Partite le immersioni del sottomarino spagnolo Icitneu 3

Sono partite le immersioni del sottomarino spagnolo Icitneu 3, che nelle profondità del Garda va alla ricerca di notizie del mezzo anfibio americano Dukw, affondato il 30 aprile 1945 con 26 soldati americani a bordo. Solo uno di loro si salvò, mentre i corpi degli altri 25 non furono mai recuperati.

Il relitto dell’anfibio statunitense giace a 270 metri di profondità sui fondali del Garda al largo tra Riva e Torbole. L’indagine durerà fino al 4 ottobre, tempo entro il quale si tenterà di recuperare più informazioni possibili sul relitto.

L’obiettivo principale dell’operazione sarà di filmare, in qualità hd, il Dukw e la zona circostante, cercare eventuali reperti (come ad esempio il cannone che si trovava sull’anfibio) e procedere anche alla valutazione dello stato del relitto (in particolare verificando lo spessore del metallo tramite ultrasuoni). Nonché cercare di capire la fattibilità di un’operazione di recupero. I filmati realizzati durante le operazioni potrebbero diventare parte di un documentario.

Il supporto logistico all’operazione sarà garantito dalla barca dei Volontari del Garda mentre la Squadra Nautica della Polizia di Stato di Riva del Garda garantirà il supporto di superficie per la sicurezza in acqua. La spedizione è interamente pagata dalla onlus americana Promare, con la collaborazione di realtà locali quali l’Associazione Bènach, il Circolo velico, la Squadra nautica della Polizia ed i Vigili del Fuoco.

 

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/partite-le-immersioni-del-sottomarino-spagnolo-icitneu-3-1.3304848

Lascia un commento