Progetto Torelli: traguardi, convenzioni ed arruolamenti

Il Covid19 non ha fermato il Battaglione di oltre 100 trascrittori coinvolti nel Progetto Torelli.

Un lavoro completamente digitale che viene svolto a distanza. E così alla fine del secondo anno del Progetto è stata già raggiunta una prima importantissima meta: la metà delle trascrizioni di tutti i nomi del Risorgimento.

Il Progetto Torelli, 2018–2023, che prevede in cinque anni la trascrizione di 680 mila nomi, corrispondenti a quelli di tutti coloro che dal 1848 al 1870 combatterono per fare l’Italia, è già ad un ottimo punto.

Erano già on line 240 mila nomi, quelli del Regno Lombardo Veneto ed una parte di quelli del Regno di Sardegna.

Da oggi, altri 90 mila nomi, corrispondenti a quelli di Torino, con oltre 50 mila nomi ed alla provincia “granda”, Cuneo, saranno disponibili nel database virtuale.

Se a questi 330 mila nomi ne aggiungiamo altri 35 mila già digitalizzati, di province che saranno chiuse a Settembre, il numero di nomi trascritti sale a 365 mila.

Il Piemonte contiene, per ragioni storiche, circa un terzo dei nomi dell’intero Progetto. Chiusa questa Regione, a Settembre, la strada sarà in discesa…

Letteralmente, perché si procederà, dopo la prima Capitale del Regno d’Italia, Torino, con la seconda, Firenze, fino a spingersi alla terza, Roma.

Discendendo il prossimo anno verso i Ducati di Parma, Modenail Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio.

Per ampliare la portata del Progetto verso ulteriori direzioni di ricerca  è stata recentemente siglata anche una Convenzione con la prestigiosa Accademia di Belle Arti di Firenze.

E sono in corso contatti con i Comitati Risorgimentali Emiliani e Toscani. 

Sebbene circa il 90% dei trascrittori sia costituito da studenti che partecipano al Progetto come alternanza scuola-lavoro, qualunque volenteroso trascrittore che voglia aderire a quest’opera colossale che permetterà di chiamare all’appello tutti coloro che fecero il Risorgimento, è il benvenuto.

I nostri più vivi complimenti vanno ai 50 studenti del Liceo Gonzaga di Castiglione delle Stiviere che sotto la guida della Professoressa Anita Prati hanno già ultimato le trascrizioni affidate loro per quest’anno.

Un grazie va anche ai Soci della Società Solferino e San MartinoAndrea Calebich, correttore di tutte le trascrizioni, Filippo Vecchietti e Lionello Ambrosi, che si sono cimentati nel Progetto ed ai Volontari, il piemontese Vincenzo Pavanello ed il bresciano Carlo Biatta.

Volete arruolarvi come scrivani, affinché anche il vostro nome o quello dei vostri studenti rimanga nel tempo, associato a quelli dei soldati del Risorgimento presenti nell’immenso archivio on line di questo Progetto?

Vi attende un lavoro qualificato, di pazienza e grande impegno, capace di restare nella memoria e di dare grandi soddisfazioni.

Ai trascrittori, ai ricercatori, ai visitatori dei Musei: su richiesta infatti al di Solferino, lasciando la propria e‑mail ed il proprio cognome, si riceverà il diploma del Progetto Torelli di un soldato con lo stesso cognome del visitatore.

Alcuni di loro hanno già scoperto con sorpresa ed entusiasmo, che i loro Trisavoli presero le armi per combattere per l’unità d’Italia…

Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/progetto-torelli-traguardi-convenzioni-ed-arruolamenti/

Lascia un commento