Violentò anziana nel bosco: dieci anni a 33enne dominicano

La incrociò nel bosco. Era sola, accaldata, probabilmente intimorita. Le saltò addosso, la colpì e violentò. Nel ricomporsi, prima di andarsene, non contento le disse pure frasi irripetibili.

Di raptus – così l’ha definito il 33enne autore della terribile aggressione consumata il 3 maggio scorso lungo un sentiero immerso nei boschi del Garda – i giudici non vogliono sentir parlare. Per loro l’episodio merita tutt’altra definizione, oltre ad una pena pesantissima. Nonostante la confessione e le scuse, pronunciate all’indirizzo della sua vittima, la prima sezione del Tribunale (presidente Roberto Spanò) l’ha condannato a dieci anni per violenza sessuale aggravata dalle circostanze di tempo e di luogo, ma anche dalla minorata difesa della sua vittima: una signora settantenne ieri in aula, ma non costituita parte civile. 

I fatti sui quali è sceso il sipario risalgono all’ultimo giorno di lockdown

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/violent%C3%B2-anziana-nel-bosco-dieci-anni-a-33enne-dominicano-1.3512633

Lascia un commento