Omicidio Fantoni: «A casa dell’indagato abiti sporchi di sangue»

«A casa dell’indagato abbiamo trovato e sequestrato gli indumenti sporchi di sangue che erano stati portati nella lavanderia di casa pronti per essere lavati e che indossava dopo il delitto come si vede dalle immagini delle telecamere di sicurezza»: lo ha detto il comandante della compagnia dei carabinieri di Desenzano Massimo Cicale parlando del fermo di Andrea Pavarini, accusato del delitto della 39enne Francesca Fantoni, trovata senza vita a Bedizzole.

«Non ci sono ammissioni di responsabilità di alcun genere. Non ci sono confessioni» ha detto il comandante provinciale Gabriele Iemma.

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/omicidio-fantoni-a-casa-dell-indagato-abiti-sporchi-di-sangue-1.3452183

Lascia un commento