Truffatori seriali smascherati in banca

Il meccanismo era semplice e il copione ben rodato dato il lungo elenco di precedenti e l’alto numero di agenzie truffate in tutt’Italia. Ma la truffa degli assegni falsi per fortuna non ha ingannato gli sportellisti di una filiale di Desenzano del Garda che hanno segnalato l’operazione sospetta ai carabinieri.

Sono stati così arrestati due esperti truffatori napoletani, di 43 e 47 anni, che nei giorni scorsi erano in trasferta sul Garda. Le attenzioni dei militari si sono concentrate su di loro quando, da una filiale della cittadina gardesana, è arrivata la segnalazione di una persona che voleva aprire un conto per versarci un assegno da 24mila euro e poi prelevare la cifra in contanti.

Le prime verifiche dei militari hanno accertato che i documenti utilizzati per aprire il conto, cioè patente, carta d’identità, codice fiscale e ultima busta paga, fossero tutti falsi. Non solo. L’assegno che presentava riportava come beneficiario proprio l’uomo inesistente cui erano intestati anche i documenti falsi. All’arrivo dei carabinieri hanno cercato di disfarsi degli assegni e anche delle sim card telefoniche usate per contattare le banche che avevano preso di mira ma tutto è stato recuperato e ha aggravato la loro posizione.

Una volta in caserma, l’uomo e il complice, sono stati identificati ed è emersa la verità. I due avevano in tasca anche le chiavi di un’auto a noleggio all’interno della quale sono stati trovati oltre 3mila euro in contanti, evidentemente frutto di altre truffe e su cui si concentrano le indagini dei carabinieri della Compagnia di Desenzano.

 

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/truffatori-seriali-smascherati-in-banca-1.3295744

Lascia un commento