Agricoltura biologica e contadini per passione: un’alleanza naturale

La Buona terra vi invita al convegno

“Agricoltura biologica e contadini per passione: un’alleanza naturale”

Sabato 4 Dicembre alle 15:30 presso l’Azienda Agricola Le Caselle di Prevalle (BS) l’ Associazione Lombarda degli Agricoltori Biologici “La Buona Terra” organizza un  convegno dedicato all’agricoltura amatoriale dal titolo: “Agricoltura biologica e contadini per passione: un’alleanza naturale”.

Cinque relatori di primo piano analizzeranno il fenomeno dell’hobby farming da diversi punti di vista, fornendo dati ed esperienze ed evidenziando i punti di contatto tra questa realtà sempre più diffusa nella campagna italiana e il mondo del biologico.

Il dottor Spigola, ricercatore di Nomisma (società di studi economici) presenterà i risultati di un’indagine sull’argomento, svolta in collaborazione con la rivista “Vita in Campagna”.

L’aspetto commerciale verrà trattato dal dottor Pederiali, agronomo della storica ditta milanese “Fratelli Ingegnoli” che, attraverso il famoso catalogo, vende sementi e piante ad oltre 200.000 clienti.

Seguiranno due interessantissime esperienze, entrambe coraggiose e innovative. Si tratta di due esempi importanti di come si possano ottenere ottimi risultati in agricoltura quando, pur non avendo origini contadine, si è spinti da curiosità, rispetto e passione per la terra.

I dottori Montecchi e Marocci presenteranno il primo e finora unico G.A.T., Gruppo d’Acquisto di Terreni. Attraverso questo strumento un determinato numero di soci dalle più svariate origini sociali e professionali, compra appezzamenti di terreno allo scopo di arginare il fenomeno della cementificazione, investire il denaro in modo alternativo e riconquistare la sovranità alimentare attraverso la rilocalizzazione e la coltivazione biologica.

Il dottor Mazzini presenterà la sua personalissima ricetta di contadino per passione: un “piantomane senza terra”, che prende a prestito terreni abbandonati, terreni pubblici incolti e vi pianta alberi da frutto o vi coltiva ortaggi per sé e per gli amici, nel pieno rispetto dell’ecosistema.

Link all'articolo originale: http://www.simonezuin.it/wordpress/?p=2410

Lascia un commento