Blitz dei No Tav in municipio: applicato il Daspo urbano

Applicato il Daspo urbano ai disturbatori che ieri sera sono intervenuti al convegno Coldiretti, organizzato in municipio, nell’ambito della 61esima Fiera regionale di Lonato del Garda. Le tredici persone sono state segnalate alla Locale e riceveranno ordine di allontanamento, firmato dal sindaco Roberto Tardani, dalle aree del Comune in cui fino a domenica si svolge la fiera.

Gli agenti della Polizia locale di Lonato e alcuni Carabinieri sono dovuti intervenire per ristabilire la calma in sala e liberare l’ingresso. 

«Per i residenti lonatesi l’applicazione è immediata, mentre ai non residenti il provvedimento amministrativo con divieto di accesso alla manifestazione sarà notificato in questi giorni e si tradurrà in un divieto d’accesso al centro storico». 
Il Comune di Lonato aveva recepito a fine anno il “Daspo urbano”, con approvazione del Consiglio comunale, come previsto nel decreto Minniti-Orlando.

Come il Daspo impedisce a un tifoso di entrare allo stadio, così l’applicazione del mini Daspo urbano a Lonato implica l‘ordine di allontanamento per 48 ore dall’area fieristica e per i non residenti, che riceveranno la comunicazione dopo la fiera, comunque è previsto l’allontanamento dal centro storico e in particolare dalla sede municipale, con l’aggiunta per tutti di una sanzione amministrativa di 100 euro. Se tale ordine non sarà rispettato, scatterà la misura successiva, ovvero la segnalazione al Questore di Brescia, oltre all’immediato allontanamento degli interessati dal comune e la sanzione pecuniaria da 300 a 900 euro. 

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/blitz-dei-no-tav-in-municipio-applicato-il-daspo-urbano-1.3332408

Lascia un commento