Tag: federalismo

WILDE e la tassa di Soggiorno, la Lega ancora isolata cosa intende fare?

Nell’ultimo Consiglio comunale si è ripetuta una scena già vista: il Vice-Sindaco Leghista lamenta di non essere ascoltato. Lo fece in passato sul tema della nuova rotatoria a Colombare e torna a farlo sul tema della tassa di soggiorno. Ecco le dichiarazioni di Wilde nell’ultimo consiglio (22 dicembre 2011): “Volevo chiarire una cosa rispetto alla tassa di soggiorno perché in sede di Giunta avevamo detto di soprassedere un momentino per la decisione dato che come Lega noi siamo del parere di applicarla”, il Vice Sindaco chiede poi che venga portata in Consiglio Comunale “per vedere quali sono le motivazioni, siccome le motivazioni discusse e portate in Giunta mi sembrano molto molto semplificative irrisorie e non politiche ma soprattutto lobbistiche la Lega non ci sta a non discutere su questo problema, quindi vorrei sapere dall’Assessore Signori se è come abbiamo detto che ne riparliamo nei prossimi consigli comunali circa questa applicazione altrimenti io presento una risoluzione una mozione in consiglio comunale circa l’approvazione di questa sulla tassa di soggiorno ed eventualmente me ne esco anche dalla maggioranza perché la situazione mi sembra difficile, perché andiamo a finire di avere già 2 milioni in meno per poter far fronte al bilancio perché l’ha appena evidenziato l’Assessore, non facciamo più interventi pubblici dei livelli che si dovevano fare, io sono due anni e mezzo che continuo a spingere per poter fare i parcheggi alla Bagnera, di vedere di fare altre cose e non so ancora come stanno andando le cose, se le facciamo o non le facciamo, costano care o non costano care.Abbiamo incominciato a parlare di scuole, prima non si facevano poi si facevano, costavano 6 milioni, poi adesso potrebbero costare 8, sono 16 milioni che in vent’anno diventano 800.000 euro tra capitale e interessi quindi anche quello abbiamo capito che non andiamo … non ce ne veniamo più fuori.” …e qui il Sindaco, che più volte interrompe la minoranza sulle cifre, non apre bocca. Rimango perplesso rispetto queste dichiarazioni e mi viene da pensare che di fatto non ci sia un Vice-Sindaco a Sirmione, visto che dichiara di non sapere come vanno le cose su due progetti importanti per l’Amministrazione.

Continua poi l’ex-senatore del Carroccio: “qui sto parlando chiaro con la maggioranza, di cui io per il momento faccio parte, di dove andiamo cosa abbiamo intenzione di fare da maggiorenni perché sono passati ben 2 anni e mezzo e siamo ancora qua a capire se la Bagnera si fa o non si fa, la Bagnera non si fa comunque perché non è mai stato … diciamo si è messa dentro nel programma ma però era tanto per riempire il programma per quello che ho capito.Wilde torna a ribadire la sua importanza nell’attuale maggioranza:Siccome io come Lega sono una parte minima e non conto niente, contavo solo quando dovevo portare i voti, insomma mi sembra chiaro che incominci anche io, prima ho giocato a lasciare andare avanti le cose come ………. già il Senatore è quello che è, non vale niente, non sa fare questo, non sa fare l’altro, e adesso stiamo arrivando al punto di incominciare a mettere giù le mani e di dire di fare dei chiarimenti importanti perché veramente altrimenti abbiamo perso due anni e mezzo…”

Trovo queste dichiarazioni molto pesanti, 1/3 della lista che ha sostenuto Mattinzoli (c’era PDL+Lega+VivereSirmione nel simbolo)afferma di non contare nulla, continuare a battere i pugni sul tavolo a poco serve, se tutto ciò è vero Wilde faccia ciò che è da fare. Se non ritiene di avere rispetto e fiducia dai suoi colleghi di maggioranza, l’unica via sono le dimissioni, diversamente significa che condivide il percorso dell’attuale Maggioranza e ne sarà corresponsabile di fronte ai suoi elettori. Forse è ora di una verifica?