Tag: incidenti

L’informazione scorre come l’acqua

Sto seguendo dal Blog di Momo, il suo racconto e i commenti sulla situazione dell’acqua potabile a San Felice del Benaco e, come ho scritto nel commento diretto, in questo post ci sono tre ”storie” 1) I sistemi tecnologici che governano la nostra vita sono sempre più ”infrastrutture critiche” e,…

Ciclabile di Varone ancora in attesa

Dopo il precedente articolo pubblicato in data 11 Ottobre 2008 (link : Pista ciclabile in attesa) non sembra che sia cambiato molto.
La ciclabile di collegamento tra la frazione di Varone e di Riva del Garda è purtroppo ancora in alto mare.
Il risultato di questa situazione di stallo è che gli abitanti di Varone sono ancora costretti a percorrere con le bici una delle strade di più alta percorrenza e velocità della zona, e giusto per non dimenticarlo in cui , in corrispondenza del sovrapasso del torrente Varone, ha visto nel passato alcuni incidenti putroppo anche mortali.
Ma forse è anche per questo che è meglio per le bici andare sopra i marciapiedi invece che restare sul manto stradale…

La conta

Avevo cominciato a pubblicare tutti i sabati la conta dei morti sul lavoro.
Poi ho smesso. Forse perchè troppo deprimente, forse perchè in fondo non interessava a nessuno.
Dopo la notizia di oggi, ho deciso di ricominciare e da sabato pubblicherò il numero di lavoratori che sono morti sul lavoro.
BlogBabel: Morti-bianche

I morti meno morti

Allora, questo è un articolo difficile da scrivere per due motivi.
Il primo perchè parlerò di Roberto Castelli. L’ex ministro ora sottosegretario (complimentioni per il passaggio di grado) è pure conosciuto in quanto abituato a denunciare chiunque parli di lui in modo non gradito. Il secondo perchè devo rifarmi a quanto letto nei giornali e quindi […]

tenchiù Scajola

Ormai ho perso il conto degli incidenti nelle centrali nucleari (qui alcuni poco noti e meno recenti, qui un pò di storia). Ma questo è troppo grosso per non parlarne.
Non mi resta che dire tenchiù Scajola!!!!
Condividi

Incidenti nucleari

Da un po’ di giorni si legge in rete di quanto è successo a Tricastin in Francia, a Ringhals in Svezia e di nuovo in Francia a Romans sur Isere. Piccoli incidenti a centrali nucleari che in tutta sincerità non mi hanno preoccupato per niente. Il blog che ho linkato sopra commenta che i giornali italiani non ne parlano. Qualcuno potrebbe rispondere che il governo che ovviamente controlla l’informazione e vuole ammazzare la democrazia, ci tiene all’oscuro e così via.

Per me la risposta sta in questo articolo de ilSole24Ore dove in un’intervista a Roberto Mezzanotte emerge che si tratta di problemi all’ordine del giorno, alcuni dovuti a negligenza altri meno, ma comunque molto frequenti e piuttosto innoqui.

Non sono favorevole al nucleare in Italia in questo momento così come non ho votato questo governo, ma mi pare di notare che l’informazione sia lungi dall’essere oggettiva su entrambi i fronti politici.

Ero presente qualche anno fa ad una conferenza di Zichichi e gli era stata chiesta la sua posizione sul nucleare. Aveva detto che i disastri possono succedere se si danno delle centrali atomiche a degli incompetenti o se non si risettano i principi fondamentali di sicurezza come è successo a Chernobyl.

Aggiornamento:
Come volevasi dimostrare l’opinione pubblica si scalda sul nucleare in Francia, ma il problema non è tanto della tecnologia impiegata, quanto delle disfunzioni nella gestione della centrale. Dunque un problema “umano” che ha, a mio avviso, giustamente portato al licenziamento del presidente del consiglio di amministrazione.
Il danno è comunque ridotto e sotto controllo.