Arte e tutela ambientale: piovono “Gocce di sostenibilità” alla Galleria Bosio di Desenzano del Garda

Fotografie, illustrazioni ma anche accessori originali ottenuti da materiali di recupero. Al primo “scalo” in provincia, il progetto punta a far dialogare concetti e valori di sostenibilità ambientale, ecologia e arte intesa nella sua forma più pura.

LA MOSTRA

Creatività. Innovazione. Rigenerazione. Una collezione temporanea di idee e stimoli multiformi per incentivare il progresso artistico nell’ambito dell’interesse collettivo, tra fotografie, illustrazioni, rielaborazioni, graphic design, accessori e oggetti originali ottenuti da materiali di recupero: dopo la prima tappa al Museo storico Mille Miglia, a Brescia, il progetto “Gocce di sostenibilità”- promosso da Acque Bresciane e Accademia di Belle Arti LABA – muove i suoi primi passi sul Garda. Si tratta di una sfida per raccontare attraverso diversi linguaggi espressivi l’importanza dell’acqua e dell’economia circolare per il presente e il futuro del pianeta: la dimensione espositiva alla galleria civica Bosio inaugura sabato 12 febbraio alle 10.30 e si inserisce in un più ampio contesto di un percorso itinerante in tutta la provincia. Al centro, le opere realizzate dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti LABA, già premiati a fine novembre nell’aula magna della sede centrale di via Don Vender, a Brescia. Dove Acque Bresciane aveva riconosciuto una borsa di studio agli autori dei migliori lavori, ora ammirabili anche sui canali Instagram della società bresciana (che si occupa della gestione del servizio idrico Integrato per 93 comuni della Provincia). Oltre a una grande sensibilità rispetto ai temi ambientali, il progetto e per riflesso le opere degli studenti, irradiano un estro artistico poliedrico che permette di interpretare il leitmotiv legato alla sostenibilità del servizio idrico con altri occhi e nuovi sguardi. Ispirati, dinamici, contemporanei: aprendo prospettive inedite e dialoghi futuribili, proiettati un passo oltre il visibile grazie allo slancio creativo delle nuove generazioni.

LE OPERE

I progetti, realizzati dagli studenti in un anno difficile a causa del Covid, sono stati esaminati da una Giuria qualificata e quelli ritenuti migliori sono stati premiati lo scorso 26 novembre all’auditorium di LABA in via Don Vender a Brescia. Tra i lavori premiati, un reportage collettivo sul ciclo idrico, dalle fonti ai depuratori, fino alle zone di fitodepurazione in cui natura e intervento dell’uomo s’intrecciano; opere di graphic design; un cappellino antipioggia unisex ricavato da gilet ad alta visibilità usati; un’elegante collana in filo di rame con pendenti in resina e frammenti di schermi di vecchi tablet; occhiali protettivi che non rinunciano a un tocco glamour. I criteri applicati dalla Giuria e definiti nel regolamento puntavano a valorizzare le azioni di sostenibilità intraprese da Acque Bresciane, la valorizzazione del territorio, originalità ed estetica dei lavori, oltre che immediatezza comunicativa.

I COMMENTI DEI PROTAGONISTI

Guido Malinverno, Sindaco di Desenzano del Garda “Come Amministrazione comunale siamo fieri di poter ospitare questa rassegna che racchiude e valori a cui siamo molto legati. C’è tutto, dal messaggio ecologico alla valorizzazione dei giovani con stimoli creativi ed economici; dalla qualità artistica di un’opera al suo utilizzo all’interno della comunità. Ringrazio coloro che hanno reso possibile questa bellissima iniziativa e sono certo che saranno premiati dal riscontro del pubblico desenzanese e non solo”.

Marcello Menni, direttore Accademia di Belle Arti LABA “Siamo molto entusiasti di partecipare all’iniziativa di Acque Bresciane, che ringraziamo per la grande sensibilità e la volontà di investire sui giovani. Ancor più, ora che il progetto potrà essere ammirato nella sua dimensione itinerante, cominciando proprio da questa mostra a Desenzano. Ci auguriamo di poter continuare questa collaborazione, nella consapevolezza che la sostenibilità è un filo rosso che lega l’Accademia di Belle Arti LABA a un grande protagonista dei servizi pubblici come è appunto Acque Bresciane”.

Roberta Sisti, Responsabile delle relazioni istituzionali e dei progetti speciali LABA “Il progetto ‘Gocce di Sostenibilità’ è particolarmente stimolante perché declina il tema da un punto di vista sociale ed educativo, oltre che formativo: i nostri studenti hanno mosso i primi passi nel mondo dell’arte contemporanea, tenendo conto dell’economia circolare; hanno sperimentato ciò che stanno vivendo gli artisti contemporanei, sempre più ispirati dalle tematiche ambientali e capaci di creare opere in grado di aumentare la consapevolezza del pubblico; ancora, hanno compreso il ruolo della tecnologia in quanto strumento fondamentale per l’indagine artistica e per lo sviluppo sostenibile. LABA e Acque Bresciane, con questo concorso, possono dunque essere la culla dei prossimi artisti green del calibro di Olafur Eliasson, Tomás Saraceno, Salgato, Neto…un ottimo investimento per il presente ma soprattutto per il futuro della Terra”.

Mario Bocchio, Consigliere d’amministrazione di Acque Bresciane “Occuparsi dell’acqua è una grande responsabilità, che deve puntare innanzitutto al risparmio di questa preziosa risorsa. Il gestore può impegnarsi migliorando le tecnologie e ricorrendo all’innovazione, ma i nostri sforzi sarebbero inutili se non si diffonde fra i cittadini, e in particolare tra le giovani generazioni, la consapevolezza che ciascuno di noi può giocare un ruolo importante su queste tematiche. Gli studenti di LABA hanno saputo rendere con creatività e tecnica questo messaggio e siamo lieti di condividere con il nostro territorio il risultato di questa partnership”.

Francesco Esposto, responsabile Sostenibilità e Innovazione di Acque Bresciane “Lavorare per la sostenibilità significa anche lavorare con il territorio. Con Accademia di Belle Arti LABA e grazie al Comune di Desenzano presentiamo ai gardesani e ai turisti, in forma creativa e accessibile a tutti, temi importanti come il riuso e la biodiversità, interpretati dagli studenti con sguardo creativo, attraverso linguaggi espressivi multiformi in grado di parlare alle nuove generazioni”.

INFO E CONTATTI

L’inaugurazione è in programma sabato 12 febbraio alle 10.30; ingresso libero con obbligo di super Green Pass. Fino al 27 febbraio. Per orari e ulteriori informazioni sul progetto: www.laba.edu, www.acquebresciane.it, www.comune.desenzano.brescia.it.






Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/arte-e-tutela-ambientale-piovono-gocce-di-sostenibilita-alla-galleria-bosio-di-desenzano-del-garda/

Lascia un commento