Casa, dolce casa

Rieccoci a casa. La vacanza continua qui per tutta la settimana nel relax più completo: piscina, lago e tanti tanti giochi.
ps: uso le accentate dall’iPhone con wordpress. È uscito l’atteso aggiornamento che dovrebbe risolvere il bug. Mo vediamo.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://feeds.feedburner.com/~r/Icostantini/~3/356150999/

Via alla raccolta firme per il «Parco del Garda»

Le associazioni rilanciano dopo il grido d’allarme di Legambiente Alto Lago.Una legge di iniziativa popolare per la costituzione di due parchi regionali in Lombardia e in Veneto. È questa la proposta di alcune associazioni ambientaliste che stanno i…

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://sosgarda.blogspot.com/2008/08/via-alla-raccolta-firme-per-il-parco.html

L’Italia ratifica il Trattato di Lisbona

Giovedì scorso 31 luglio il Parlamento Italiano con l’approvazione alla Camera ha ratificato il Trattato di Lisbona, vale a dire il trattato di riforma dell’Unione Europea che ne modifica le regole di funzionamento.
Sono contento che l’Italia l’abbia ratificato perché sono convinto che, come si dice in gergo, TINA (There Is No Alternative), ovvero non c’è alternativa […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://garda2o.wordpress.com/2008/08/05/litalia-ratifica-il-trattato-di-lisbona/

WE ARE THE CHAMPIONS Rock With Us

Sabato 9 agosto penultimo appuntamento di Musical on stage con il ritorno della Musical Theatre Company in “We are the champions…Rock with us” (musiche dei Queen, regia di Pia Sheridan). Lo spettacolo si ispira a We Will Rock You musical stile opera rock basato sulle travolgenti canzoni dei Queen che ha debuttato al Dominion Theatre […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=513

QUATTRO PASSI NEL FIUME Mostra itinerante sul paesaggio e sull’acqua del Sarca

La mostra temporanea Quattro passi nel fiume propone diverse esperienze per avvicinarsi all’ecosistema fluviale, per approfondire la conoscenza del paesaggio, tra memoria e contemporaneità nelle due diverse location dell’Antica Fonte delle Terme di Comano e del Villino Campi di Riva del Garda. L’allestimento si compone di una ventina di oggetti curiosi tra i quali la […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=295

RITI DI PASSAGGIOPercorsi dedicati all’adolescenza

Riti di Passaggio è una serie di proposte per ragazze e ragazzi dai 17 ai 23 anni, un percorso dedicato al periodo di profonda trasformazione che è l’adolescenza. L’iniziativa è dell’Associazione Giovani Arco, e si terrà dal 18 agosto fino alla conclusione del 13 settembre. Un percorso esperienziale, fisico simbolico e psicologico di cinque […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://www.gardablog.it/?p=512

Biketour in val Venosta

D-u torna alla grande su tutti i blog con le sue nuove avventure e questa volta è in compagnia. Constatato che in fondo a Bolzano è tutto in ordine ha deciso di prendersi un giorno di vacanza per un po’ di allenamento con i suoi due compagni R-u e Ch-u. Fu così che il trio optò per l’altro ieri (sabato) un biciclettata.

Alle 7 di mattina R-u e D-u zompano in piedi e si organizzano per la biciclettata, comprando panini e sistemando tutto negli zainetti. Alle 8 sono in stazione e si accorgono che il treno delle 8 non c’è di sabato così prendono quello delle 8.30, raggiungono Ch-u a Merano e con un altro treno arrivano infine a Malles per le 11.

La partenza è in salita. A dire il vero la strada resta ripida per un altro pezzo. Adesso che ci penso sembra che sia tutta salita fino al lago di Resia, ma la vista dalle sponde rialzate di questo laghetto artificiale con tanto di campanile semi sommerso è davvero speciale.

Ch-u ha dimostrato qualche difficoltà perché non aveva la superpozione di cui si erano dotati gli altri due campioni. La pozione, trafugata ad uno scienziato pazzo di nome Despar, contiene succo di kiwi + mela + 10 vitamine (di numero) per metà della borraccia, e altre due metà di acqua perché non diluito fa quasi ribrezzo, ma non c’era altro in casa prima di partire. Non che diluito fosse molto meglio…

E dunque, in compagnia di pozioni succose, biciclette e mosche così deficienti da andarsene solo se grattate via dalla mano una volta spiaccichiate sul palmo, i nostri eroi arrivano appunto al lago di Resia per l’una, mangiano i panini rimasti/comperati (Ch-u per compensare la mancanza di pozione se li era mangiati per strada) ripartono. Meta finale: Merano.

D-u indossa ora una bellissima bandana rossa del campo scuola infradiciata di acqua. Ch-u invece gira ormai senza maglietta e R-u è l’unico a mantenere un briciolo di dignità.

La strada è di nuovo in salita. Quando ormai D-u si era quasi convinto che le strade in Alto Adige fossero tutte in salita, indifferentemente da che verso le si prendano, ecco un discesa. Ma che discesa! Per la prima volta D-u raggiunge la soglia del suono, superando i 60 km/h con la mountain bike. Un sacco di moscerini invece per la prima volta nella loro breve vita sono morti andandosi a spappolare a caso sulla faccia di D-u e dei suoi compagni (vorrei ricordare che Ch-u era senza maglietta).

La strada ora è un sali e scendi continuo fino a stabilizzasi in una lieve ma costante salita in mezzo ad un mare di meli e mele, due delle quali non giungeranno mai a completa maturazione, dopo aver attratto un po’ troppo l’attenzione di Ch-u e D-u. R-u che invece non si è fermato a mangiare le mele ha avvisato che poco più avanti, dopo una breve salita ovviamente, c’era una fontana.

Vittime delle risa di quattro bambini tirolesi scatenate dalla natura italiana dei nostri eroi, i tre ciclisti hanno affogato la tristezza nell’acqua gelida. La pozione era ormai finita. Motivati dal count down di Ch-u che ogni dieci chilometri annunciava quanto rimanesse da percorrere, i tre protettori di forti, potenti e persone senza problemi, giunsero a Foresta, frazione di Merano, forse più nota per la denominazione tedesca Forst forse ancora più nota per la birra ivi prodotta, la Forst appunto. Là non poterono passare senza prima essersi fermati a bere e mangiare qualcosina (Strudel, Sacher e da bere Radler) e brindare ai 100 km percorsi nel bellissimo e grandissimo Biergarten.

Con le utlime forze (ed erano davvero le ultime, credetemi!) si trascinarono a Merano City dove delegarono alle linee ferroviarie locali il loro trasporto fino a casa.

Piccole considerazioni personali di D-u:
– voglio vedere domani per la camminata come faremo…
– ho gli avambracci scottati, ma la pancia è bianca come al solito.
– entro la fine dell’estate non riuscirò a fare andare via il segno del braccialetto.

Trovate parecchie foto sul mio account Flickr.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2008/08/biketour-in-val-venosta.html

Lunario della musica

Link all’articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2008/08/lunario-della-m.html ———————Tag: Desenzano———————

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://blog.gigitaly.it/2008/08/lunario-della-m.html

Ignazio, Ignazio…

Oltre ai delinquenti, agli stupratori, a chi fa furti e rapine, sono contrari alla presenza dei militari per garantire la sicurezza solo i post sessantottini
Quando qualcuno dice che questa è un’operazione di facciata o di propaganda dice una cosa poco seria. Questi uomini sono in carne ed ossa e non hanno alcuna intenzione di incutere […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://blog.zuin.info/?p=824

Facebook vs. StudiVZ

Non so se il blog da cui ho tratto quest’informazione vuole rimanere ancora nell’anonimato o meno. In ogni caso, riporto sul mio la notizia secondo la quale Facebook accusa StudiVZ insieme ad altri social networks di aver copiato in maniera spudorata il servizio che offre. Nell’occhiello dell’articolo di Hardware Upgrade si legge:
“I legali del popolare sito di social networking Facebook all’attacco contro alcuni cloni nati un po’ ovunque. Ora nel mirino il sito tedesco StudiVZ da 10 milioni di utenti.”

Non so se vi sono stati altri tentativi di sistemazione più pacifici. Penso ad esempio ad un acquisto o unione tra le due reti o la creazione di ponti tra account situati nei vari servizi-copia di Facebook.
Ma in fondo all’utente cosa cambia? Beh, da un lato sapevi che su StudiVZ tutto è in tedesco e che tutti gli altri membri possono comprenderti nella tua lingua madre. StudiVZ ha creato anche dei paralleli in altre lingue anche se non hanno lo stesso successo come nella madrepatria.

Di svantaggioso è la ristrettezza del bacino d’utenza del network, visto che predilige solo tedescofoni allemannoglotti.
StudiVZ, come si deduce dal nome, richiedeva inizialmente che i membri fossero studenti. È ovvio però che nessuno resta studente a vita e cosa se ne fa di un account su StudiVZ quando ha finito di studiare? Finge? Forse. Sta di fatto che il network ha dato luogo anche a MeinVZ ampliando così il potenziale pubblico.

Adesso vedremo se a questione risolta gli utenti ne trarranno vantaggi e nel caso quali. Io tanto ho un account per social network e molti degli amici che ho da una parte sono anche nell’altra. Magari potrò togliere un link dalla mia barra dei preferiti.

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://danielcolm.blogspot.com/2008/08/facebook-vs-studivz.html

Attenzione agli Spyware

Mi è capitato in questo periodo di dover mettere mano ad alcuni PC di amici e conoscenti disperati per aver subito danni dovuti a spyware. Quando cominciano ad apparire strane finestre all’avvio del PC significa che la frittata è fatta.
Purtroppo in questi casi vale molto il motto prevenire è meglio che curare. Noto un […]

Se vuoi leggere l’articolo originale, copia questo link:
http://marcorizzini.wordpress.com/2008/08/04/attenzione-agli-spyware/