Tecnologia: cosa sono le VPN. Come scegliere le migliori?

Nel campo della tecnologia sono tante le soluzioni da adottare per salvaguardare la sicurezza della e quindi dei dati. Tra le soluzioni maggiormente adottate c’è quella delle VPN (Virtual Private Network). Si tratta di una rete privata che consente di inviare il proprio traffico dati attraverso una connessione sicura e criptata a un server esterno. Da lì il traffico è inviato a internet. Perciò, l’indirizzo IP che appare in internet risulta modificato.

In poche parole si tratta di una rete di telecomunicazioni privata che, sfruttando un protocollo di trasmissione pubblico e condiviso, come ad esempio la rete Internet, permette ai soggetti che la utilizzano di comunicare tra loro in maniera sicura e protetta, come se fossero tutti collegati al medesimo router. Una VPN è “virtual” perché tra i computer non c’è una connessione effettiva e diretta come quella presente quando si parla di LAN (Local Area Network); si potrebbe invece immaginare una VPN come un cavo virtuale che unisce due LAN.

Queste reti possono essere utilizzate anche attraverso smartphone, non a caso sul web si trovano tante informazioni circa le VPN iPhone e Android. Ma come fare per scegliere le VPN migliori?

Prima di scegliere una VPN è importante domandarsi se il servizio che si sta acquistando sia effettivamente in grado di rispondere alle nostre esigenze. Le principali necessità che una VPN è in grado di soddisfare riguardano prevalentemente tre bisogni: Accedere a contenuti streaming come, ad esempio, quelli presenti su piattaforme quali Netflix e Kodi (in tal senso l’obiettivo è aggirare le restrizioni geografiche). Nascondere l’indirizzo IP per navigare online in forma totalmente anonima. Collegarsi a reti Wi-Fi pubbliche senza lasciare alcuna traccia della propria navigazione.

I server VPN possono appartenere al provider VPN oppure possono essere noleggiati da provider di terze parti, in genere data center. I server possono anche essere macchine fisiche (server dedicati) o Virtual Private Server (VPS). I server cloud possono anche essere utilizzati, ma non sono considerati troppo affidabili dai provider VPN poiché risiedono in un ambiente virtualizzato “condiviso”.

I server dedicati sono più ideali poiché solo il provider VPN li utilizza. Con un VPS, d’altra parte, il fornitore deve condividere la macchina host fisica con altri clienti che la affittano. Bisogna inoltre dare molta importanza alla scelta della posizione del VPN dato che può influenzare l’esperienza online. Inoltre, probabilmente vorrai sfruttare al massimo l’utilizzo della VPN e il denaro che paghi per farlo, e scegliere il server giusto è una parte importante di tutto ciò.

Ad esempio, c’è la possibilità che la scelta del server VPN sbagliato (ovviamente, per le proprie esigenze) possa comportare una minore velocità o una minore privacy. Per evitare problemi di latenza elevata, è meglio connettersi a un server più vicino a te se le velocità online sono importanti per te.

Ad esempio, se ti trovi in ​​Italia e hai una connessione Internet standard da 100 Mb / s, è probabile che tu ottenga migliori velocità se ti colleghi a un server basato in Europa (90–95 Mbps, per esempio) rispetto a uno negli Stati Uniti (potenzialmente 5–15mbps). I numeri sono solo un esempio e possono variare per ogni utente.

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/tecnologia-cosa-sono-le-vpn-come-scegliere-le-migliori/

Lascia un commento