Sgarbi a Sirmione? «Fare il sindaco non è un hobby»

«Fare il sindaco è una cosa seria, non è un hobby, e i Comuni non sono tram sui quali salire e scendere a proprio piacimento. Proprio per questo trovo quantomeno inopportuna la possibile candidatura di Vittorio Sgarbi a Sirmione, uno dei centri più importanti della Provincia di Brescia e perla del turismo lombardo, ai cui cittadini serve un punto di riferimento da incontrare per strada e non da guardare in tv».

Lo dichiara Viviana Beccalossi, bresciana e consigliere regionale della Lombardia (Gruppo Misto), commentando la notizia dell’autocandidatura di Vittorio Sgarbi alle prossime elezioni amministrative previste a Sirmione.

«Le istituzioni – prosegue Beccalossi- vanno rispettate sempre e non possono essere utilizzate per farsi pubblicità. Vittorio Sgarbi, critico d’arte sempre apprezzatissimo, è già deputato in carica e fino a qualche ora fa occupava la carica di sindaco in un altro Comune. Negli anni, inoltre, abbiamo ormai perso il conto delle sue candidature in tutta Italia, anche in partiti diversi. Ma oggi ai sindaci è richiesto un impegno sempre più importante, praticamente h24. Sono convinta che la gente voglia un amministratore sempre presente e preparato a dare risposte ai problemi del territorio, anche quelli più piccoli. Sirmione, insomma, merita di più di un sindaco part-time» .

 

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/sgarbi-a-sirmione-fare-il-sindaco-non-%C3%A8-un-hobby-1.3295639

Lascia un commento