Ruba una bici elettrica, la Locale lo ferma e gliene trova una seconda

Sventato il furto di due biciclette elettriche, del valore totale di 16mila euro, grazie al pronto intervento degli agenti della di Sirmione. Il ladro, colto in flagranza di reato, è stato arrestato e condannato a un anno di reclusione con il divieto di dimora nella provincia di Brescia.

È successo mercoledì intorno alle 13, in prossimità del centro storico della penisola gardesana. Un trentenne di nazionalità rumena ha adocchiato una bici elettrica di ingente valore e, tranciata la catena che la legava a un cartello segnaletico, è salito in sella con l’intenzione di eclissarsi. Il suo tentativo è però sfumato in pochissimi secondi, perché è stato quasi immediatamente bloccato dagli agenti della presenti sul posto, coadiuvati anche da un carabiniere in licenza.

Dopo l’arresto del ladro, gli agenti hanno individuato la sua auto, una station wagon con a bordo un’altra bicicletta, pure quella rubata, una seconda trancia, un flessibile a batteria e una chiave per svitare le ruote. Le due bici elettriche, del valore di circa 8mila euro l’una, sono state così felicemente restituite ai proprietari, due turisti inglesi in vacanza sul Garda. Il malvivente è stato quindi condotto al comando della di Brescia, dove ha trascorso la notte, prima di essere processato per direttissima e condannato.

 

 

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/ruba-una-bici-elettrica-la-locale-lo-ferma-e-gliene-trova-una-seconda-1.3737118

Lascia un commento