Tag: Cina

Sagra della Lumaca a Varone

Tradizionale Sagra della Lumaca al Parco del Pernone a Varone di Riva del Garda da Venerdi 4 a Domenica 6 Settembre, in queste tre serate è possibile degustare la tradizionale cucina con prodotti tipici locali ( e lumache ), musica e altri spettacoli.

La sagra della lumaca è organizzata dal Gruppo Iniziative Varone.
A partire dalle 18.00 degustazione di lumache con polenta e altre specialità trentine. Alle 21.00 musica dal vivo con il complesso «Lato B».


la valorizzazione dei centri storici. Primo passo!

 
 

 Centri storici: Valorizzazione, recupero e rivitalizzazione nel rispetto delle tradizioni e della tipologia costruttiva

Questo è quello che si legge sul programma elettorale dell’attuale Sindaco di San Felice del Benaco.
Come non essere d’accordo. Chi non è d’accordo con questo punto?
A mio avviso, però, tra questa dichiarazione del programma e quanto fatto come primo atto del rilancio […]

Dormiveglia

Ogni giorno comincia con la piccola magia del dormiveglia, quando i sogni ancora sono presenti ma già li possiamo vedere “da fuori”. E’ il momento in cui, se riesco a percepire di cosa stavo sognando, me ne ricorderò per tutta la giornata, sprazzi, sequenze, voci, colori (io sogno in technicolor)…

PERCORSO 6 ORE DEL GOLFO MTB DI SALO’

Ho voluto provare il percorso della ” 6 ORE DEL GOLFO ” , gara di MTB che si svolgerà a Villa di Salò (BS), sabato 27 giugno 2009, terza prova del circuito GARDATHLON. Per chi avesse partecipato l’anno scorso dico che la prima e l’ultima parte del percorso sono praticamente identiche al 2008. Pertanto si ha la partenza dalla zona della chiesetta degli alpini, ove sarà anche la zona cambio, con brevissimo tratto pianeggiante e dopo salita non impegnativa su strada sterrata. Come l’anno scorso, una volta entrati nel bosco, si gira decisamente a sinistra per imboccare uno stretto sentiero single track ( molto single…!!!), con breve ma decisa salita. Usciti dal bosco si percorrono su terreno erboso alternato a strada sterrata dei saliscendi. Superato il roccolo sulla sommità della collina si affronta una doppia curva ad “S” in discesa per proseguire quindi ancora su strada sterrata. E fin qui ricalca il vecchio tracciato 2008. La novità per il 2009 e che si prosegue la discesa per un tratto più lungo, sempre su strada sterrata, fino ad un casolare dove si svolta a destra. Poco dopo si lascia un il percorso divenuto pianeggiante per salire lungo un prato sulla destra. Brevemente si raggiunge una prima ripida e sdrucciolevole salita in ghiaia e piccoli sassi, e poco dopo una seconda salita. Poi si affrontano ancora dei dolci saliscendi fino a ricollegarsi su un prato al percorso 2008. Qui ora abbiamo una discesa abbastanza ripida e tecnica con fondo a tratti sassoso e a tratti di terra. Passiamo nelle immediate vicinanze della zona attrezzata BBQ (pare senza affrontare il zig-zag festonato nel prato come l’anno scorso), e ci troviamo alla partenza.
In sintesi il percorso è completamente sterrato, vivace, non difficile, piuttosto ombreggiato. In prova, tranquillamente a passo “da solista 6 ore”, penso un biker medio lo possa affrontare in circa 15-18 minuti.
Lunghezza percorso circa 3,5km dislivello circa 100m
Claudio T.
LINK SU WWW.GARDAPANORAMA.IT

Problemi intestinali a San Felice del Benaco

Da alcuni giorni i cittadini del paese di San Felice soffrono di problemi intestinali che procurano vomito e dissenteria.

Facendo parte della stessa comunità posso dire per esperienza personale, che la serata tra il 15-16 giugno non è stata una delle mie migliori nottate, posso inoltre affermare che anche il vicinato ha sofferto di problematiche simili.

Sarà mia cura informarvi su cosa procura queste sofferenze e come si evolve la cosa.

Marco B.

Internet a sbafo 4ever

Max Trisolino segnala su FriendFeed questo articolo del the New Blog Times che si riassume benissimo nella prima riga dello stesso:

Roma – I tempi della free Internet si stanno avvicinando al capolinea. Secondo Barry Diller, presidente e direttore di IAC

Non solo spero che questo non avvenga, ma credo anche che la previsione non sia azzeccata. Ovviamente la mia posizione è completamente irrilevante e non ho alcun dato ad avvallare la mia tesi. Ho però l’impressione che questa crisi finanziaria e blabla stia facendo perdere la fiducia di tutti in tutto.

Più che per contraddire il tipo sopracitato, il mio interesse è di illustrare brevemente i motivi che, IMHO, sono sufficienti a garantire la sopravvivenza ad un’enorme branca di servizi gratuiti: il web 2.0.

Ora viviamo la crisi di tutto, inclusa la pubblicità, che è il grande magnate oggigiorno di internet. Questa copre, o meglio copriva, principalmente i costi fissi della gestione dei server su cui sono ospitati i contenuti sviluppati dagli utenti. Questi fessi fanno tutto gratis, perché a quanto pare si divertono (io incluso, altrimenti non starei a scrivere questo post). Ora la pubblicità sembra non crederci più, perché è diventata più pessimista sempre a causa della crisi, come tutti gli altri.

Forse già prima non serviva a niente, ma oltre ad avvicinarci alla ripresa economica promessa da tutti i capoccia del mondo, gli stessi sistemi tecnologici di fare pubblicità stanno migliorando e miglioreranno moltissimo in futuro via via che si procede con la personalizzazione dei contenuti che ci vengono sbattuti sullo schermo del computer. Aggiungiamo a tutto ciò un considerevole aumento di persone connesse ad internet (per ovvi motivi di aumento di popolazione mondiale e ricchezza complessiva) e nel giro di qualche anno avremo ancora più investimenti in forma di pubblicità online a coprire le spese necessarie a garantire servizi gratuiti per tutti (o comunque molti).

Ora che abbiamo capito come si coprono i costi del web 2.0, passiamo alla fornitura dei contenuti, che si minaccia divenire a pagamento.
Io, utente generoso e altruista che mi impegno a creare contenuti a gratis in qualità di blogger o scrittore di Wikipedia, col cavolo che continuo a regalare lavoro a chi poi ci lucra direttamente sopra (tipo vendendo un mio post o una spiegazione di Wikipedia)! Sarò anche generoso, ma mica pirla. Ecco che pubblicherò i miei contenuti solo dove so che gli altri potranno leggerli a sbafo, altrimenti andavo a fare il giornalista o lo scrittore (o come si chiama) per la Treccani. Perché comunque io di robe da raccontare ne ho a badilate.

Per concludere e rendere la mia tesi comprensibile e sintetica:
La visione pessimista di Barry Diller non si avvererà. Online troveremo sempre contenuti gratuiti finché persisterà il cosiddetto web 2.0, perché i costi legati ad esso saranno coperti dal ritorno in forze della pubblicità online. Il web 2.0 persisterà, inoltre, perché il mondo è pieno di sfaticati che hanno voglia di metterci del proprio per la creazione di contenuti anche senza retribuzione, a patto che gli altri possano leggerle gratuitamente.

Giusto per citare un esempio a supporto della mia tesi: la radio
E, siccome sono una persona che guarda in faccia al nemico, un esempio a favore di Barry Diller: la (pay-)TV.

Se non siete d’accordo, prendetelo come un semplice esercizio di retorica.

RESOCONTO STAZIONE METEO GARDONE RIVIERA MAGGIO 2009

Maggio 2009 mese anomalo. Innanzitutto per le temperature, ben sopra le medie. Incominciamo con alcuni dati che confrontiamo con i valori medi 1884-2006 della vicina stazione meteo “Pio Bettoni” di Salò, che presenta una localizzazione molto simile alla nostra di Gardone Riviera. Media di maggio 2009 a Gardone Riviera 20.4°, media storica Salò 17.4°, ben 3° al di sopra!!! Temperatura massima 34.9°, a Salò il più alto valore registrato nel mese di maggio furono i 33.6° del 29 maggio 2001, polverizzati dai 36.0 del 25 maggio 2009. La media delle temperatura massime è stata 25.2°, delle minime 16.0°. A livello regionale molte località hanno battuto numerosi record di caldo.
Per quanto ruguarda le precipitazioni maggio è stato particolarmente siccitoso, in nettissimo contrasto con i dati dei mesi precedenti. Dopo un inverno e inizio primavera con piogge abbondanti, a maggio regitriamo a Gardone Riviera solamente 10.0mm, dei quali 7.8mm caduti in un unico evento. Confrontati con la media di Salò, 116.7mm, il dato appare notevolmente basso. Il mese di maggio più avaro di precipitazioni a Salò fu il 1979, nel quale caddero 19.0mm.
La temperatura del lago di Garda rilevata tra Salò e Gardone Riviera, rispettivamente alla profondità di -30cm e -300cm, durante la prima decade è stata 13.1° e 12.0°, durante la seconda decade 17.1° e 15.8°, durante la terza decade 20.2° e 18.5°. Tali valori sono ben al di sopra di quelli rilevati l’anno precedente.
Inoltre il livello idrometrico del Garda nel mese di maggio si è mantenuto tra i 130 e i 135 cm, nonostante le scarsissime precipitazioni, ma alimentato dalle abbondanti acque degli affluenti nutite da un forte disgelo. Le erogazioni a Peschiera nel Mincio per mantenere i livelli sotto la soglia di attenzione sono state mantenute sempre su valori alti, attorno a 100m/cubi/sec., con punte fino a 140m/cubi/sec.
Claudio T.
LINK SU WWW.GARDAPANORAMA.IT

6 ORE DEL GOLFO 2009

Tra un mese la 2^ edizione della gara MTB “6 ORE DEL GOLFO”, che si disputerà sulle colline alle spalle di Salò, con splendida vista sull’omonimo golfo. Gli alpini di Villa ripropongono questa gara competitiva di mountain bike sabato 27 giugno, con partenza alle ore 11:00. Il nuovo percorso ad anello sarà anche questa volta tecnico e interamente sterrato, si svolgerà ancora nelle vicinanze della chiesetta degli alpini in località Villa di Salò. Vi potranno partecipare atleti tesserati e non ( con certificato medico), maggiorenni. Le squadre potranno essere composte da: singolo M – singolo F – coppia maschile – coppia femminile – coppia mista – terzetto maschile.
La 6 ORE DEL GOLFO fa parte del circuito Gardathlon.
Per info: mirko.vezzola@alice.it cell: 3490865937
Claudio T.
LINK SU WWW.GARDAPANORAMA.IT

IL PERCORSO DELLA 24 H MTB DI IDRO 2009

Abbiamo voluto provare il nuovo percorso della gara di MTB che si disputerà sabato e domenica 30-31 maggio a Idro. Si tratta della famosa 24 h, da disputarsi in solitario, o a squadre di 4, 8 o 12 bikers. L’anello misura poco più di 5km e in parte è asfaltao e in parte sterrato, anche single trak. La partenza e la zona cambio sono nella piazza principale della frazione di Crone, in riva al lago. Con tratto pianeggiante si seguono le viuzze del paese su asfalto, e poco dopo si attraversa la strada principale che porta al paese. Si imbocca una strada bianca, in leggera salita, passando sulla sinistra del campo sportivo. Attraversata un’altra strada, si sale in maniera più ripida lungo un largo sentiero con fondo erboso, tra i prati. Ora, entrati nel bosco, seguiamo un tratto in single trak, in discesa, per arrivare al giro di boa, posto in uno spiazzo con terreno accidentato, sassoso, ai piedi di una bella cascata. Si attraversa un ponticello di legno e si sale nuovamente su single trak. Usciti dal bosco, il percorso inizia una discesa su strada sterrata abbastanza larga, si ripassa sotto un ponte, con breve passaggio tecnico, e ancora in parte al campo sportivo. Si ritorna verso il lago, su strada asfaltata pianeggiante, passando per tratto festonato su un prato, poi a zig-zag su terreno sterrato, tra i giardini di alcune villette, per portarci sul lungolago. Si passa nelle vicinanze della zona cambio, si prosegue costeggiando il lago fino al giro di boa, per arrivare infine, sempre su asfalto alla zona cambio per concludere il percorso.

Claudio T.

LINK SU WWW.GARDAPANORAMA.IT

In alto: immagine del percorso satellitare (fonte www.mtbconcadoro.com)

In basso: foto del percorso

Giornatona

Oggi è stata una di quelle giornate … ho riparato la lavastoviglie, sono stato in ospedale dove c’era ricoverato Craig, un amico americano che è mio ospite in questi giorni, per curarne la dimissione (riparte domani per gli USA), svuotato il telo della piscina (domani vengono a riaprirla), sistemato con…