«Pugno duro verso chiunque insulti la Polizia locale»

Mai più insulti alla Locale: il sindaco Guido Malinverno è pronto a denunciare chiunque si permetterà di gettare fango sui suoi agenti. È una presa di posizione forte quella del primo cittadino, che giunge a pochi giorni dal cruento episodio di Ferragosto: in quell’occasione due poliziotti della Locale si videro costretti a immobilizzare un ragazzo che aveva dato in escandescenze dopo essere risultato positivo all’alcol test.

Prima lui li aveva presi a pugni, ma una passante aveva immortalato solo la fine della scena, pubblicando poi il video sui social. I due agenti se la sono cavata con tre e cinque giorni di prognosi, il ragazzo, risultato poi positivo anche agli esami tossicologici, è stato arrestato con svariate accuse. La passante è stata denunciata.

Quindici giorni fa si è verificata più o meno la stessa scena, con gli agenti accusati online e in presenza di aver lasciato scappare a un controllo un soggetto poco raccomandabile. Ma, spiega il comandante della Locale Carlalberto Presicci, «sappiamo cosa facciamo: conoscevamo il soggetto. Lanciarci in un pericoloso inseguimento sul lungolago di una persona peraltro in stato di ebbrezza, avrebbe minato la sicurezza dei tanti presenti. Lo abbiamo rintracciato poi, e denunciato, a casa sua».

Ma, episodi a parte, il punto è uno: «Chiunque si permetterà di insultare la Polizia locale sarà denunciato – annuncia Malinverno -. La Locale è al mio fianco e io lo sono orgogliosamente al suo, per il grande lavoro che sta svolgendo: Desenzano è una città sicura, illuminata e che ha ridotto al minimo gli episodi criminosi. Non si sono mai fatti tanti controlli come in questo periodo. E ricordo che il comandante Presicci siede al tavolo tecnico del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica provinciale».

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/pugno-duro-verso-chiunque-insulti-la-polizia-locale-1.3499425

Lascia un commento