Tag: Antonio Aiazzi

Alcune impressioni autorevoli da Antonio Aiazzi

Il tastierista dei Litfiba (…the original…), Antonio Aiazzi, che ho il piacere di conoscere, mi ha dato una sua visione della situazione attuale. 
Ci sono concetti che già sono stati detti in altri interventi, uno pero’ mi incuriosisce che è la visione ottimistica degli addetti ai lavori nei confronti di internet e delle sue immense potenzialità. Penso sia un argomento da approfondire…..

Da Antonio Aiazzi

Ho dato un’occhiata al tuo blog e ho letto l’intervista di Francesco Caprini . Direi che mi trovo abbastanza in linea con lui per quello che è successo e sta succedendo.
Ho più dubbi, sul fatto che la trasformazione che sta avvenendo nel modo di usufruire oggi un prodotto musicale, arrivi ad un qualcosa di nuovo e positivo.  Lo scaricamento pirata in Italia ha dato una mazzata al mercato, questo problema si trova anche all’estero ma con effetti molto ridotti. Oggi pretendiamo di fare 5 cose contemporaneamente, e a tutte diamo la stessa importanza . Vedo un film mentre sto parlando al telefono, mangiando un panino, bevendo una coca e in sottofondo mi sono scaricato illegalmente da internet un CD. Un esempio di una mia amica, che prima era una persona che girava nei siti musicali per informarsi e scoprire nuove band e la loro musica. Da 4 anni che ha imparato a scaricarsi la musica illegalmente, ha degli hard disk pieni ma non ha il tempo di ascoltarla. Quindi abbiamo popolarizzato la musica, come molti desideravano e adesso non ha più nessun valore. Come un bambino con una stanza piena di giocattoli, che ha solo il desiderio di avere ma non di possedere. 
Nel Settembre 2009 ascoltai una trasmissione ” Novalab24″ su radio 24, c’erano alcuni ospiti fra cui il presidente della manifestazione delle etichette indipendenti , dove si faceva un gran parlare dello sviluppo nel mondo musicale e i nuovi sistemi di diffusione tecnologica. Sembrava un film di fantascienza” era tutto fantastico”. Mah io vedo molti amici che non sanno come tirare avanti e altri che hanno cambiato lavoro. Anche artisti importanti si stanno facendo delle domande sul ruolo delle Major, del loro lavoro e della mancanza di iniziative e idee per cambiare lo stato delle cose …