Uno sgambetto per sottrarre uno smartphone e oltre due etti di droga: due arresti

Due arresti a Desenzano da parte della Polizia di Stato: il primo per rapina, il secondo per droga.

È avvenuta a Rivoltella la rapina che ha visto per protagonista un 20enne: il giovane, secondo la ricostruzione degli agenti, avrebbe fatto cadere a terra, con uno sgambetto un coetaneo, appropriandosi poi dello smartphone del malcapitato.

Gli agenti del Commissariato di Desenzano, poco dopo, hanno individuato l’aggressore nei pressi di via Michelangelo, poco lontano da dove è avvenuto il fatto. Per tale motivo il 20enne, che ancora aveva con sé il telefono, è stato tratto in arresto.

Il secondo episodio, invece, è avvenuto sempre nella capitale del Garda, ma in via Roma. Qui i poliziotti, insospettiti dall’atteggiamento di un uomo di 36 anni, hanno proceduto alla perquisizione, trovandogli addosso 5 involucri termosaldati contenenti cocaina. Inoltre, all’interno del suo portafoglio sono stati rinvenuti 4.200 euro in contanti, oltre a 2 smartphone che continuavano ininterrottamente a squillare.

Successivamente, gli agenti hanno proceduto alla perquisizione dell’abitazione dell’arrestato – sita a Calcinato – all’interno della quale hanno rinvenuto altre 3 confezioni di cocaina, oltre al materiale da confezionamento e bilancino di precisione, mentre, in cucina, i poliziotti hanno trovato ulteriori 2 involucri di hashish da circa 100 grammi ciascuno.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/uno-sgambetto-per-sottrarre-uno-smartphone-e-oltre-due-etti-di-droga-due-arresti-1.3776809

Lascia un commento