Sirmione — Sicurezza e territorio: i numeri della Polizia Locale

Tempo di bilanci per le attività della di Sirmione, che, anche a causa delle difficoltà dell’annualità appena conclusa, sono state come sempre fondamentali per garantire la massima sicurezza sia ai cittadini che popolano il nostro paese e che trascorrono qui la propria quotidianità, sia ai turisti che, sebbene in quantità modeste e controllate, hanno trascorso a Sirmione qualche giorno di spensierato relax nel rispetto delle norme e dei DPCM in vigore.

Diversi i fronti sui quali le forze dell’ordine si sono cimentate: da un lato le attività istituzionali, suddivise tra interventi, controlli, pratiche, accertamenti e molto altro, dall’altro il progetto per la prevenzione ed il contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione denominato “Laghi Sicuri” – Estate 2020. A questi si aggiungono il monitoraggio dell’app 1Safe, la nuova forma di sicurezza partecipata che mette a disposizione del cittadino la possibilità di segnalare situazioni anomale o pericolose e quella dell’app Librarisk, l’innovativa piattaforma di comunicazione del rischio che permette alla cittadinanza di consultare il Piano di del Comune, abbinato appunto al servizio di allerta della Polizia Locale.

“Il 2020 è stato un anno straordinario e drammatico sotto il profilo sanitario ed anche socioeconomico. Sirmione ha comunque accolto molti turisti e la Polizia Locale è sempre stata in prima linea per assicurare sicurezza e tranquillità agli ospiti ed ai residenti e per garantire il rispetto dei DPCM. Siamo stati presenti costantemente sul territorio con i nostri agenti dotati di diversi mezzi operativi, tra cui scooter e moto d’acqua per il pattugliamento costiero e lungo i litorali, attività che si sono necessariamente aggiunte alle operazioni ordinarie di gestione dei flussi veicolari ed alle molteplici iniziative regolarmente pianificate dal Comando” così Roberto Campagnola, assessore con delega alla viabilità, sicurezza protezione civile e associazionismo del Comune di Sirmione.

Di grande valore la collaborazione con il gruppo di Protezione Civile della Val Carobbio, che, per garantire il rispetto dei numerosi DPCM, nel periodo estivo, ha affiancato gli agenti della Polizia Locale di Sirmione per ben 35 giornate.

Tra le numerose operazioni territoriali ricordiamo il posizionamento delle 24 boe di segnalazione, fissate a 50 mt una dall’altra, a 150 m dalla riva della spiaggia Giamaica, a completa tutela dell’incolumità dei bagnanti di questa frequentatissima zona della penisola. Un cordone di 800 mt totali che conta 6 boe a luce lampeggiante notturna alimentate da pannelli solari.

Venendo al dettaglio e ai numeri dell’annualità in questione, a titolo riassuntivo, il personale ha redatto nel corso del 2020, n. 184 relazioni di servizio inerenti accertamenti, sopralluoghi, interventi, controlli espletati e segnalazioni a vario titolo effettuate. 520 nel complesso gli interventi effettuati, 1389 le pratiche di rinnovo o rilascio permessi di circolazione, 52 controlli per presunti illeciti urbanistici, taglio siepi e aree verdi, 90 pratiche di ricorsi al prefetto, 37 incidenti stradali rilevati e molto altro.

Per quanto riguarda gli accertamenti anagrafici, se ne contano 530 totali. 349 accertamenti di nazionalità italiana 154 accertamenti di nazionalità straniera 16 cancellazioni di nazionalità italiana 11 cancellazioni di nazionalità straniera.

Sanzioni accertate al Codice della Strada/violazioni amministrative

Statistica per violazioni emesse – 01.01.2020 – 31.12.2020

4.817  VERBALI CDS AUSIL 157.444,00, 2.349 VERBALI CDS PM 235.931,70, 204 VERBALICDS PRESCRITTI PM 9.957,00, 123 VERBALI CDS ARCHIVIATI AUSIL 4.766,00, 104 VERBALI CDS ARCHIVIATI PM 8.551,00, 78 VERBALI CDS PRESCRITTI AUSIL 2.876,00, 3 VERBALI PRIVI DI SANZIONE 0,00. Totale verbali 7.679, Totale sanzioni419.525,70 N. verbali Anno Descrizione – Violazioni amministrative Tot. sanzione 60 gg.. Violazioni amministrative 127  VERBALI RCIA PM 79.695,04. Totale Sanzioni C.d.s. + violazioni amministrative  €499220,74

Progetto per la prevenzione e il contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione “Laghi Sicuri – Estate 2020”.

Nell’arco di tempo compreso tra il 15 settembre 2020 ed il 31 ottobre 2020 sono stati predisposti servizi mirati alla prevenzione e al contrasto dell’abusivismo commerciale ed in particolare alla sicurezza dei prodotti e alla tutela del “Made in Italy”, al fine di reprimere le condotte illecite che oltre ad alterare il normale funzionamento del mercato concorrenziale rappresentano un danno ed un pericolo per commercianti e consumatori.

Sono stati effettuati controlli a campione presso:

-attività commerciali in sede fissa;

-mercati settimanali su posteggi assegnati in concessione dal Comune;

-attività su area pubblica in forma itinerante.

L’attività ispettiva e di verifica si è articolata principalmente nelle seguenti fasi:

  • verifica del possesso del necessario titolo per l’esercizio dell’attività;
  • verifica del prodotto posto in vendita attraverso accurato esame visivo dell’articolo e relativa documentazione (fatture di acquisto) al fine di stabilire la presenza delle indicazioni obbligatorie a tutela del consumatore, l’eventuale falsità del marchio, la conformità alla normativa CE e agli standard di sicurezza europei e nazionali;

  • approfondimenti con ufficio metrico e di tutela del prodotto della camera di commercio finalizzato ad un controllo più accurato del prodotto e per la corretta applicazione della normativa vigente.

Dai controlli eseguiti è emerso quanto segue:

  • nelle attività commerciali si constatava in particolare la violazione dell’art. 4 comma 7 del Decreto Legislativo n.190 del 15 novembre 2017 in riferimento all’art.16 del regolamento (UE) n.1007/2011 in quanto i capi di abbigliamento posti in vendita presentavano etichettatura non conforme;
  • nei mercati settimanali rionali sono stati sequestrati, in diverse date, n. 324 capi di abbigliamento e accessori per esercizio abusivo del commercio su area pubblica, n. 2 portafogli per commercio di prodotti privi delle corrette indicazioni obbligatorie previste dal “Codice del consumo”, n.18 capi di abbigliamento in quanto messi in vendita privi dell’etichetta prevista dal Decreto Legislativo n.190 del 15 novembre 2017 in riferimenti al regolamento (UE) n.1007/2011;

  • nelle attività su area pubblica in forma itinerante, si procedeva al sequestro di n. 4 motoseghe in quanto prive di avvertenze in lingua italiana come disposto dal D.Lgs n. 206/2005 in concorso con la legge n. 791/1977.

  • In seguito ai controlli effettuati venivano irrogati n. 8 verbali amministrativi con relativi verbali di sequestro di n. 350 capi vari e diversi. Contestualmente agli obiettivi programmatici del progetto è stata assicurata all’Ente la fornitura della nuova Stazione Mobile allestita ad uso della Polizia Locale di Sirmione.

    Sistema di Videosorveglianza

    Il comune di Sirmione ha dotato il proprio territorio di un adeguato sistema integrato e permanente di Video Sorveglianza coerente con le più recenti disposizioni in materia di incolumità pubblica e di tutela della sicurezza urbana. Il sistema si pone come principale obiettivo la sorveglianza notturna e diurna di particolari aree definite come “sensibili”, tramite un’adeguata e capillare rete di telecamere di tipo fisso, facente capo a una o più postazioni di controllo.

    Il sistema di Video Sorveglianza tiene inoltre conto della morfologia del territorio della struttura degli edifici e del loro particolare utilizzo e della possibilità futura di estendere il sistema ad aree non prese in considerazione nella prima fase, proponendo apparati e tecnologie avanzate e affidabili che rispettano le esigenze di controllo e sorveglianza di ambienti interni/esterni che prevedono una necessaria esasperazione dei criteri di sicurezza e affidabilità.

    L’apparato si compone di 37 telecamere oltre ad un sistema denominato ANPR (Automatic Number Plate Recognition) basato su 11 apparati Selea di lettura targa distribuiti sul territorio in relazione alle esigenze operative delle Forze dell’Ordine. Il sistema di videosorveglianza integrato e condiviso diverse Forze dell’Ordine e diversi organi di Polizia Giudiziaria di varie Procure della Repubblica, ha ricevuto un importante contributo a titolo di cofinanziamento da parte del Ministero dell’Interno nel corso dell’anno 2020: FINANZIAMENTO OTTENUTO DI EURO 68.208,35

    App 1Safe

    Nel corso dell’anno 2020, è stata scaricata da n. 257 utenti ed ha complessivamente comportato n. 390 segnalazioni di vario tipo del quale si fornisce il dettaglio nella tabella che segue con una percentuale di presa in carico pari al 98,97%.

    Tra le problematiche più segnalate

    • 111 rifiuti abbandonati > presa in carico 98,20% • 40 buche in strada > presa in carico 97,50% • 36 Covid19 > presa in carico 100% • 31 segnaletica > presa in carico 100% • 26 tombini rotti > presa in carico 100% • 25 illuminazione > presa in carico 100% fino ad arrivare alle 6 richieste di assistenza e alle 3 segnalazioni di persone sospette, 1 furto, anch’esse prese in carico al 100%.

    Nuova stazione mobile

    A fine anno è entrata in servizio la nuova stazione mobile della Polizia Locale, un Renault Trafic L1H1 Zen L1 T27 dCi 120, un mezzo dalle molteplici funzioni che permette di ottimizzare le operazioni su strada in fase di accertamenti e controlli.

    Il mezzo è dotato di tre diversi vani, tra cui un vano adattato ad ufficio mobile che viene sempre illuminato per poter consentire agli agenti di operare e relazionare, sia durante i controlli notturni che diurni.

    Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/sirmione-sicurezza-e-territorio-i-numeri-della-polizia-locale/

    Lascia un commento