Tag: tv

Montalbano sono!

Di solito sono molto critico con film e serie tv italiane. Trovo che nella maggior parte dei casi abbiano una sceneggiatura pietosa, una regia approssimativa e una colonna sonora indegna, oltre al fatto di essere piene zeppe di attori che non sanno recitare (un attore deve saper parlare in italiano neutro), ed essere ambientate sempre a Roma.
Una notevole eccezione a questo clima desolante è Il commissario Montalbano, tratto dai romanzi di Camilleri.
Mi rendo conto che sto scoprendo l’acqua calda, essendo il commissario siciliano uno dei personaggi più amati della televisione italiana, con un certo successo anche in Europa, ma ho iniziato a vedere questa serie tardi (in questo periodo stanno trasmettendo Il giovane Montalbano, prequel della serie e molto bello anch’esso).
E’ la dimostrazione che quando c’è talento (Camilleri alla sceneggiatura), non servono grandi budget per fare un buon prodotto.

Montalbano sono!

Di solito sono molto critico con film e serie tv italiane. Trovo che nella maggior parte dei casi abbiano una sceneggiatura pietosa, una regia approssimativa e una colonna sonora indegna, oltre al fatto di essere piene zeppe di attori che non sanno recitare (un attore deve saper parlare in italiano neutro), ed essere ambientate sempre a Roma.
Una notevole eccezione a questo clima desolante è Il commissario Montalbano, tratto dai romanzi di Camilleri.
Mi rendo conto che sto scoprendo l’acqua calda, essendo il commissario siciliano uno dei personaggi più amati della televisione italiana, con un certo successo anche in Europa, ma ho iniziato a vedere questa serie tardi (in questo periodo stanno trasmettendo Il giovane Montalbano, prequel della serie e molto bello anch’esso).
E’ la dimostrazione che quando c’è talento (Camilleri alla sceneggiatura), non servono grandi budget per fare un buon prodotto.

Montalbano sono!

Di solito sono molto critico con film e serie tv italiane. Trovo che nella maggior parte dei casi abbiano una sceneggiatura pietosa, una regia approssimativa e una colonna sonora indegna, oltre al fatto di essere piene zeppe di attori che non sanno recitare (un attore deve saper parlare in italiano neutro), ed essere ambientate sempre a Roma.
Una notevole eccezione a questo clima desolante è Il commissario Montalbano, tratto dai romanzi di Camilleri.
Mi rendo conto che sto scoprendo l’acqua calda, essendo il commissario siciliano uno dei personaggi più amati della televisione italiana, con un certo successo anche in Europa, ma ho iniziato a vedere questa serie tardi (in questo periodo stanno trasmettendo Il giovane Montalbano, prequel della serie e molto bello anch’esso).
E’ la dimostrazione che quando c’è talento (Camilleri alla sceneggiatura), non servono grandi budget per fare un buon prodotto.

Much ado about chimichanga

Domenica ho avuto un’impennatona di visite sul mio blog. Mentre negli ultimi trenta giorni la media era sui 70 visitatori al giorno, domenica erano più di 280 secondo il mio contatore. Dopo una breve analisi della sorgente delle visite ho visto che er…

Fiorello non lascia dubbi, nemmeno sul profilattico

Io sono una partigiana entusiasta di Fiorello e mi è molto piaciuto il suo programma che, purtroppo, si è concluso ieri sera. Semplicemente lo trovo un bravo, preparato e simpatico professionista: in Italia sarebbe un modello da seguire di più, ma non solo nel mondo dello spettacolo. Svolgere il proprio lavoro con capacità ed intelligenza […]

Signore e Signori, entra la Politica!

Latitante ormai da decenni, a tal punto che ormai ci eravamo abituati alla sua assenza come se fosse la normalità, ieri sera si è rifatta viva la politica. Sul servizio pubblico (Rai) non se n’è accorto nessuno, pare che, a meno di sedersi sui divanetti bianchi di Porta a Porta, un politico non esista. La7 […]

Oroscopi sbagliati, incredibbbile!

Come ogni anno il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) ha controllato se le previsioni degli astrologi per il 2010 si sono avverate.
Ovviamente la risposta è NO. 
Del resto l’oroscopo non è una cosa seria, il che non impedisce a canali televisivi, radio e giornali di arricchire ciarlatani più o meno in buona fede.
La scarsa cultura scientifica in Italia è cosa nota; chissà se in altri paesi indovini, maghi, chiromanti e co. abbondano come da noi.

Oroscopi sbagliati, incredibbbile!

Come ogni anno il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) ha controllato se le previsioni degli astrologi per il 2010 si sono avverate.
Ovviamente la risposta è NO. 
Del resto l’oroscopo non è una cosa seria, il che non impedisce a canali televisivi, radio e giornali di arricchire ciarlatani più o meno in buona fede.
La scarsa cultura scientifica in Italia è cosa nota; chissà se in altri paesi indovini, maghi, chiromanti e co. abbondano come da noi.

Oroscopi sbagliati, incredibbbile!

Come ogni anno il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) ha controllato se le previsioni degli astrologi per il 2010 si sono avverate.
Ovviamente la risposta è NO. 
Del resto l’oroscopo non è una cosa seria, il che non impedisce a canali televisivi, radio e giornali di arricchire ciarlatani più o meno in buona fede.
La scarsa cultura scientifica in Italia è cosa nota; chissà se in altri paesi indovini, maghi, chiromanti e co. abbondano come da noi.

Oroscopi sbagliati, incredibbbile!

Come ogni anno il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) ha controllato se le previsioni degli astrologi per il 2010 si sono avverate.
Ovviamente la risposta è NO. 
Del resto l’oroscopo non è una cosa seria, il che non impedisce a canali televisivi, radio e giornali di arricchire ciarlatani più o meno in buona fede.
La scarsa cultura scientifica in Italia è cosa nota; chissà se in altri paesi indovini, maghi, chiromanti e co. abbondano come da noi.

Un po’ di serietà

Stasera guardo la Tv molto volentieri.Stanno facendo Superquark, un programma che mi accompagna da quando sono piccolo, che ho sempre trovato molto interessante, con le spiegazioni chiare di Piero Angela, gli scavi archeologici del figlio Alberto ed i …

la TV a pedali

Ho letto su Wired che l’architetto Oscar Santilli, insieme agli studenti del Liceo scientifico tecnologico Vallauri di Roma, ha inventato la tv a pedali.
Quest’idea, che sembra uscita da un fumetto della Disney, a mio avviso è geniale.
La televisione viene ricaricata pedalando, quindi più si pedala più si possono guardare i propri programmi preferiti.
Sono immediati due grandi vantaggi:
Innanzitutto risolve il problema delle persone (e soprattutto bambini!) che guardano ore la tv senza fare attività fisica.
Inoltre dato che per guardarla bisogna faticare, obbliga i produttori a fare bei programmi. Nessuno faticherebbe per programmi televisivi brutti!
Mi piacerebbe proprio averla, visto che a volte sono il primo a stravaccarmi sul divano a guardare la tv

YouCATT: la webtv degli studenti

Mi capita raramente di parlare del mio lavoro, ma questa era un’idea a cui tenevo e che finalmente in università siamo riusciti a far partire.
Si tratta di  YouCATT (www.youcatt.it) una webtv (o meglio una sorta di youtube) dell’Università Cattolica a cui abbiamo dato il via ufficialmente circa una settimana fa.
Ma dove sta la novità rispetto […]

FROZEN FLASH MOBImmobili per 4 minuti a Riva del Garda!

Dopo il successo alla Grand Central Station di New York, il Frozen Flash Mob ha “congelato” anche Riva del Garda! Sabato 29 agosto, la magia della Notte di Fiaba è stata scossa da una performance non ufficiale. Un gruppetto di persone si è dato appuntamento in Piazza 3 Novembre e, allo scoccare delle campane della […]