Tag: programmi

Come Proteggere i File in una Cartella

La domanda che mi viene spesso rivolta durante i miei corsi di formazione è la seguente: è possibile proteggere una cartella di Windows? La risposta è affermativa, bisogna, però, ricorrere a software scaricabili da internet, come ad esempio, Axcrypt il cui download può essere eseguito utilizzando questa pagina. Dopo avere scaricato il software, si sceglie

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://lapaoly.net/come-proteggere-i-file-in-una-cartella

Come Comprimere File PDF

Il PDF è un tipo di file tra i più usati per generare documenti testuali, in genere non modificabili. Qualora un documento pdf contenga molto testo, ma soprattutto immagini inevitabilmente la sua dimensione cresce. Per risparmiare spazio nel disco rigido nonché per ridurre i tempi di invio come allegato per posta elettronica ci viene in

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://lapaoly.net/come-comprimere-file-pdf

Come Capovolgere le Immagini

Oggi vedremo dei programmi gratis per Riflettere e capovolgere in orizzontale e in verticale un immagine, ma non solo. Nell’epoca digitale, infatti, dove le foto sono diventate file è più facile e accessibile a tutti effettuare piccole operazioni di editing. Infatti, può capitare spesso che una volta scattata la foto, si abbia la necessità di

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://lapaoly.net/come-capovolgere-le-immagini

Come Scaricare Tutte le Immagini da un Sito

A volte navigando nel world wide web può capitare di trovarsi su un blog che contenga tante immagini nonché foto o sfondi che desiderate scaricare sul proprio pc. La procedura tradizionale è quella di spostare il mouse sull’immagine, poi fare clic con il tasto destro e dal menù contestuale selezionare la voce Salva immagine con

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://lapaoly.net/come-scaricare-tutte-le-immagini-da-un-sito

Come Sovrapporre le Immagini

Se avete tempo libero oggi, vi spiegheremo come applicare l’effetto overlay sulle vostre immagini. Overlay (tradotto letteralmente in italiano con il termine di coperta) è un particolare effetto grafico che consente di sovrapporre sfondi, immagini e foto in grado di creare una nuova immagine dall’effetto incredibilmente fantastico, con il quale volendo, si può creare un

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://lapaoly.net/come-sovrapporre-le-immagini

Come Vedere Anteprima delle Immagini Presenti negli Archivi

Windows purtroppo, non mostra l’anteprima di quanto contenuto negli archivi compressi come, per esempio, quelli nei formati RAR o ZIP. Oggi nel mio articolo voglio parlarti proprio di questo inconveniente e di come risolverlo. Per poter vedere il contenuto degli archivi compressi è necessario prima aprirli e poi estrarre i file in essi archiviati. Ma grazie

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://lapaoly.net/come-vedere-anteprima-delle-immagini-presenti-negli-archivi

Come convertire tante immagini

Il pacchetto di programmi ImageMagick risponde alla domanda che tutti abbiamo avuto almeno una volta: “Devo convertire 100 immagini da bmp a jpeg, come faccio?” Si tratta di un tipico processo batch attuabile anche con Photoshop…però io consiglio

 http://www.imagemagick.org/

 

Per utenti Ubuntu Linux è al solito tutto più facile:

sudo apt-get install imagemagick

abbiamo ora disponibili nella nostra console i seguenti programmi

1) mogrify

2) convert

3) identify

 

Questi 3 programmi (ce ne sono altri) hanno una marea di opzioni.

Ad esempio se vogliamo ridimensionare tutti i file di estensione .jpeg contenuti in una cartella sovrascrivendoli?Allora digitiamo:

mogrify -resize 1280×960 *.jpeg 

è possibile tenere fissa l’altezza, supponiamo a 960 pixel

mogrify -resize x960 *.jpeg

o la larghezza a 1280 pixel

mogrify -resize 1280x *.jpeg

 

La utility convert invece ci risolve un altro problema convertire da un formato all’altro:

convert nomefile.jpg nomefileconvertito.bmp

dove ho scelto due formati qualsiasi giusto per fare un esempio. I formati supportati sono quasi tutti quelli immaginabili.

L’azione batch si può svolgere come segue: convertiamo tutti i tiff contenuti in una cartella nei loro rispettivi in jpg.

for i in *tiff; do convert $i $i.jpg; done
 
Buona conversione! 

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://carlonicolini.altervista.org/index.php/Informatica-e-Web/Varie/come-convertire-tante-immagini.html

Sono tornati i Canton !


E’ tornata la band di Riva del Garda che negli anni ’80 ha avuto un notevole successo.

Di quel periodo in molti probabilmente ricordano i due successi che li fecero conoscere sia a livello nazionale che all’estero, Sonnambulismo scritto da Enrico Ruggeri per Sanremo 1984 e Please don’t Stay che venne portata in giro per l’Italia con il Festivalbar.

Il gruppo adesso si presenta con una formazione di due elementi ,

Franceso Marchetti e Marcello Semeraro (vedi anche myspace.com/marcellosemeraro). Il terzo membro del gruppo originale, Stefano Valdo, attualmente vive in Canada e non potra’ fare parte del progetto. I Canton sono stati famosi negli anni 80 dopo la loro partecipazione al Festival di Sanremo ’84 con il brano Sonnambulismo, scritto da Enrico Ruggeri e arrangiato dal gruppo stesso. Si classificarono quarti nella sezione giovani ma il successo del loro brano fu molto superiore alla loro classificazione, come spesso accade con i risultati del Festival, e rimase per molti mesi nelle classifiche italiane. Segui’ una versione in inglese per il mercato internazionale “Sleepwalking”, che fu pubblicata in Europa ed arrivo’ fino in Messico. Segui’ una lunghissima serie di partecipazioni promozionali televisive e radiofoniche che li porto’ in tutti i programmi piu’ importanti dell’epoca. l’anno seguente pubblicarono Please don’t Stay, da loro scritta e arrangiata, che li porto’ in giro per l’italia con il Festivalbar e di nuovo in classifica sia in Italia che all’estero. Anche Please don’t stay li porto’ a partecipare a tutti i programmi piu’ impotranti sia in Rai che a Mediaset. Il brano venne pubblicato anche nella “difficile” Inghilterra; in effetti furono il primo gruppo pop italiano che, cantando in inglese riusci’ ad aprirsi una breccia nel mercato della madre patria del pop, allora molto chiuso a tutto quello che non veniva li prodotto. Questo apri’ loro la strada alla futura collaborazione con uno dei piu’ grandi produttori di musica pop, Pete Waterman, che dopo produzioni del calibro di Dead or Alive, Bananarama o Rick Astley si dedico’ alla produzione del loro terzo brano, Stay with me. Il brano venne accolto in maniera molto buona anche dalla discografia internazionale e la CBS International compro’ e stampo’per l’Inghilterra e l’Europa il brano. Purtroppo, proprio nei mesi sucessivi al previsto lancio internazionale del gruppo la casa discografica madre italiana, l’Ariston, decise di chiudere la produzione e i Canton si trovarono all’improvviso senza supporto discografico ma con un contratto ancora in vigore che non permesse loro il rapido passaggio ad un’altra entita’ discografica. Questo per quanto riguarda gli anni 80. In seguito Francesco e Marcello si sono dedicati a progetti personali. Francesco Marchetti ha continuato come produttore indipendente di musica dance ottenendo buoni successi sia in campo nazionale che internazionale; la produzione di Regina e’ stata solo uno dei suoi colpi piu’ fortunati. Marcello Semeraro ha pubblicato in maniera indipendente nel 95 un album solista dal titolo Rocker, nel quale comparivano anche alcuni brani scritti in collaborazione con Francesco. Discreto successo sulle radio ma promozione nulla, data l’assenza di contratto discografico con una major (solo distribuzione con Sony Music). Attualmente vive tra Riva del Garda e le Isole Canarie, dove gestisce un residence per vacanze. Al momento Francesco e Marcello stanno lavorando a nuovi brani per la nuova musica dei Canton che sperano di pubblicare molto presto. One Song (versione inglese) e’ un primo assaggio della nuova produzione a cui seguira’ la versione italiana prestissimo e altri brani a breve.

(read less)

Franceso Marchetti e Marcello Semeraro, che rispetto alla formazione originale hanno perso un elemento che adesso vive in Canada.
La band si è riunita nel 2007 , realizzando inizialmente il brano “One Song” e a seguire sono stati realizzati altri nuovi brani , Canzone nuova, Se ci sarai e Le Mani, che gettano le premesse per nuovi successi musicali di questa simpatica band.

In bocca al lupo!

Per maggiori informazioni riguardante i Canton, è presente un gruppo su Facebook (link) e una pagina in MySpace (link).

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/EventiENotizieDellaltoGarda/~3/4zSJ85vYXvA/sono-tornati-i-canton.html

Lavori domestici

Complici la pioggia e il fatto che Silvy ieri nn è stata benissimo tutti i programmi di oggi (fiera di Lonato come da tradizione col mio Babbo e pranzo dai miei suoceri) sono saltati. E allora giornatina domestica, con micro parentesi in farmacia x’ ieri a una festina di compleanno Nico ha raccattato una bella […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/Icostantini/~3/NQrjEV8M04o/

Avvio iscrizioni corsi CREA a Riva del Garda

Iniziano le iscrizioni ai corsi del Centro CREA per l’anno 2009, presso la sede (ex-Biblioteca comunale) in Via D.Chiesa, 12, Riva, a partire da Giovedi 15 fino a Mercoledi 21 con orario dalle ore 19.00 alle 20.00 .

Sono proposti corsi di lingua straniere, Inglese (6 livelli), Tedesco (2 livelli), Spagnolo (4 livelli) e corsi di informatica (2 livelli), Excel, Internet, corsi specialistici di Computer Graphics, Autocad e Access.
Inolte sono disponibili corsi di disegno e pittura, ginnastica e stretching, yoga, corsi per il conseguimento della patente europea del computer ECDL.

Per informazioni sugli orari dei corsi e i programmi di studio telefonare ai seguenti recapiti : 331.5099850 / 338.6887346 oppure inviare e-mail: info@centrocrea.com

Fonte : Centro CREA

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/EventiENotizieDellaltoGarda/~3/E2uiMVmNAC4/avvio-iscrizioni-corsi-crea-riva-del.html

Sprintrade e UnaBuonaCausa insieme per Aidmaker

Come forse alcuni avranno notato ho inserito degli ulteriori banner sul mio blog, un po’ meno mimetizzati di quelli di AdSense. Perché?
1) Per vedere se riesco guadagnare qualcosa con il blog; 2) per capire se la pubblicità coi banner, tanto criticata, ha un senso; 3) perché ritengo che la pubblicità, se ben organizzata, può essere un servizio per chi la percepisce e non solo un peso (e per raggiungere questo stadio serve avere un minimo di esperienza sulle spalle).

I due banner inseriti (uno nella sidebar a destra e uno in fondo al blog) sono promossi da Sprintrade, un servizio appunto di pubblicità online. A differenza di Google AdSense non ti fa guadagnare se i tuoi visitatori ci cliccano sopra, ma se una volta cliccato si sono iscritti al servizio o hanno scaricato il programma pubblicizzato. Non si accontenta delle apparenze, insomma!

Mi sono appena documentato un po’ su quello che pubblicizzo (cosa doverosa, direi) e scopro che UnaBuonaCausa.it (banner sulla sidebar di destra coi pacchetti regalo) promuove l’installazione di un piccolo software che permette di far devolvere ai negozi online aderenti all’iniziativa del denaro a favore di progetti che combattono la fame nel mondo. Il programmino si chiama AidMaker e viene presentato così sulla pagina del Comitato Italiano per il Programma Alimentare Mondiale:

Da oggi c’è un modo nuovo per sostenere i progetti del Programma Alimentare Mondiale.
Basta scaricare, prima di fare un acquisto online, un programma chiamato AidMaker, che è stato sviluppato in collaborazione con UnaBuonaCausa.it.
Scopo della campagna è far si che migliaia di negozi on-line sostengano il Programma Alimentare Mondiale, senza costi aggiuntivi per gli utenti.
Ad ogni acquisto presso di loro, i negozi faranno una donazione al Programma Alimentare Mondiale.

Purtroppo dal link indicato dal banner non si può scaricare Aidmaker per Mac, perché è ancora in fase di sviluppo. Appena verrà rilasciato lo comunicherò. (Fortuna che il 91,5% dei miei visitatori usano SO Microsoft!) (Strano però visto che anche Apple vi ha aderito).

Qui potete vedere quali imprese hanno aderito. Alcune donano addirittura il 18,75% del vostro acquisto.

Quindi se volete fare una doppia buona azione, scaricatevi partendo dal banner sul mio blog Aidmaker. In questa maniera ci guadagno io 85 centesimi e in maniera variabile contribuirete ad una buona causa!
[Potete naturalmente anche usare il banner qui sotto che non cambia niente. Grazie]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2009/01/come-forse-alcuni-avranno-notato-ho.html

Immagini Glühweinstand – lavori in corso

Mentre in uni si fanno programmi per la sera, visto che c’è il Red Bull Paper Wings alle 20 e il Paper Wings Party a seguire organizzati da uni-party e SCUB, nella piazzetta davanti all’università il kikero si sta dando da fare nel montare il baracchino per vendere il vin brulè. Ecco alcune foto dei lavori in corso.





Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2008/12/mentre-in-uni-si-fanno-programmi-per-la.html

IL “CENTRO ARMONIA” BENESSERE E BELLEZZA AL DU LAC ET DU PARC

Lo stress lavorativo, il clima rigido e la frenesia dei ritmi quotidiani sono fattori che, fino alla prossima bella stagione, renderanno poco piacevole il lento scorrere delle buie e fredde giornate invernali. Inoltre, durante i mesi freddi, il fisico tende a subire un generale appesantimento e fastidiosi problemi di irrigidimento muscolare.
Per ovviare a queste problematiche […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=702

fermate la macchina da presa, voglio scendere

Io trovo che il tanto vituperato balletto delle cifre sia interessante di sponda, nonostante tutto. Volete la mia cifra? dico 800mila, e lo faccio confrontando alcune immagini (grazie a Nonnesoabbastanza, che comunque ne stima la metà) e tenendo conto che qualcuno, o perlomeno io l’avrei fatto, può aver partecipato alla manifestazione pur senza sorbirsi il discorsone finale di Veltroni. Voglio dire, ascoltare la tiratona di un segretario che ha indetto una manifestazione quattro mesi prima per farla cascare a un anno esatto di distanza dalla fondazione del Partito Democratico? Qui non è Hollywood, come cantavano i Negrita. In soldoni: l’immaginario non lo si può sempre programmare in anticipo, e le connessioni simboliche (che ci sono sempre, insegna Eco, basta cercarle) sono più efficaci quando non suonano artefatte, fare politica non dovrebbe assomigliare allo scrivere un libro (anche se spesso può essere simile, se si capisce ciò che intendo).

Torniamo alle cifre: perchè 2 milioni e mezzo? 800.000 sono già un’enormità, si può arrotondare al milione per fare scena e si ha comunque già un numero pazzesco, difficile da ritrovare negli scorsi anni (dopo la manifestazione di Cofferati, che a dire il vero pure fu un po’ gonfiata). O si sta dando implicitamente credito ai 2 milioni che sparò Berlusconi un anno fa? leggere la cifra “ufficiale” in un ottica di “ce l’abbiamo più lungo di voi” è avvilente, ma in piccola parte almeno potrebbe essere la via giusta. Mi spiego meglio, e riprendo il “filone cinematografico”: Veltroni sa di dover dare al proprio “popolo” un immaginario, e sta provando a far vivere i suoi elettori nell’unico che conosce, ovvero quello del cinema americano. Fate due calcoli e vedrete che finora le immagini ricorrenti nei discorsi di Walter sono state le brave persone, quelli che lavorano e non arrivano a fine mese, il grande patto che lega assieme le persone di buona volontà che di fronte alla minaccia dell’ubercattivone si mettono assieme accantonando le proprie divergenze for a Greater Good. Il problema di Veltroni è che questa massa di persone va conquistata, e lui ora come ora non ce l’ha. Certo, c’è il “popolo delle primarie”, ma se da un lato si è sfilacciato in un anno di strada dissestata percorsa assieme, dall’altro non è mai stato proprio come Walter lo voleva, forse troppo variegato ed esigente. Forse per questo si sta abbandonando alla vecchia e disgraziata abitudine della sinistra italiana di parlare più col centro che con la sinistra? in fondo i cattolici sono molto più adatti a fare da comparse in un film yankee.

Da mesi uno dei chiodi fissi di Veltroni è la dimensione del suo partito, perchè non basta dimostrare di rappresentare una parte notevole del paese nonostante tutte le cazzate fatte e dette: quando si tratta di far scattare l’ora della riscossa si tratta di essere in più e più cazzuti del nemico. Per questo se ne esce con le frasi tipo “il più grande partito riformista”, “il partito che vuole unificare l’Italia” e con le sparate dei 2 milioni e mezzo, lui non vuole un partito d’opposizione o di governo, vuole sconfiggere le forze del Male (e poi da dell’antiberlusconiano a DiPietro). Vagli a spiegare che, per quanto potrebbe sembrare il contrario, le forze del Male hanno altro da fare che stare appresso all’Italia. Poi quando vai a vedere quello che dice ti stupisci che non faccia proposte, ma è chiaro che non fa proposte, gli imperi del male si sconfiggono forse con le proposte? no, qui ci vorrebbero un po’ di effetti speciali, qualche astronave e un finale romantico, altro che proposte.

Insomma, nel discorso politico costruire un immaginario è essenziale, ma l’azione politica non si può limitare a questo, altrimenti viene banalmente fuori sulla distanza la vacuità delle belle parole. Ammesso e non concesso che i possibili elettori del Pd vogliano sentirsi le “brave persone che lavorano”, si può andare oltre l’autocompiacimento? ci si può distinguere per le battaglie e gli ideali che si portano avanti? ecco, se purtroppo questa tendenza a sostituire i programmi politici con sceneggiature banali potrebbe essere più generale che italiana, e sicuramente è quello che fa Forza Italia da 15 anni (ma non è una buona idea andar dietro a loro), è dovere morale di elettori cercare di cambiare rotta. Anche se toccasse cambiare segretario.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://paguropagano.blogspot.com/2008/10/fermate-la-macchina-da-presa-voglio.html

Prove tecniche di videopost

Cosa ho fatto ieri pomeriggio?
Giocato col gatto, con Qik, con Windows Movie Maker, e svariati programmi di conversione formati (prima di trovare quello che faceva per me). Ne è uscito questo:

La qualità del video è pessima, lo so, ma è stato tutto un gioco improvvisato, niente di serio, suvvia abbiate pietà.
La musica però è bellissima, […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.lapaoly.net/2008/prove-tecniche-di-videopost/