Tag: cultura

Where is home? Home is where you stand

Movement is a fantastic privilege, and it allows us to do so much that our grandparents could never have dreamed of doing. But movement, ultimately, only has a meaning if you have a home to go back to. And home, in the end, is of course not just the place where you sleep. It’s the […]

Where is home? Home is where you stand

Movement is a fantastic privilege, and it allows us to do so much that our grandparents could never have dreamed of doing. But movement, ultimately, only has a meaning if you have a home to go back to. And home, in the end, is of course not just the place where you sleep. It’s the […]

The smiling enemies

I’ve been asked to try to write my first mini-saga. I’ve been inspired by my visit at Eilean Donan castle (below in my photo), in the Scottish Highlands. The smiling enemies Darkness is falling, tongues of fog cover the hillsides down to the lochs. Eilean Donan is in danger. Connor is on the look-out, the […]

Mini-saga

Mini-saga, non avevo mai sentito parlare di questo curioso “genere letterario”; micro-storie di senso compiuto di esattamente 50 parole, non una di più, non una di meno. Direi molto moderne nell’era di twitter. Ieri ho avuto modo di farne la conoscenza e quindi sono andato a leggermene alcune premiate nel concorso del The Daily Telegraph. […]

Voglio una Scuola così!

Grazie a Serena ho scoperto questo bel progetto, ”Il cinema a scuola“, e in particolare questo emozionante videoclip su Ora di Jovanotti, realizzato con gli studenti dell’ISS “Algeri Marino” di Casoli dal regista Walter Nanni, mettendo in pratica le tecniche e i trucchi insegnati nel suo corso di cinema, usando facebook come metafora. Che bello quando la […]

L’economia del dono

In questi giorni ho guardato il bel cortometraggio Il turno di notte lo fanno le stelle da un testo di Erri De Luca. “Sonia e Matteo si incontrano in un reparto di terapia intensiva, alla vigilia di un grave intervento chirurgico. Dandosi coraggio si promettono una scalata sulle Dolomiti come segno di avvio della loro […]

IL SISTEMA TRINCERATO PER LA DIFESA DI GARGNANO NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Il sistema trincerato per la difesa di Gargnano nella Prima Guerra Mondiale



Una serata per presentare l’esteso sistema difensivo di seconda linea, dislocato durante la I Guerra Mondiale sui crinali dell’Alto Garda tra Limone e Gargnano, che aveva nelle alture sopra Gargnano il suo perno più meridionale. La Comunità Montana Parco Alto Garda, in collaborazione con il Comune di Gargnano, darà spazio al progetto Fortidelgarda.it, in particolare a Luca Zavanella, che ha curato il ritrovamento e la mappatura di gran parte delle postazioni realizzate in quegli anni in Alto Garda per le linee di difesa a oltranza che supportavano la prima linea in Val di Ledro.

La linea difensiva più esterna collegava infatti il monte Tremalzo, i crinali sovrastanti la val d’Ampola, l’area del Pizzocolo e terminava su un caposaldo fortificato realizzato a sbarramento della litoranea e a protezione di Gargnano. Nonostante le estese cancellature causate dalla coltivazione e dall’urbanizzazione, è possibile seguire buona parte della linea di postazioni realizzata nell’area Navazzo-Monte Castello, molte delle quali ancora perfettamente conservate.


La serata, che si terrà Venerdì 26 ottobre 2012 presso il Centro Multimediale Castellani di Gargnano con ingresso libero, presenterà brevemente il sistema difensivo nel quadro complessivo della difesa Alto Garda, ed in dettaglio le installazioni per Gargnano, ma darà modo anche di cogliere spunti turistici per visitare il Parco.
Comunicato Stampa
 

IL SISTEMA TRINCERATO PER LA DIFESA DI GARGNANO NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Il sistema trincerato per la difesa di Gargnano nella Prima Guerra Mondiale



Una serata per presentare l’esteso sistema difensivo di seconda linea, dislocato durante la I Guerra Mondiale sui crinali dell’Alto Garda tra Limone e Gargnano, che aveva nelle alture sopra Gargnano il suo perno più meridionale. La Comunità Montana Parco Alto Garda, in collaborazione con il Comune di Gargnano, darà spazio al progetto Fortidelgarda.it, in particolare a Luca Zavanella, che ha curato il ritrovamento e la mappatura di gran parte delle postazioni realizzate in quegli anni in Alto Garda per le linee di difesa a oltranza che supportavano la prima linea in Val di Ledro.

La linea difensiva più esterna collegava infatti il monte Tremalzo, i crinali sovrastanti la val d’Ampola, l’area del Pizzocolo e terminava su un caposaldo fortificato realizzato a sbarramento della litoranea e a protezione di Gargnano. Nonostante le estese cancellature causate dalla coltivazione e dall’urbanizzazione, è possibile seguire buona parte della linea di postazioni realizzata nell’area Navazzo-Monte Castello, molte delle quali ancora perfettamente conservate.


La serata, che si terrà Venerdì 26 ottobre 2012 presso il Centro Multimediale Castellani di Gargnano con ingresso libero, presenterà brevemente il sistema difensivo nel quadro complessivo della difesa Alto Garda, ed in dettaglio le installazioni per Gargnano, ma darà modo anche di cogliere spunti turistici per visitare il Parco.
Comunicato Stampa
 

Professor Bartleboom di Alessandro Baricco, brava Paola

Stavo riguardandomi il video fresco fresco dell’interpretazione di Paola di “Professor Bartleboom“, tratto dal romanzo Oceano Mare di Alessandro Baricco, in occasione dello spettacolo dello scorso 21 giugno “Pandora, le Storie del Vaso” a Cisano di San Felice del Benaco. Devo dire che insieme alle percussioni di Aligi Colombi, Paola con la sua interpretazione ha […]

It’s Millemiglia time

Ai ristoranti pasta con cappuccino, al bando le medie chiare, radler a profusione, pizze con sopra spaghetti, una babele di lingue, troupe televisive, bandierine, palloncini: non c’è dubbio, a Brescia it’s Millemiglia time.
Come al solito…

Due nuove interessanti lezioni

In questi giorni ho tenuto due nuove lezioni-pillola interessanti su diritto d’autore e web 2.0 e comunità locali, da cui ho tratto a mia volta due lezioni: Cenni di diritto d’autore per uso di materiali a scopo didattico Ho imparato che pochi sanno che per tutti i materiali (in qualunque formato essi siano), in assenza […]

Pomeriggio con i Corimè tra musica e poesia

Proprio un piacevole sabato pomeriggio quello scorso alla biblioteca di San Felice per il primo incontro con gli autori locali, con la presentazione del libro di poesie Mosaici di Anna Pillarella, il tutto impreziosito dalla musica dei Corimè accompagnati da Daniela Savoldi al violoncello. Le poesie erano molto godibili e dolci, ispirate soprattutto al nostro territorio, come […]