Santoro: il ciarpame del varietà!

Su Raiitalia, oltre a Euronews l’unico canale italiano visibile in hotel, abbiam guardato un pezzo del varietà di Santoro “annozero”. Lo chiamo varietà volutamente, perché il livello è ormai troppo basso x chiamarlo diversamente e lo definisco ciarpame x’ non trovo una parola più adeguata.
Il lungo monologo iniziale di Travaglio (l’unico ad aver diritto ad uno spazio tutto suo e del tutto scevro da interruzioni, alla faccia della par condicio) è tutto incentrato, come i 40 min successivi (poi abbiamo spento), sulla ricostruzione della dinamica che ha portato quella “santa” donna di Veronica Lario a chiedere il divorzio dal Silvione nazionale. Premesso che non me ne frega nulla del divorzio dei due, e che credo che i soldi spesi dalla x questa puntata, compresa la trasferta di una troupe a di fronte al ristorante ove Silvio ha festeggiato i 18 anni della figlia di un amico, dovrebbero esser detratti dallo stipendio di Santoro, tutto ciò premesso, voglio far solo 2 considerazioni:

– quella santa di Veronica Lario, oggi massima rappresentante della morale italiana, è la stessa che ca 10 anni fa si trombava un uomo sposato e ci faceva un figlio prima che lo stesso (ovviamente il Silvio) fosse divorziato? O mi sbaglio?

– perché Ghedini (pdl) non ha chiamato i carabinieri x interrompere il programma durante l’intervento di un tizio (ospite …) che sinceramente nn conosco ma che con accento francese ha cominciato a raccontar fatti FALSI come certificato da SENTENZE prodotte in studio dall’avv. Ghedini? X’ questo personaggio viene fatto intervenire in un programma della TV di stato, pagato dai cittadini, al solo scopo di rendere già dichiarate false in un processo penale e x le quali si è pure beccato una condanna x diffamazione? Perché? È questo forse giornalismo? O non è forse Ciarpame senza pudore?

Mah …

Link all'articolo originale: http://feedproxy.google.com/~r/icostantini/feed/~3/yIjGCIjiJ0w/