Tag: Partito Democratico

FVG

E’ iniziato a piovere venerdì, forse segno di una tempesta che casualmente si stava abbattendo anche sul nostro partito. Oggi ero in università tenendo monitorati i risultati in Friuli Venezia Giulia e ad un tratto è uscito il sole e sullo schermo del mio computer, su Twitter è apparso il post “Debora Serracchiani eletta presidente della Regione FVG” 
ANCHE DOPO UNA TEMPESTA ESCE SEMPRE IL SOLE!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://giuseppev.blogspot.com/2013/04/fvg.html

FVG

E’ iniziato a piovere venerdì, forse segno di una tempesta che casualmente si stava abbattendo anche sul nostro partito. Oggi ero in università tenendo monitorati i risultati in Friuli Venezia Giulia e ad un tratto è uscito il sole e sullo schermo del mio computer, su Twitter è apparso il post “Debora Serracchiani eletta presidente della Regione FVG” 
ANCHE DOPO UNA TEMPESTA ESCE SEMPRE IL SOLE!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://giuseppev.blogspot.com/2013/04/fvg.html

Perchè domenica voterò per Matteo Renzi

Domani voto per le primarie del centrosinistra. Sono molto contenta di poterlo fare con la speranza che davvero serva a cambiare le cose. Mi pare che queste primarie abbiano già contribuito ad iniziare pian piano a modificare questo paese: è diverso, per esempio, il modo in cui si parla di politica e ad essa si […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
https://scrivoxvizio.wordpress.com/2012/11/24/perche-domenica-votero-per-matteo-renzi/

Primarie per i parlamentari e bilanci su internet

Direzione provinciale del PD bresciano decisamente fruttuosa quella di ieri sera. E’ passata, con qualche astensione, la mozione costruita sulla base della campagna “Prima gli elettori” e, con l’approvazione del bilancio, si è deliberata la pubblicizzazione dello stesso su interent. 

Veniamo al primo punto… La mozione (consiltabile qui) chiedeva “al Partito Democratico di impegnarsi, prima delle prossime elezioni politiche, ad organizzare primarie libere e aperte attraverso le quali tutti gli elettori possano scegliere, nei propri collegi, i prossimi candidati a Camera e Senato, restituendo così ai cittadini la facoltà di decidere da chi venire rappresentati e di partecipare attivamente alla formazione del prossimo Parlamento che, a differenza di quello attuale non dovrà più, per nessuna ragione, essere costituito unicamente da nominati“.

Devo dire che nella discussione sono emerse delle posizioni piuttosto singolari, come quella di Alfredo Bazoli che ha sostenuto il carattere “emergenziale” delle primarie, strumento che dovrà essere messo nel cassetto quando torneranno le preferenze, per ridare così lustro alle scelte della dirigenza. Su questa linea si è schierato, anche se più timidamente, il Sen.Galperti.

Due risultati importanti che sottolineano la volontà di trasparenza e apertura ai cittadini del PD Bresciano.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://andreavolpi.blogspot.com/2012/04/primarie-per-i-parlamentari-e-bilanci.html

Marino torna a parlare di pd

Il Senatore Ignazio Marino torna a parlare di pd, certo il concorrente di Bersani alle scorse primarie ha tenuto fede all’impegno di non creare correnti, ma il pensiero che esprime penso si aocndiviso da molti. Io lo sottoscrivo!

“In questo quadro des…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://andreavolpi.blogspot.com/2011/04/marino-torna-parlare-di-pd.html

Marino torna a parlare di pd

Il Senatore Ignazio Marino torna a parlare di pd, certo il concorrente di Bersani alle scorse primarie ha tenuto fede all’impegno di non creare correnti, ma il pensiero che esprime penso si aocndiviso da molti. Io lo sottoscrivo!

“In questo quadro des…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://andreavolpi.blogspot.com/2011/04/marino-torna-parlare-di-pd.html

Meglio guardare in casa nostra (e trovare qualcosa di nuovo)


So di remare forse controcorrente, ma in merito a quello che è successo oggi mi sento di dire questo:

– la scena è può effettivamente essere considerata come indecorosa, ma lo è in effetti solo in parte. Dimostra ancora una volta come mediaticamente la scena sia assorbita da Berlusconi, che grazie allo spettacolino ha cementato il consenso dei delegati nella votazione finale (con il prevedibile risultato di soli 11 contrari e 1 astenuto)

– si tratta, nonostante in questo paese si debba spettacolarizzare tutto, di una questione interna ad un partito. Il fatto che tanti elettori (e militanti) del centrosinistra se ne stiano a sghignazzare davanti al video e alle immagini di Repubblica pensando “guarda che sfigati” la dice lunga sulla capacità che ha il suddetto centrosinistra di fare la sua parte nelle sedi opportune (e non mi riferisco solo al parlamento).

– l’unica cosa che mi ha indignato è come viene sbandierato in maniera chiara e netta (e strumentale) la considerazione che ha il PDL delle cariche istituzionali dello stato: finché obbediscono al padrone vanno bene, altrimenti “si devono dimettere perché non possono fare considerazioni politiche”. In maniera formale posso essere d’accordo, ma aggiungo che le posizioni di Schifani sono altrettanto politiche, solo che essendo allineate vanno bene…

Quindi quello che viene fuori è una sola cosa: invece di aspettare che il cadavere del nemico ci passi davanti, sarebbe il caso di cogliere l’occasione per sistemare un po’ le faccende di casa, invece di scrutare smaniosamente nelle altrui dimore in cerca di qualcosa di nuovo.

Perché é per questo che noi del centrosinistra cerchiamo, qualcosa di nuovo.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com/2010/04/meglio-guardare-in-casa-nostra-e.html

Meglio guardare in casa nostra (e trovare qualcosa di nuovo)


So di remare forse controcorrente, ma in merito a quello che è successo oggi mi sento di dire questo:

– la scena è può effettivamente essere considerata come indecorosa, ma lo è in effetti solo in parte. Dimostra ancora una volta come mediaticamente la scena sia assorbita da Berlusconi, che grazie allo spettacolino ha cementato il consenso dei delegati nella votazione finale (con il prevedibile risultato di soli 11 contrari e 1 astenuto)

– si tratta, nonostante in questo paese si debba spettacolarizzare tutto, di una questione interna ad un partito. Il fatto che tanti elettori (e militanti) del centrosinistra se ne stiano a sghignazzare davanti al video e alle immagini di Repubblica pensando “guarda che sfigati” la dice lunga sulla capacità che ha il suddetto centrosinistra di fare la sua parte nelle sedi opportune (e non mi riferisco solo al parlamento).

– l’unica cosa che mi ha indignato è come viene sbandierato in maniera chiara e netta (e strumentale) la considerazione che ha il PDL delle cariche istituzionali dello stato: finché obbediscono al padrone vanno bene, altrimenti “si devono dimettere perché non possono fare considerazioni politiche”. In maniera formale posso essere d’accordo, ma aggiungo che le posizioni di Schifani sono altrettanto politiche, solo che essendo allineate vanno bene…

Quindi quello che viene fuori è una sola cosa: invece di aspettare che il cadavere del nemico ci passi davanti, sarebbe il caso di cogliere l’occasione per sistemare un po’ le faccende di casa, invece di scrutare smaniosamente nelle altrui dimore in cerca di qualcosa di nuovo.

Perché é per questo che noi del centrosinistra cerchiamo, qualcosa di nuovo.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com/2010/04/meglio-guardare-in-casa-nostra-e.html

Meglio guardare in casa nostra (e trovare qualcosa di nuovo)

So di remare forse controcorrente, ma in merito a quello che è successo oggi mi sento di dire questo:- la scena è può effettivamente essere considerata come indecorosa, ma lo è in effetti solo in parte. Dimostra ancora una volta come mediaticamente…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com/2010/04/meglio-guardare-in-casa-nostra-e.html

25 Ottobre: Primarie PD Sirmione

Le Primarie del Partito Democratico sono il piú innovativo strumento di partecipazione, introdotto nel sistema politico degli ultimi anni.

Mai come di questi tempi, è importante dare forza a questo progetto, andando a votare per la elezione del Segretario del Partito Democratico.

Se credete nel progetto delle Primarie, e pensate che non solo non sia auspicabile circoscriverlo e diminuirne la portata, ma anzi approfondire questo strumento di partecipazione ad altre scelte politiche del PD, Ignazio Marino è il vostro candidato ideale.

Se scelgomarino.info e su ignaziomarino.it, troverete il dettaglio di tutte le sue proposte, comprese quelle relative all’allargamento dello strumento delle Primarie.

Qui di seguito alcune indicazioni pratiche che riprendiamo da stefanominguzzi.com:

QUANDO E DOVE SI VOTA
Domenica 25 ottobre dalle ore 7.00 alle ore 20.00 (attenzione! torna l’ora solare). Presso il circolo PD di Via Einaudi 22, sotto il bar “Zobia”.

CHI VOTA
Possono votare tutti i cittadini in pos sesso dei diritti di voto (tes sera elettorale). Votano anche chi ha compiuto i 16 anni (documento di identità). Inoltre pos sono votare anche gli studenti fuori sede e gli extracomunitari in pos sesso di permesso di soggiorno.

ELETTORI EXTRACOMUNITARI (delibera n. 34)
I cittadini immigrati ed extracomunitari in pos sesso di permesso di soggiorno, nonché dei requisiti richiesti dallo Statuto e dal Codice etico, hanno diritto all’elettorato attivo e pas sivo e pos sono esercitare il diritto di voto presso il luogo di domicilio/residenza come essa è comprovata o dalla carta di identità o dal permesso di soggiorno o dalla ricevuta di richiesta del rinnovo di permesso di soggiorno.

STUDENTI FUORI SEDE (delibera n. 33)
Verrà istituito in tutte le Commis sioni provinciali per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea nazionale, di un seggio per garantire l’esercizio del diritto di voto a cittadini, italiani e stranieri — aventi i requisiti richiesti dallo Statuto e dal Codice etico — che studiano e lavorano in una provincia diversa da quella di residenza.
Gli studenti e lavoratori, muniti di documento di riconoscimento, debbono pre sentarsi entro le ore 19 del 23 ottobre 2009 presso la sede provinciale del Partito Democratico, dove studiano o lavorano, e comunicare la loro decisione di votare in quella sede provinciale anziché nel seggio del luogo di residenza. Oppure , qualora impos sibilitati a raggiungere la sede provinciale del PD, gli studenti e i lavoratori fuori sede, pos sono inviare alla Commis sione provinciale per l’elezione del 25 ottobre, avvalendosi di fax o di nuove tecnologie, la domanda di esercizio del voto, corredata da documento di riconoscimento.
La Commis sione provinciale, presso la quale l’interessato ha fatto richiesta deve comunicare al richiedente, entro le ore 12 del 24 ottobre , il seggio a lui assegnato per la votazione e comunicare al Pre sidente della Commis sione provinciale per l’elezione del 25 ottobre del luogo di residenza, la comunicazione che il richiedente voterà in altro seggio, diverso dal luogo di residenza stesso e avvisare il Pre sidente del seggio del nuovo elettore assegnato. Il Pre sidente della Commis sione provinciale per l’elezione del 25 ottobre, di residenza dell’interessato, dà comunicazione immediata al Pre sidente di seggio del luogo di residenza del richiedente, comunicando che lo stesso voterà in altro seggio e quindi non deve essere ammesso al voto in quel seggio.

COME SI VOTA
Il voto si esprime tramite e soltanto attraverso un unico segno tracciato su una delle liste dei candidati. Non è pre visto voto di pre ferenza. Di seguito i fac-simile delle schede per l’elezione del segretario nazionale del PD (celeste) e di quello regionale (rosa):

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://andreavolpi.blogspot.com/2009/10/25-ottobre-primarie-pd-sirmione.html

Acqua: i Parlamentari PD non hanno presentato le interrogazioni annunciate?

Per chi fa politica seriamente la coerenza deve essere la priorità principale.
Il 29 giugno era venuto a San Felice l’On. Pierangelo Ferrari accompagnato da altri esponenti del Partito Democratico bresciano annunciando delle interrogazioni parlamentari (co-firmatario l’On. Paolo Corsini) sul “grave caso acqua“ a Ministro della Salute, Ministro delle Attività produttive, Ministro del Turismo.
La scelta dei tre ministeri […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://garda2o.wordpress.com/2009/08/22/acqua-i-parlamentari-pd-non-hanno-presentato-le-interrogazioni/

PD al 40,3%

40,3 è la percentuale dei politici di professione sul totale dei candidati a un seggio europeo per il Partito Democratico.
Il doppio del PDL, quattro volte la lista Bonino-Pannella, quelli della Lega moltiplicato per cinque.
Remunerare l’attività di chi si dedica alla politica a tempo pieno è stato uno dei passi fondamentali per l’affermazione della democrazia, per […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://sindacospa.wordpress.com/2009/06/06/pd-al-403/

il PD ci ripensa e cambia le keywords in AdWords

Un doveroso Update sul post di ieri.
L’On Antonio Palmieri ha pubblicato una nuova nota dove 
Antonio Palmieri Ho controllato anche stamattina presto e ora. Sono definitivamente scomparsi i link sponsorizzati su Google con i nomi dei nostri candidati alle europee che puntavano al sito nazionale del PD. Hanno capito di star facendo una figuraccia…Rimane la curiosità di […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/PensieriSuRuote/~3/2f77fSSzMBQ/

elezioni PD, quando l’etica diventa patetica

Quando l’ho letto non volevo crederci!
Fra i contatti FaceBook c’è anche l’On Antonio Palmieri . Nella mia bacheca FB trovo una sua nota:

TITOLO: il PD trucca Google…facciamoglielo pagare.
Se digiti in Google il nome dei nostri candidati alle elezioni europee (io ho provato con Lara Comi, La Russa, Paniz, Gardini, Aprea, ecc.) appare un link sponsorizzato che […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feedproxy.google.com/~r/PensieriSuRuote/~3/XzuATcduDG8/