Sobbalzi

Procedo a sobbalzi, come quando si viaggia veloci su una strada accidentata: l'ho imparato guidando in Australia sullo sterrato: se vai veloce senti meno gli avvallamenti e il terreno sconnesso non è più un intralcio.

Salto dalle prove di musica alla ricerca dei materiali per il palco nuovo per il salone della Scuola, dall'accompagnare Marina in ospedale a un incontro con gli amici di DiRete, dalle prove di In C di Terry Riley che suoniamo domenica, all'assistere con video e mixer Gianni Pirollo che ha dedicato una serata d'ascolto al suono del clarinetto.

Domani a Brescia per fare compagnia a Marina in ospedale. Niente sobbalzi

Link all'articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2011/03/sobbalzi.html

Lascia un commento