Tag: Servizi

Alpidia: Share your experiences all over the world!

ALPIDI

Sembrebbe il solito sito di condivisione di fotografie, alla Picasa o Flickr.

Alpidia (www.alpidia.com) in realtà è molto di più! E’ condivisione di risorse su escursioni, gite, trekking in tutto il mondo grazie alla versatilità del GeoTagging, ossia delle georeferenziazione fotografica.

Diventa così facile per chiunque disponga di cellulari di ultima generazione con dispositivo GPS incorporato, addirittura caricare l’esperienza del percorso appena fatto o della gita fuori porta, in pochi istanti grazie anche al software dedicato MobiSheep 

 

 

Oltre al geotagging automatico, che si può ottenere anche con le ultime fotocamere o appositi supporti da montare su certe reflex, è anche possibile inserire manualmente le coordinate geografiche e creare un percorso spaziale e temporale del nostro “giretto” preferito.

 

Il sito è una grande scommessa e si basa sulla voglia di esplorare e scoprire nuovi orizzonti grazie alle esperienze che si possono scoprire in prima persona dietro il monitor.

L’interfaccia è senza fronzoli e dopo una semplice registrazione, ci permette già di “uppare” le nostre fotografie che se opportunamente georefenziate andranno a piazzarsi automaticamente nella mappa di Google a lato.

L’upload è un processo davvero velocissimo, pochi servizi possono vantare un upload rate simile! Io ho caricato una ventina di foto in un minuto o meno!

In pratica un nuovo Panoramio ma per chi vuole condividere non posti isolati nel tempo e nello spazio ma vere e proprie esperienze di viaggio!

 

 

AD

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://carlonicolini.altervista.org/index.php/Informatica-e-Web/Varie/alpidia-share-your-experiences-all-over-the-world.html

Video TG Regione “Il Pc in tasca”

Servizio trasmesso da TG Regione che riporta l’esperienza dell’uso di una memoria USB in una classe di Quarta Elementare di Arco. L’esperimento è stato promosso grazie al lavoro di Maurizio Zambarda ed ha permesso di risparmiare il trasporto di libri a scuola e conseguentemente la diminuzione di peso dei zaini dei ragazzi.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/EventiENotizieDellaltoGarda/~3/AqSQ78ExiZM/video-tg-regione-il-pc-in-tasca.html

Video del Lago di Garda su YouTube – 2

Seconda parte del servizio video pubblicato su YouTube , estratto dalla trasmissione RAI “Le falde del Kilimangiaro”

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/EventiENotizieDellaltoGarda/~3/9PtMNgsCoxU/video-del-lago-di-garda-su-youtube-2.html

Video del servizio TG1 “Zaini più leggeri con la chiavetta Usb”

Servizio trasmesso dal TG1 riguardante il progetto che riguarda l’uso all’interno di una scuola di una memoria USB in sostituzione dei libri.
Questa interessante e lodevole iniziativa è stata promossa da Maurizio Zambarda presso la classe 4A elementare di Arco (Trento).

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/EventiENotizieDellaltoGarda/~3/gVGejzqB19U/video-del-servizio-tg1-zaini-pi-leggeri.html

Sprintrade e UnaBuonaCausa insieme per Aidmaker

Come forse alcuni avranno notato ho inserito degli ulteriori banner sul mio blog, un po’ meno mimetizzati di quelli di AdSense. Perché?
1) Per vedere se riesco guadagnare qualcosa con il blog; 2) per capire se la pubblicità coi banner, tanto criticata, ha un senso; 3) perché ritengo che la pubblicità, se ben organizzata, può essere un servizio per chi la percepisce e non solo un peso (e per raggiungere questo stadio serve avere un minimo di esperienza sulle spalle).

I due banner inseriti (uno nella sidebar a destra e uno in fondo al blog) sono promossi da Sprintrade, un servizio appunto di pubblicità online. A differenza di Google AdSense non ti fa guadagnare se i tuoi visitatori ci cliccano sopra, ma se una volta cliccato si sono iscritti al servizio o hanno scaricato il programma pubblicizzato. Non si accontenta delle apparenze, insomma!

Mi sono appena documentato un po’ su quello che pubblicizzo (cosa doverosa, direi) e scopro che UnaBuonaCausa.it (banner sulla sidebar di destra coi pacchetti regalo) promuove l’installazione di un piccolo software che permette di far devolvere ai negozi online aderenti all’iniziativa del denaro a favore di progetti che combattono la fame nel mondo. Il programmino si chiama AidMaker e viene presentato così sulla pagina del Comitato Italiano per il Programma Alimentare Mondiale:

Da oggi c’è un modo nuovo per sostenere i progetti del Programma Alimentare Mondiale.
Basta scaricare, prima di fare un acquisto online, un programma chiamato AidMaker, che è stato sviluppato in collaborazione con UnaBuonaCausa.it.
Scopo della campagna è far si che migliaia di negozi on-line sostengano il Programma Alimentare Mondiale, senza costi aggiuntivi per gli utenti.
Ad ogni acquisto presso di loro, i negozi faranno una donazione al Programma Alimentare Mondiale.

Purtroppo dal link indicato dal banner non si può scaricare Aidmaker per Mac, perché è ancora in fase di sviluppo. Appena verrà rilasciato lo comunicherò. (Fortuna che il 91,5% dei miei visitatori usano SO Microsoft!) (Strano però visto che anche Apple vi ha aderito).

Qui potete vedere quali imprese hanno aderito. Alcune donano addirittura il 18,75% del vostro acquisto.

Quindi se volete fare una doppia buona azione, scaricatevi partendo dal banner sul mio blog Aidmaker. In questa maniera ci guadagno io 85 centesimi e in maniera variabile contribuirete ad una buona causa!
[Potete naturalmente anche usare il banner qui sotto che non cambia niente. Grazie]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2009/01/come-forse-alcuni-avranno-notato-ho.html

Servizi di networking light e heavy

Stamattina mi stavo documentando un po’ su Facebook Connector. Intanto mi pare di capire che, come avevo già verificato appena uscito, per la piattaforma Blogger ancora non è disponibile. Speriamo che arrivi presto. Ieri poi è stata pubblicata la notizia su questo blog che FB stia lanciando l’opzione “Like”, come su Friendfeed, per gli elementi pubblicati sulla propria pagina. Indubbiamente FB sta moltiplicando i servizi offerti. Quali sono i vantaggi per gli utenti?

Facebook al momento ha moltissimi vantaggi, ma ci sono cose che non può offrire. Per capire i pro e i contra di FB bisogna metterlo a confronto con gli altri servizi gratuiti di social networking.

Ci sono servizi che possiamo definire light e altri invece che sono heavy. Con questo intendo indicare il peso di informazioni personali che richiede e che mette in gioco un dato servizio.
Twitter, ad esempio, richiede appena un indirizzo email e uno Username che ci si può tranquillamente inventare. Poi chiaramente dipende dalle informazioni che pubblichiamo, ma direi che è un servizio decisamente leggero. Possiamo utilizzarlo senza problemi con uno pseudonimo senza essere rintracciabili ai più.
Alla stessa maniera sono light YouTube, Flickr, Tumblr, Anobii, Del.icio.us, forum, wiki e così via. O almeno lo possono essere se non ci sbilanciamo troppo sui contenuti personali.

Heavy è invece Facebook, in cui si compare con nome, cognome, città di residenza, età, foto. Certo, possiamo mascherarci e inserire dati a caso e agire come se fossimo qualcun altro, ma a quel punto serve a poco un account su FB. Lo stesso vale per tutti gli altri social network. Per certi versi potremmo definire pesante anche Brightkite, che ci rende rintracciabili geograficamente. Metterei anche Friendfeed in questa categoria, perché aggregando così tanti servizi, qualche errore ci scappa sempre laddove ci sentiamo protetti e tra amici.

Poi ci sono blog, che però sono strumenti così versatili che difficilmente si possono definre univocamente come light o heavy.

Per concludere, servizi heavy offrono moltissimi strumenti di comunicazione. Molto del lavoro va in automatico o può essere in qualche maniera delegato agli amici (come i tag nelle foto). Tutto questo va a discapito della privacy nei confronti di chi ci segue e di chi ci ospita sui suoi server (di cosa la gente abbia più paura ancora non l’ho capito).
I servizi light forse sono un po’ più da geek, vanno conosciuti e ogni volta bisogna creare il proprio network intorno al proprio account o inserirsi in altri già presenti. Permettono un maggiore controllo dei dati personali e una più capillare distinzione dei gradi di “amicizia” laddove entrano in gioco i nostri dati sensibili.

Mi verrebbe da fare qualche osservazione sulla diversa diffusione delle due diverse categorie di servizi, ma forse conviene che si plachi un attimo la tempesta intorno a Facebook.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2009/01/servizi-di-networking-light-e-heavy.html

Servizio tecnico a domicilio per la installazione del DTT

Per facilitare l’installazione del decoder del digitale terrestre a tutti beneficiari del contributo ministeriale ( ricordiamo sono esclusivamente gli over 75 ) , la Provincia autonoma di Trento, tramite la i consorzi ConSolida s.c.s. e Consorzio Lavoro Ambiente scarl, mette a disposizione un tecnico per intervenire a domicilio e predisporre tutti collegamenti del ricevitore all’impianto televisivo.

Il servizio è gratuito con prenotazione al numero verde 800.961.924.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/EventiENotizieDellaltoGarda/~3/6VXv6ITdAfw/servizio-tecnico-domicilio-per-la.html

Facebook Connect

Da oggi questo blog si arricchisce di un nuovo plugin: Facebook Connector
Questo plugin vi permette di integrare l’autenticazione di Facebook con quella del vostro blog WordPress tramite il servizio Facebook Connect. 
Grazie ad una buona guida all’installazione e il video tutorial ci sono voluti solo 5 minuti. Ho dovuto smanettare un po’ per risolvere un piccolo problema dovuto […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/PensieriSuRuote/~3/0hdpFtBX09w/

Anno nuovo, piscina vecchia. Ma costi più alti.

Chi frequenta o ha frequentato fino a poco tempo fa la Piscina Comunale di Desenzano forse saprà che al 31.12.2008 si è in un certo senso chiusa un’era, e la gestione del centro natatorio è passata ad una nuova società, la Sport Management.
La cosa mi interessa particolarmente, in quanto, lo sapete, sono un’assidua frequentatrice. Ho […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.lapaoly.net/2009/anno-nuovo-piscina-vecchia-costi/

Architettura a servizio del territorio

In questi giorni di fine anno stavo sfogliando uno dei libri fotografici che le aziende regalano ai clienti,  Un mondo di meraviglie della collana Cube Book dove nella sezione dedicata all’architettura ho visto questa meraviglia che non conoscevo, il Centro culturale Jean Marie Tjibaou della Nuova Caledonia progettato da Renzo Piano (mi scuso se ho riportato la foto, […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://garda2o.wordpress.com/2008/12/23/architettura-a-servizio-del-territorio/

Stoccolma, e Buon Natale

Ci siamo, un mese dopo il viaggio, ecco il post su Stoccolma che bilioni, ma che dico, trilioni di lettori attendevano con la bava alla bocca. Speriamo di non deludere quei prodi.

Le cose da raccontare su questa meravigliosa città però sono davvero tante e ne è uscito un post lunghissimo (no, beh, non lunghissimo issimo […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.lapaoly.net/2008/stoccolma-buon-natale/

l’e-commerce visto dall’Istat

Interessanti i dati pubblicati dall’istat su sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle imprese.
Viene fatto un quadro chiaro della sitauzione delle imprese italiane (con almeno 10 addetti) circa l’uso delle tecnologie e delle reti. 
La quasi totalità delle aziende ha una connessione internet e accede a servizi bancari o finanziari on-line e 
il 65% usa la rete per […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/PensieriSuRuote/~3/_YW-qX85bwE/

card

Più ci penso più mi rendo conto che la social card è ‘na gran stronzata.
Più ci penso è più mi incavolo perchè è un fregatura. Non solo, è anche una vera e propria offesa a per chi non arriva a fine mese.
La social card è una vera e propria carta di credito precaricata,  da Tremonti […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://blog.zuin.info/?p=916

Condizioni di Google Friend Connect

Stavo leggendo i termini di servizio di Google Friend Connect e ho trovato questo al punto 4:

When you provide your content through the windows and other gadgets constituting the Services, you give Google a perpetual license to copy, distribute, create derivative works based on, perform, display, and otherwise use the content in connection with the Services.

Significa che qualunque cosa io pubblichi su GFC diventa di Google? Quasi quasi mi verrebbe da controllare se la stessa clausola vige sui termini di Blogger, perché in fondo chi offre il servizio è sempre Google.

E ancora si legge al punto 8:

Google may retain and use, subject to the terms of the Google Privacy Policy, all information you provide, including but not limited to Web site demographics and contact information. You agree that Google may transfer and disclose to third parties personally identifiable information about you for the purpose of approving and enabling your use of the Services, including to third parties that reside in jurisdictions with less restrictive data laws than your own.

In questa maniera non vinceranno quegli scettici di Facebook che tanto sono infastiditi dall’idea che i loro dati personali vengono raccolti indipendentemente dalla loro vonlontà.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2008/12/condizione-di-google-friend-connect.html

DIRITTI DELL’UOMO:ES.SER.CI.A Riva del Garda una staffetta di lettura per i diritti umani

La Biblioteca Civica di Riva del Garda aderisce all’iniziativa del sistema provinciale del Servizio Civile per celebrare il 60° anniversario della sottoscrizione della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo: giovedì 27 novembre una staffetta di lettura per i diritti umani. Le letture si tengono a partire dalle ore 17 nella sala riunioni della Biblioteca. A cura […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=746