Underwater slow food nei mari d’Egitto

Andrea, un amico dell’aola, è appena tornato da una vacanza sul (tra l’altro mi chiede di salutare i ragazzi del diving e Simone capo animazione dell’Eden Village Amphoras), tappa obbligata di molti vacanzieri ma, soprattutto, di noi subacquei.
Nel mare più famoso del mondo ha voluto cimentarsi per la prima volta in quella che è la non facile pratica della a cui sta timidamente approcciandosi.
I risultati dei suoi primi scatti non sono per niente male, soprattutto, se pensiamo che per Andrea era la prima immersione con una macchina fotografica al seguito.
Invidiabile come sempre lo scenario della barriera corallina, delle rocce, dei colori dei pesci, della vegatazione e della trasparenza dell’acqua che a tratti sembra non esserci.
Al suo ritorno, entusiasta per quanto è riuscito a fare ha voluto regalare al nostro blog una serie di scatti tra cui una deliziosa testuggine marina ripresa mentre banchetta placida sul fondo del mare.
Un vero esempio di underwater slow food!
Che dire ad Andrea continua così, e la prossima volta in Egitto porta pure noi!

Tag:, ,

Link all'articolo originale: http://www.aolamagna.it/2011/11/underwater-slow-food-nei-mari-degitto/

Lascia un commento