Nubifragio

FotoTutto era pronto, mancavano due minuti ala salita sul palco dei ragazzi dell'orchestra e si è scatenato il finimondo: un vero e proprio nubifragio.

Proprio un attimo prima avevo dato istruzioni precise su cosa fare in caso di pioggia e sono servite: in pochi istanti sono stai messi al coperto strumenti, microfoni, computers, amplificatori e fari.

E' stata anche una gara di solidarietà tra gli amici del pubblico che si sono affrettati a collaborare, chi spostando sedie e chi staccando cavi.

Il solo danno è la perdita del telone che faceva da sfondo che è stato strappato completamente da un vento furioso e monsonico.

Un briciolo di amarezza rimane perchè c'erano volute cinque ore di lavoro con una squadra di 6 persone per allestire lo spazio, perchè il cortile del comune era già pieno e c'erano quindi le condizioni perchè lo spettacolo fosse al meglio delle capacità dei ragazzi e della resa scenica.

Alla fine ci si consola con il fatto che non è accaduto nulla di grave ( e con quelle raffiche di vento poteva anche accadere!) ci siamo inzuppati ma gli strumenti erano subito all'asciutto, in fondo abbiamo registrato ancora una volta un grande affetto del pubblico e l'immediato passaggio dal dire al fare per rendersi utili.

Luisella Girardi, l'assessore alla cultura, era davvero dispiaciuta perché si era impegnata fortemente per realizzare questo concerto, perché era venuta a vederlo a Concesio e sapeva di fare qualcosa di bello e utile. Ma c'è poco che si può fare in casi del genere se non aspettare che la bufera passi e certamente troveremo una nuova data per rifare "Il Viaggio".    

Link all'articolo originale: http://blog.gigitaly.it/2012/07/nubifragio.html

Lascia un commento