Autore: Laura_Corain

venditrice

Sto seriamente pensando di diventare presentatrice/venditrice dei prodotti Avon (prodotti di bellezza) e della Tupper Ware che tratta prodotti per la cucina.Mi spaventa un po’ il pensiero di cercare di convincere ad acquistare tali prodotti ma credo ch…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/10/venditrice.html

venditrice

Sto seriamente pensando di diventare presentatrice/venditrice dei prodotti Avon (prodotti di bellezza) e della Tupper Ware che tratta prodotti per la cucina.
Mi spaventa un po’ il pensiero di cercare di convincere ad acquistare tali prodotti ma credo che, essendo due ditte di grande rispetto, i loro prodotti si vendano praticamente da soli. La difficoltà maggiore è convincere le persone a partecipare alle dimostrazioni.
Avendo 4 bambini e pochissimo tempo libero (quasi nullo) non so come potrei gestirmi però ci voglio provare per dare un contributo economico alla famiglia . E poi magari chissà: potrei prenderci anche gusto e avere una realizzazione professionale. Vedremo….

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/10/venditrice.html

venditrice

Sto seriamente pensando di diventare presentatrice/venditrice dei prodotti Avon (prodotti di bellezza) e della Tupper Ware che tratta prodotti per la cucina.
Mi spaventa un po’ il pensiero di cercare di convincere ad acquistare tali prodotti ma credo che, essendo due ditte di grande rispetto, i loro prodotti si vendano praticamente da soli. La difficoltà maggiore è convincere le persone a partecipare alle dimostrazioni.
Avendo 4 bambini e pochissimo tempo libero (quasi nullo) non so come potrei gestirmi però ci voglio provare per dare un contributo economico alla famiglia . E poi magari chissà: potrei prenderci anche gusto e avere una realizzazione professionale. Vedremo….

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/10/venditrice.html

rieccomi

Sono tornata! Questa sera mi sono imposta di scrivere qualcosa sul mio blog anche se non ho grande ispirazione. E’ da aprile che non scrivo niente e un po’ mi sento in colpa ma mi sono fatta travolgere tanto dagli impegni quotidiani dando poco spazio ai momenti di ispirazione personale. Cercherò di rimediare per i miei “piccoli fans” che mi seguono. Per il momento concludo il mio post perché ho 4 piccole pesti che richiamano attenzione.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/10/rieccomi.html

rieccomi

Sono tornata! Questa sera mi sono imposta di scrivere qualcosa sul mio blog anche se non ho grande ispirazione. E’ da aprile che non scrivo niente e un po’ mi sento in colpa ma mi sono fatta travolgere tanto dagli impegni quotidiani dando poco spazio ai momenti di ispirazione personale. Cercherò di rimediare per i miei “piccoli fans” che mi seguono. Per il momento concludo il mio post perché ho 4 piccole pesti che richiamano attenzione.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/10/rieccomi.html

rieccomi

Sono tornata! Questa sera mi sono imposta di scrivere qualcosa sul mio blog anche se non ho grande ispirazione. E’ da aprile che non scrivo niente e un po’ mi sento in colpa ma mi sono fatta travolgere tanto dagli impegni quotidiani dando poco spazio a…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/10/rieccomi.html

Tterremoto abruzzo

Stamattina, come tutti sapranno, ci sono stati i funerali della maggior parte delle vittime del terremoto di domenica notte. Alla televisione non si parlava d’altro e purtroppo ho visto anche i giornalisti fare le solite domande idiote che si permetton…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/04/tterremoto-abruzzo.html

Tterremoto abruzzo

Stamattina, come tutti sapranno, ci sono stati i funerali della maggior parte delle vittime del terremoto di domenica notte. Alla televisione non si parlava d’altro e purtroppo ho visto anche i giornalisti fare le solite domande idiote che si permettono di fare in situazioni tragiche: ma lei che ha perso tutti i suoi cari come si sente? Ma come si fa ad avere il coraggio di domandare una cosa simile? Come cavolo volete che si senta?
E’ stata una tragedia che in tutta la settimana non ho mai avuto il coraggio di commentare neanche in famiglia. E poi come si fa a commentare? Tutte quelle persone che hanno perso figli, mariti, mogli, genitori ecc. Famiglie intere distrutte dalla furia della natura. Difficile accettarlo, impossibile dimenticare. Tutti noi dobbiamo godere della vita giorno per giorno, apprezzare anche le cose più piccole e sorvolare sulle stupidaggini che noi esseri umani ci autocreiamo. Oggi ci siamo domani chissà! Triste pensarlo ma purtroppo è la nostra realtà.
Nel mio piccolo ho aiutato gli abbruzzesi che adesso si trovano in grandi difficoltà ed il mio cuore è li con loro. Non dimentichiamoli!!!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/04/tterremoto-abruzzo.html

Tterremoto abruzzo

Stamattina, come tutti sapranno, ci sono stati i funerali della maggior parte delle vittime del terremoto di domenica notte. Alla televisione non si parlava d’altro e purtroppo ho visto anche i giornalisti fare le solite domande idiote che si permettono di fare in situazioni tragiche: ma lei che ha perso tutti i suoi cari come si sente? Ma come si fa ad avere il coraggio di domandare una cosa simile? Come cavolo volete che si senta?
E’ stata una tragedia che in tutta la settimana non ho mai avuto il coraggio di commentare neanche in famiglia. E poi come si fa a commentare? Tutte quelle persone che hanno perso figli, mariti, mogli, genitori ecc. Famiglie intere distrutte dalla furia della natura. Difficile accettarlo, impossibile dimenticare. Tutti noi dobbiamo godere della vita giorno per giorno, apprezzare anche le cose più piccole e sorvolare sulle stupidaggini che noi esseri umani ci autocreiamo. Oggi ci siamo domani chissà! Triste pensarlo ma purtroppo è la nostra realtà.
Nel mio piccolo ho aiutato gli abbruzzesi che adesso si trovano in grandi difficoltà ed il mio cuore è li con loro. Non dimentichiamoli!!!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/04/tterremoto-abruzzo.html

concorsi canori

Sabato sera ho partecipato come pubblico ad un concorso canoro organizzato dal comune della mia cittadina. E’ stata la “mia prima volta” ed è stato emozionante. Erano in gara 21 tra ragazzi e ragazze dai 13 ai 30 anni. Un errore che, secondo me hanno fatto, è stato di far partecipare ragazzini con ragazzi un po’ più adulti. Nel senso che il timbro e l’impostazione della voce nel primo caso sono ancora “infantili” considerando anche che le corde vocali sono più sottili più si è giovani.
Percui, secondo il mio modesto parere, avrebbero dovuto dividerei partecipanti fino ai 18 anni e fare una sorta di x factor dai 25 anni in su.
Sinceramente sono anche un po’ arrabbiata perché il limite era stato fissato ai 30 anni ed io che sono alla soglia dei 40 mi sono sentita ingiustamente discriminata in quanto troppo Vecchia.
Da una parte piacerebbe anche a me partecipare ad un concorso canoro. Canto per passione da sempre ( anche se solo dentro le mura domestiche) e dicono che canto bene.
Certo che stare su un palcoscenico con un pubblico di fronte deve essere davvero difficile emotivamente da gestire e per me che sono molto emotiva sarebbe una catastrofe però, ad un certo punto, ma chissenefrega. Sarebbe una bella occasione per mettersi alla prova e provare una forte emozione. E poi considerando che il vincitore ha vinto anche un premio in denaro …insomma si potrebbe anche sperare di arrotondare le entrate divertendosi…..
Va beh! Nella speranza che organizzino anche concorsi per le VECCHIE come me continuo a cantare a casa mia.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/03/concorsi-canori.html

concorsi canori

Sabato sera ho partecipato come pubblico ad un concorso canoro organizzato dal comune della mia cittadina. E’ stata la “mia prima volta” ed è stato emozionante. Erano in gara 21 tra ragazzi e ragazze dai 13 ai 30 anni. Un errore che, secondo me hanno …

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/03/concorsi-canori.html

concorsi canori

Sabato sera ho partecipato come pubblico ad un concorso canoro organizzato dal comune della mia cittadina. E’ stata la “mia prima volta” ed è stato emozionante. Erano in gara 21 tra ragazzi e ragazze dai 13 ai 30 anni. Un errore che, secondo me hanno fatto, è stato di far partecipare ragazzini con ragazzi un po’ più adulti. Nel senso che il timbro e l’impostazione della voce nel primo caso sono ancora “infantili” considerando anche che le corde vocali sono più sottili più si è giovani.
Percui, secondo il mio modesto parere, avrebbero dovuto dividerei partecipanti fino ai 18 anni e fare una sorta di x factor dai 25 anni in su.
Sinceramente sono anche un po’ arrabbiata perché il limite era stato fissato ai 30 anni ed io che sono alla soglia dei 40 mi sono sentita ingiustamente discriminata in quanto troppo Vecchia.
Da una parte piacerebbe anche a me partecipare ad un concorso canoro. Canto per passione da sempre ( anche se solo dentro le mura domestiche) e dicono che canto bene.
Certo che stare su un palcoscenico con un pubblico di fronte deve essere davvero difficile emotivamente da gestire e per me che sono molto emotiva sarebbe una catastrofe però, ad un certo punto, ma chissenefrega. Sarebbe una bella occasione per mettersi alla prova e provare una forte emozione. E poi considerando che il vincitore ha vinto anche un premio in denaro …insomma si potrebbe anche sperare di arrotondare le entrate divertendosi…..
Va beh! Nella speranza che organizzino anche concorsi per le VECCHIE come me continuo a cantare a casa mia.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/03/concorsi-canori.html

vicini di casa

Incredibile ma vero! Oggi sono stata duramente maltrattata a parolacce semplicemente perché stavo uscendo dal cancello di casa mia con la mia macchina. Non riuscivo ad aprire la portiera per scendere e poter chiudere il cancello perché un amico del mio vicino di casa aveva parcheggiato la moto davanti a casa mia e mi impediva il passaggio. Io, ferma in macchina, paziente ad aspettare che il proprietario della moto spostasse il suo mezzo, sono stata insultata perché “dovevo” proprio passare di li. A quel punto sono esplosa e scesa al volo dalla macchina a dire al mio vicino tutto quello che in 12 anni ho sopportato in silenzio senza mai lamentarmi una sola volta.
Aspettavo proprio l’occasione giusta perché avevo il rospo in gola da troppo tempo.
Ma comunque questo sfogo mi lascia dentro tanta amarezza. Prima di tutto perché non sono una persona attaccabrighe e cerco sempre di essere buona, umile, paziente e comprensiva nei confronti di qualunque individuo che incontro e proprio per questo mi sono resa improvvisamente conto dell’ignoranza e della cattiveria che invece mi circonda. Sono scioccata per il trattamento che ho ricevuto considerando che IO per 12 anni ho sopportato che il mio vicino parcheggiasse davanti al mio cancello impedendomi un numero incalcolabile di volte il passaggio, senza considerare che i suoi figli e gli amici dei suoi figli hanno fatto lo stesso. Addirittura a volte sono uscita a piedi di casa perché mi sembrava di disturbare a suonare il campanello per fargli spostare la macchina. Ma allora ad essere sempre buoni si passa davvero per dei coglioni? Oltretutto ha cercato anche di intimorirmi fisicamente minacciandomi con il dito ad un cm dalla faccia. Cosa che invece di spaventarmi mi ha fatto infuriare e gridare ancora di più.
E adesso che mi sono sfogata, che non gli ho permesso di intimormi e di non avere l’ultima parola sono rimasta con un pugno di mosche in mano perché il mio vicino non ha capito assolutamente di aver sbagliato anzi dalle parole che mi ha detto ha completamente ribaltato la situazione accusandomi di essere l’artefice del parcheggio selvaggio e incivile. Cosa che non mi sono mai sognata di fare neanche una volta in 12 anni e lo potrei anche giurare sulla Bibbia se me lo chiedessero. E quindi adesso mi chiedo: devo chiamare i vigili alla prima occasione di un suo parcheggio incivile davanti a casa mia oppure continuare ad essere superiore all’ignoranza più totale e continuare a sopportare? Qual è il comportamento migliore da assumere che, di conseguenza, trasmetterò ai miei figli? Ecco…….. ho trovato la risposta……..!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/03/vicini-di-casa.html

vicini di casa

Incredibile ma vero! Oggi sono stata duramente maltrattata a parolacce semplicemente perché stavo uscendo dal cancello di casa mia con la mia macchina. Non riuscivo ad aprire la portiera per scendere e poter chiudere il cancello perché un amico del m…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/03/vicini-di-casa.html

vicini di casa

Incredibile ma vero! Oggi sono stata duramente maltrattata a parolacce semplicemente perché stavo uscendo dal cancello di casa mia con la mia macchina. Non riuscivo ad aprire la portiera per scendere e poter chiudere il cancello perché un amico del mio vicino di casa aveva parcheggiato la moto davanti a casa mia e mi impediva il passaggio. Io, ferma in macchina, paziente ad aspettare che il proprietario della moto spostasse il suo mezzo, sono stata insultata perché “dovevo” proprio passare di li. A quel punto sono esplosa e scesa al volo dalla macchina a dire al mio vicino tutto quello che in 12 anni ho sopportato in silenzio senza mai lamentarmi una sola volta.
Aspettavo proprio l’occasione giusta perché avevo il rospo in gola da troppo tempo.
Ma comunque questo sfogo mi lascia dentro tanta amarezza. Prima di tutto perché non sono una persona attaccabrighe e cerco sempre di essere buona, umile, paziente e comprensiva nei confronti di qualunque individuo che incontro e proprio per questo mi sono resa improvvisamente conto dell’ignoranza e della cattiveria che invece mi circonda. Sono scioccata per il trattamento che ho ricevuto considerando che IO per 12 anni ho sopportato che il mio vicino parcheggiasse davanti al mio cancello impedendomi un numero incalcolabile di volte il passaggio, senza considerare che i suoi figli e gli amici dei suoi figli hanno fatto lo stesso. Addirittura a volte sono uscita a piedi di casa perché mi sembrava di disturbare a suonare il campanello per fargli spostare la macchina. Ma allora ad essere sempre buoni si passa davvero per dei coglioni? Oltretutto ha cercato anche di intimorirmi fisicamente minacciandomi con il dito ad un cm dalla faccia. Cosa che invece di spaventarmi mi ha fatto infuriare e gridare ancora di più.
E adesso che mi sono sfogata, che non gli ho permesso di intimormi e di non avere l’ultima parola sono rimasta con un pugno di mosche in mano perché il mio vicino non ha capito assolutamente di aver sbagliato anzi dalle parole che mi ha detto ha completamente ribaltato la situazione accusandomi di essere l’artefice del parcheggio selvaggio e incivile. Cosa che non mi sono mai sognata di fare neanche una volta in 12 anni e lo potrei anche giurare sulla Bibbia se me lo chiedessero. E quindi adesso mi chiedo: devo chiamare i vigili alla prima occasione di un suo parcheggio incivile davanti a casa mia oppure continuare ad essere superiore all’ignoranza più totale e continuare a sopportare? Qual è il comportamento migliore da assumere che, di conseguenza, trasmetterò ai miei figli? Ecco…….. ho trovato la risposta……..!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://adh-laura.blogspot.com/2009/03/vicini-di-casa.html