Nuove presentazioni al Vittoriale degli Italiani

Amori segreti si ritrovavano e si congiungevano, scriveva nella Novelle della Pescara, e nell’Allegoria dell’autunno: “Instauriamo e restauriamo la vita antica e nuova”. Sulla scorta di queste suggestioni, dopo cinque anni di lavoro, ricerca e catalogazione, i beni presenti nel solaio del Vittoriale sono stati finalmente restaurati grazie al contributo della Fondazione Comunità Bresciana. Stufe-gioiello, mobili, selle, opere d’arte e oggetti personali donati e acquistati, e lì stipati prima di decidere se e dove collocarli, erano rimasti cristallizzati nel tempo a partire dalle 20.05 di quel primo marzo 1938 in cui il Poeta morì improvvisamente nel suo studio. Ora vengono esposti al pubblico nel nuovo allestimento della mostra permanente D’Annunzio segreto, curato da Angelo Bucarelli, che è stato presentato al pubblico in occasione della festa “D’Annunzio ritrovato”.
 
Oltre alle opere riportate alla luce, la festa è stata anche l’occasione di presentare quanto svolto negli ultimi mesi, tra nuovi progetti, donazioni, acquisizioni e recuperi. L’Assessore alla Cultura della   sarà infatti presente per inaugurare il restauro delle Vallette e della Serra, realizzato grazie ai finanziamenti regionali. Queste inaugurazioni fanno parte del progetto ideato dal Presidente  e denominato Riconquista, che prevede entro l’inizio del 2021 – centenario del Vittoriale – l’apertura o la riapertura di ogni area, con nuovi servizi e nuovi spazi museali.
E ancora, tutte le iniziative legate alle celebrazioni del Centenario dell’impresa di Fiume, il Servizio Civile Nazionale e le donazioni di nuove opere, il tutto in una giornata di apertura gratuita del Parco della dimora dannunziana. 
Alla manifestazione era presente anche Daniela Tisi, consigliera del ministro dei Beni culturali per le reti museali, che ha apprezzato il lavoro svolto in questi anni da GardaMusei, di cui il Vittoriale è capofila.

Un pò a sorpesa l’assessore all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli, ha annunciato al presidente della Fondazione del Vittoriale, Giordano Bruno Guerri, che l’assessorato interverrà concretamente, stanziando i fondi necessari, per la copertura delle sedute dell’anfiteatro del Vittoriale, con il marmo rosso veronese.

“Si tratta di un impegno significativo, nell’ordine di circa 500.000 euro – ha spiegato l’assessore – che rimarrà nella storia perché così lo volle l’architetto Giancarlo Maroni nel progetto originario”.

“Il mio assessorato – ha concluso Galli – sarà sempre dalla parte di chi gestisce con intelligenza, grandi capacità, in maniera virtuosa e autonoma, realtà museali come quella guidata dal presidente Guerri che rappresenta un modello da imitare”.






Link all'articolo originale: http://www.gardanotizie.it/nuove-presentazioni-al-vittoriale-degli-italiani/

Lascia un commento