Una mucca sotto l’albero: ecco l’idea regalo della Valvestino

Indeciso su cosa regalare a Natale? Sotto l’albero fai trovare una mucca! L’idea è dell’Ecomuseo della Valvestino che proprio in questi giorni rilancia, anche per il 2021, la fortunata iniziativa «Adotta una mucca», progetto di valorizzazione e conoscenza diretta del territorio ideato per sensibilizzare la comunità sui valori dell’ambiente montano e della valle situata nel cuore verde e selvaggio del Parco naturale dell’Alto Garda Bresciano.

L’obiettivo è comunicarne l’unicità, le eccellenze naturalistiche, ma anche i valori ed i saperi che costituiscono l’eredità culturale tramandata di generazione in generazione da sapienti casari, i quali da sempre, nella bella stagione, risalgono fino ai vecchi confini con l’Austria per praticare l’alpeggio.

Sono più di 150 le mucche della Valvestino adottate finora. Un numero che potrà crescere con la campagna 2021, che si concretizzerà nella stagione dell’alpeggio ma che ha già aperto alle adesioni. Come si adotta una mucca? «Lo si può fare comodamente da casa – fanno sapere dall’Ecomuseo -, con un semplice bonifico. Ogni adottante riceverà un certificato di adozione a distanza personalizzato, con tanto di foto del bovino adottato, un campanaccio in ferro battuto e un buono da 15 euro per l’acquisto di prodotti caseari da ritirare nelle botteghe convenzionate o direttamente in malga. Ma soprattutto potrà visitare la “propria” mucca durante l’alpeggio, da metà giugno a metà settembre».

Il costo? Sessanta euro se l’adozione è effettuata presso l’Ufficio turistico Infopoint in Lombardia in località Molino di Bollone, o nella sede del Consorzio Forestale; 72 euro se invece si procede mediante bonifico e si richiede il kit di adozione per posta. Sono prezzi simbolici. Ovviamente non parliamo di un’operazione commerciale, ma di promozione territoriale.

Adottando una mucca si contribuisce anche ad aiutare l’Ecomuseo a promuovere progetti di valorizzazione e mantenimento del pascolo, impedendo che il bosco lo colonizzi. L’adozione, insomma, è il pretesto per sostenere l’agricoltura di montagna e chi tenacemente continua a praticarla, per difendere la pratica antica dell’alpeggio e l’attività nelle malghe, per diffondere la conoscenza dei metodi caseari tradizionali, per riscoprire quel rapporto con la natura e i suoi ritmi che tutti abbiamo un po’ perduto.

Le mucche della Valvestino si possono adottare tutto l’anno, ma a Natale diventano l’idea giusta per un regalo originale. Per saperne di più: www.visitvalvestino.it, info@visitvalvestino.it, 0365.745007.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/una-mucca-sotto-l-albero-ecco-l-idea-regalo-della-valvestino-1.3528137

Lascia un commento