Un pacchetto di misure anticrisi per Manerba del Garda

La crisi economica, finanziaria ed occupazionale causata dal Coronavirus sta producendo inevitabili ricadute negative sulle realtà locali, dove si fa sempre più concreta la percezione delle difficoltà affrontate da singoli, famiglie e imprese. Si tratta purtroppo di una condizione destinata a protrarsi nel tempo, con crescente disagio in ampie fasce della popolazione, a partire dalle più fragili e bisognose.

In questo quadro di difficoltà, alle iniziative istituzionali e di altri organismi avviate per mettere in azione strumenti di sostegno, l’Amministrazione Comunale di Manerba del Garda ha deciso di affiancare un corposo programma di interventi straordinari per un totale di 750 mila Euro. In primo piano figurano diverse azioni destinate a mitigare l’impatto socioeconomico della crisi attraverso un pacchetto di misure del valore di 400 mila Euro, che va a sommarsi ai primi interventi d’emergenza attivati dai di Manerba nei confronti di circa 200 famiglie.

Ecco il dettaglio delle iniziative programmate: oltre 100 mila Euro di aiuti andranno a favore dei nuclei familiari sotto forma di bonus affitti e di integrazione delle rette per i GREST estivi dedicati a bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni. Ammonterà invece a 250 mila Euro lo sconto sulla la tassa per i rifiuti (TARI), che sarà applicato a tutte le aziende di Manerba che hanno dovuto sospendere la loro attività a causa del lockdown. Una terza tranche di agevolazioni, pari a quasi 50 mila Euro, riguarderà altri punti di particolare rilevanza: la rinuncia da parte del comune all’applicazione di sanzioni e relativi interessi per gli accertamenti delle imposte IMU del 2020 non pagate entro il termine del 31 ottobre, la totale esenzione della tassa di occupazione del suolo pubblico (TOSAP) a carico di operatori commerciali ed ambulanti per i sei mesi del 2020 non compresi nel Decreto Rilancio del Governo e la riduzione del 10% della quota parte spettante alle casse comunali dei canoni concessori demaniali dell’Autorità di Bacino Lago di Garda e Idro. Tale ultima misura, sommata ad un analogo provvedimento già varato dall’Autorità di Bacino, permetterà agli interessati di risparmiare circa il 40% di quanto originariamente dovuto. Infine è da segnalare la decisione dell’amministrazione comunale di azzerare il canone di manutenzione annuale delle boe date in concessione ai titolari di attività di rimessaggio e noleggio di imbarcazioni da diporto. In un’ottica di sistema e con la finalità di ridare fiato all’economia locale rientra poi il piano di manutenzioni e nuove opere pubbliche da cantierizzare entro il prossimo mese di ottobre. I lavori — finanziati grazie a un contributo di 350 mila Euro di — comprenderanno il completamento dell’area di sosta e parcheggio degli scuolabus nella zona antistante le scuole medie, la messa in sicurezza della via di accesso al della Rocca, l’adeguamento idraulico del sistema di raccolta della acque bianche lungo via Bresciani e la riasfaltatura di alcune strade.

“Con questi interventi — ha dichiarato il Sindaco Flaviano Mattiotti – abbiamo inteso attuare politiche che affrontino in maniera decisa la situazione critica che stiamo attraversando. Si tratta di un pacchetto di misure anti crisi, il cui intento è di fare in modo che i cittadini e il tessuto produttivo del nostro comune non vengano travolti fino ad arrivare ad una posizione di grave sofferenza e marginalità, ma trovino il sostegno e le forze necessari per ripartire.

Ulteriori azioni saranno intraprese dal comune — prosegue il Sindaco — in base alle esigenze specifiche che si verranno a creare nelle prossime settimane. Alla luce dei flussi di cassa IMU prevediamo di poter stanziare altre ingenti risorse verso i comparti sociali e produttivi maggiormente colpiti dalla crisi del Coronavirus”.

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/un-pacchetto-di-misure-anticrisi-per-manerba-del-garda/

Lascia un commento