Tolleranza zero per i bivacchi e le passeggiate in bikini

Stretta sul decoro urbano e sull’igiene pubblica a Sirmione, dove da oggi scatteranno le multe per i trasgressori. A non essere più tollerati, in particolare, saranno i pedoni a torso nudo o in costume da bagno nelle zone abitate o non destinate alla balneazione, i pic-nic e i bivacchi in aree verdi e giardini, e l’abbandono dei rifiuti in luoghi diversi dagli appositi raccoglitori.

«Tali divieti sono già contenuti nel regolamento comunale di Polizia urbana vigente – chiarisce il comandante della Locale Roberto Toninelli -, ma finora non sono mai state applicate sanzioni. Quest’estate però, grazie a una riorganizzazione della vigilanza all’interno del centro storico, è stato rinforzato il servizio di presidio del territorio con quattro agenti stagionali, che di fatto hanno già svolto un’azione preventiva. Tuttavia abbiamo preso atto che non è sufficiente, e che servono nuovi strumenti per rendere più concreto il rispetto di queste norme».

Le lamentele e le segnalazioni di simili comportamenti sono sempre più numerose, soprattutto durante la stagione turistica. «Nell’ottica di una sempre maggiore valorizzazione del territorio – precisa il vicesindaco Luisa Lavelli -, dopo la parziale pedonalizzazione del centro storico, ora invitiamo turisti e residenti ad adottare un comportamento rispettoso del luogo in cui si trovano. Dovrebbero essere comportamenti scontati, eppure spesso ci si dimentica che Sirmione non è solo una località balneare ma ha soprattutto una valenza storica e culturale»

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/tolleranza-zero-per-i-bivacchi-e-le-passeggiate-in-bikini-1.3296900

Lascia un commento