Gente con dei problemi: Fabrizio Cicchitto

Nato a Roma il 26-10-1940, laureatosi a 22 anni in Giurisprudenza e specializzatosi poi in Economia, Fabrizio Cicchitto è uno dei personaggi meno controversi dello scenario politico italiano. Più portavoce che essere umano, alcuni biologi lo propongono da anni alla comunità scientifica come l’anello mancante tra l’uomo e il pappagallo. Altri, più prudentemente, lo classificano semplicemente come pappagallo.

Basterebbe anche solo la splendida e purtroppo breve introduzione flash del suo sito a raccontare la pochezza di un personaggio che gli amici chiamano affettuosamente “sfintere del Cavaliere” per via del suo ruolo in Forza Italia. Ma non volendo farci mancare niente andiamo avanti proprio dal suo sito che propone tra i vari programmi del partito (non c’è quasi niente di suo nemmeno sul suo sito personale!) una gustosa rassegna stampa dove troviamo articoli imperdibili come “La rivoluzione culturale di Craxi” (Cicchitto era socialista nella sua vita passata), “Quello stalinismo di ritorno” e “L’Unione Sovietica era più credibile”. Il sito è un po’ in disuso, ma c’è ancora la sezione “filo diretto con il candidato” dove, in teoria, lo si può contattare. Voglio dire, ammesso che qualcuno voglia farlo.

In quello che è una specie di blog, invece, si trovano tutti gli interventi, le dichiarazioni, le interviste…insomma, tutte le imperdibili uscite di questo parlamentare che per genio creativo è stato paragonato a Moccia. Ad ogni modo è davvero difficile scrivere un pezzo comico su una persona che si fa la satira da solo, credo che lo contatterò per protestare. Provate voi a smascherare gustose bugie nelle dichiarazioni di Cicchitto, è troppo facile! dove uno si aspetta di trovarle lì sono. Ad esempio:

Non dimenticheremo mai le condizioni in cui si svolsero le elezioni politiche nel 1996, all’insegna del caso Ariosto e della pubblicazione sul Corriere della Sera di un avviso di comparizione che fu prima comunicato ai giornali e poi all’interessato

Non è vero che lo sapessero prima i giornali (ovviamente), è stato pure spiegato più volte, ma è inutile perdere tempo per spiegarlo a Cicchitto visto che lo sa già benissimo. E continua imperterrito a mentire. In realtà chi mente è Berlusconi, dato che Cicchitto è semplicemente la seconda (terza, quarta…) bocca di Berlusconi, ma non sottilizziamo: anche lui fa parte della strategia tutta arcoriana (ma che cominciano già a copiare in giro) del dire sempre la menzogna, tanto c’è il principio di autorità a giocare a loro favore.

Ma Cicchitto non è solo questo, è anche uno dei rappresentanti dell’ala ex-socialista di Forza Italia, quelli nostalgici di Craxi per intenderci. Credevate fosse impossibile dare del socialista a Berlusconi? ma allora non avete ancora capito come ha sempre funzionato Forza Italia: si prendono dei transfughi di vari partiti orfani della prima repubblica (su tutti Psi e Dc), li si mette a libro paga, si shakera bene e si fa in modo di comandare tutto in maniera verticistica (non mi risulta abbiano ancora fatto un congresso ad oggi). Sinceramente, credete che a Mr B interessi qualcosa della posizione “ideologica” del proprio partito? tant’è che Cicchitto può scrivere un libro come “Il paradosso socialista: Da Turati a Craxi a Berlusconi” e passare pressochè inosservato. In fondo finchè fa il suo lavoro, omologo a quello che faceva Schifani (transfugo Dc) prima di diventare presidente del Senato, è solo di far girare le dichiarazioni che servono al capo. Poi il tempo libero uno se lo gestisce come gli pare.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://paguropagano.blogspot.com/2008/06/gente-con-dei-problemi-fabrizio.html

Orario biblioteca

Non capisco in base a che criterio siano stati fatti gli orari di apertura della biblioteca di Desenzano (che si trova in villa Brunati a Rivoltella).
Non ha senso chiudere alle 12,30 e riaprire alle 15. Il posto è frequentato da molte persone che vanno lì per studiare, e questo non è certo un orario molto comodo.
Non sarebbe meglio fare orario continuato? Penso che ci sia la possibilità di fare i turni per coloro che ci lavorano…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feeds.feedburner.com/~r/blogspot/HMeb/~3/316800941/orario-biblioteca.html

Test sul daltonismo

Ecco un test piuttosto articolato sul daltonismo. Di daltonismo non ce n’è un tipo soltanto. Le anormalità possono colpire più la percezione di un colore rispetto ad un altro. Questo test cerca di mettere in luce quali sono le carenze.

Naturalmente non equivale ad un test fatto da un ottico e credo che lo schermo aiuti un po’, soprattutto se si osservano i disegnini da diverse angolazioni (almeno questo vale per me). E poi il fatto che si hanno risposte multiple tra cui scegliere quella giusta può impedire di andare d’istinto. Così come aiuta il sapere che ci dovrebbe essere qualcosa. Nel mio caso, comunque, l’intuito aiuta un pochino.

Alla fine da me risultava che ho il 61% di probabilità di essere daltonico con qualche problema su verdi e rossi. Per il blu non ho problemi a quanto pare.

Ringrazio Rudi per il link.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2008/06/test-sul-daltonismo.html

Temi gratis per Keynote

Per il campo parrocchiale di quest’estate mi serve qualche tema per Keynote che richiami la macchina del tempo. Così, cercando qualcosa di gratuito su internet ho trovato questa pagina in cui se ne possono trovare due gratis. Intanto me li scarico. Se non è per la macchina del tempo, torneranno utili più avanti. Se qualcuno però avesse qualche altra fonte da consigliare, non aspetto altro.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2008/06/temi-gratis-per-keynote.html

La prova di matematica

Link all’articolo originale: http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com/2008/06/la-prova-di-matematica.html ———————Tag: Desenzano———————

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com/2008/06/la-prova-di-matematica.html

Fedeli alla linea (la linea qual è?)

Ma poi, c’è davvero bisogno di una linea? non dal punto di vista degli elettori (che gradirebbero, mi fanno sapere), ma da quello di chi deve effettivamente tenere assieme il vecchio Ulivo riverniciato. Oddio, sembro Cicchitto, facciamo che mi fermo, respiro e riprendo a capo.

Anzi no, vado avanti imperterrito e se mi riesce comincio pure una bella polemica (poi equilibrio con un post contro Cicchitto), in fondo non li ho votati proprio perchè volevano far fuori la componente “mancina”, e in parte è il tema di oggi. Per quale motivo la somma algebrica di Margherita e DS (più o meno l’opinione espressa oggi da Rutelli) deve dare per forza sinistra DC? voglio dire, c’è una spiegazione seria? non mi serve per forza uno scienziato, mi basterebbe una voce unificata che dal Loft scendesse tra noi comuni mortali e portasse il Verbo (meglio cominciare a utilizzare termini adeguati), se saranno perle ci sforzeremo di essere meno porci, promesso. E se non ce la faremo perderete qualche voto ora, ma alla lunga la chiarezza paga, perlomeno a sinistra.

Intendiamoci, anche a me piace sentirmi definire “progressista” e la “grande casa di tutti i partiti democratici mondiali” sembra davvero un posticino accogliente, ma prima o poi la differenza tra politica e letteratura va compresa. Se il PD si vuole spacciare per partito di sinistra deve stare nel Partito Socialista Europeo, non c’è molta alternativa, o quelli della Margherita non lo sanno di stare a sinistra? A un certo punto dovranno pur capirlo, e sennò che si staccassero e se ne andassero con Casini, tanto per prolungare ancora un poco la sua agonia. Seriamente, si potrebbe anche fare a meno di loro, e l’emorragia di voti la si recupererebbe in un paio d’anni (senza contare che un’alleanza per le elezioni la si può sempre fare e non cambierebbe molto da ora).

Ma non è tanto questo il motivo principale del mio rifiuto attuale per il PD (in futuro chissà, per ora mi sono iscritto alla Fondazione Daje su Facebook), quanto quell’insopportabile aria da primi della classe. Al grido di “noi siamo i buoni” si finisce per perdere, anche perchè non è solo snob ma soprattutto ingenuo: perchè non dovremmo avere con noi anche qualche “cattivo”? Perchè non possiamo avercela visceralmente con i capitalisti, i grandi ladri, i bigotti, i reazionari?. Dov’è finita l’energia che la classe operaia e i giovani trasmettevano al partito? (io sono dell’84, queste cose le ho più che altro lette in giro). Si capiva che il dialogo non lo si può assicurare sulla fiducia solo perchè “sarebbe bello”: ci sono tempi per il dialogo e tempi per la lotta, sbagliare questa valutazione significa condannarsi ad essere inefficaci, e il motivo per cui non ho votato Pd è che sapevo quale strada avrebbero imboccato, l’avevano addirittura annunciato. Ora, superati persino dalla Lega in quanto a capacità di fare opposizione, se ne accorgono anche loro proprio mentre riemergono antichi problemi che ne minano l’efficacia.

Senza contare la famosa “anima cattolica” del Pd, che come tutte le anime cattoliche il confronto tende a evitarlo il più possibile con pretese di comuni radici cristiane (cristiano a chi? vade retro) che dovrebbero far partire il supposto confronto da un punto molto vicino al loro. E il bello è che c’è ancora chi gli va dietro! voglio dire, dichiararsi anticattolici sarebbe una cazzata, ma spacciarsi per laici in certi casi è quasi un crimine. Ma dove intende andare il Pd con personaggi come Rutelli al seguito? ci sono anche personaggi maggiormente ragionevoli come la Bindi, io darei a loro le chiavi della cattolicità PD, se proprio non possiamo farla sparire (sempre tenendo conto che questo non significa diventare anticattolici). Sarebbe anche ora di schierarsi con forza su temi sgraditi alla Chiesa ma importanti per fare qualche altro passo verso una società migliore, o il PD vuole interpretare il lato (già coperto a destra) del cristianesimo più bigotto e appiattito sulle posizioni della Chiesa? un partito sinceramente progressista dovrebbe invece rivolgersi alla consistente parte di cristiani più o meno critici nei confronti del Papa (e non solo a loro, si spera).

Ma poi questi sono tutti discorsi che si scontrano con la realtà delle persone che lo dirigono, questo PD. Io ci provo anche a scrivere righe e righe su come cosa quando, meglio di me fanno tanti altri più bravi e più letti…ma poi uno pensa un attimo a chi sarebbe l’interlocutore e gli viene in mente D’Alema. Non so voi, ma a me pensare a D’Alema sfianca, mi sento come Sisifo, condannato a una pena tanto faticosa quanto inutile. I casi di Marta Meo e Scalfarotto, emersi questi giorni alla vigilia della fantomatica superassemblea, e le sporadiche rivelazioni sui minitramacci delle branche locali del PD che arrivano via Zoro sono solo l’ennesima conferma della situazione di cui D’Alema è il simbolo principe: una massa di personaggi più o meno competenti (soprattutto meno) che tiene saldamente le redini della nuova macchina da voti. Io non vedo da dentro la questione (non ditelo in giro, ma mi è venuta voglia di provare a infilarmi in qualche sezione bolognese), ma non capisco proprio come si possa uscire dal pantano. Ma sono pronto a dare una mano, giuro! dovete solo farmi capire come.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://paguropagano.blogspot.com/2008/06/fedeli-alla-linea-la-linea-qual_19.html

Versione di maturità 2008

Link all’articolo originale: http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com/2008/06/versione-di-maturit-2008.html ———————Tag: Desenzano———————

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com/2008/06/versione-di-maturit-2008.html

Una mattina all’asilo.

Sabato mattina siamo stati all’asilo di Gozzolina di Castiglione con Nicolò. L’associazione che lo gestisce aveva organizzato qualche ora di apertura straordinaria per i bambini e le famiglie interessati a conoscere il servizio.
Nico si è divertito come un matto, anche se, mi spiegava Silvy, i bambini della sua età non hanno ancora il concetto della […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feeds.feedburner.com/~r/Icostantini/~3/315392169/

Firefox 3 fa il botto

Voleva entrare nel guinness dei primati come maggior numero di download in 24 ore, l’obiettivo era 5 milioni, obiettivo ampiamente raggiunto e superato. Infatti Firefox 3 è stato scaricato ieri e l’altro ieri sera da più di 8 milioni di persone. quota già arrivata a 11 e passa, anche se fuori tempo massimo.
Un grandissimo successo per chi si è opposto al monopolio della microsoft, che poi per salvarsi ha dovuto copiare, vedi explorer 7 copia spudorata di Firefox. Un browser innovativo e sicuro.
Non ce l’avete ancora? Scaricatelo da QUI!

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feeds.feedburner.com/~r/blogspot/HMeb/~3/315394389/firefox-3-fa-il-botto.html

L’arte dello striscione…

Che bello rivedere gli striscioni sugli spalti negli stadi di calcio. Eccone un paio troppo divertenti apparsi nella partita con la Francia durante questo Campionato Europeo 2008 (nel primo mi sa che c’è lo zampino bresciano …molti della nostra provincia stanno seguendo la nazionale vista anche la vicinanza geografica alla Svizzera e Austria).
Purtroppo con […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://marcorizzini.wordpress.com/2008/06/19/larte-dello-striscione/