-al-vittoriale/

Nessun tag per questo articolo.

Lascia un commento