Non abbiamo vinto!

Ma questo poi già lo sapevo.

Oggi presso il Municipio di Capannori (LU), in Piazza Aldo Moro, ci sarà la conferenza relativa alla graduatoria finale del Premio nazionale dei "Comuni a 5 stelle", giunto alla sua seconda edizione. Promosso dall’Associazione dei Comuni Virtuosi in collaborazione con Città del Bio e con il patrocinio e il sostegno di diversi soggetti istituzionali e partner aziendali, ha mostrato quest’anno grande vitalità e concretezza, grazie ai 38 enti locali che hanno deciso di aderire al bando presentando, complessivamente, oltre 150 progetti.

Suddivisi per 5 categorie (gestione del territorio, impronta ecologica, rifiuti, mobilità sostenibile, nuovi stili di vita), più una menzione speciale per i progetti più originali, i progetti sono stati analizzati con grande cura e passione da una giuria composta da alcuni dei massimi esperti del settore: per citarne solo alcuni Maurizio Pallante, Francesco Gesualdi, Michele Buono. Il Premio assoluto è andato al Comune di Ponte nelle Alpi (BL).
Alla conferenza stampa di venerdì sarà presente e premiato il sindaco di Cassinetta di Lugagnano (MI) Domenico Finiguerra, impossibilitato a presenziare alla Cerimonia di premiazione di domenica 7 settembre, che si terrà presso il Parco comunale a partire dalle ore 16.00. Alla manifestazione sono stati invitati a partecipare tutti i comuni iscritti al Premio (compreso, ovviamente, San Felice) e i comuni soci dell’Associazione Comuni Virtuosi, oltre a tutti i cittadini interessati a conoscere più da vicino alcune delle migliori esperienze in campo ambientale messe in campo da diversi enti locali italiani.

Questa la graduatoria con le relative menzioni

"Nella categoria "gestione del territorio" la vittoria va al Comune di Cassinetta di Lugagnano (MI), per aver approvato un Piano Strutturale Comunale a crescita zero, prima esperienza assoluta del genere in Italia.

Nella categoria "impronta ecologica" la vittoria va al Comune di Correggio (RE), per la quantità, diversità e complessità delle azioni intraprese, nonché per i risultati raggiunti (certificazione EMAS, Scuola in bio-edilizia, riqualificazione pubblica illuminazione, impianti fotovoltaici su edifici pubblici, mense scolastiche bio).

Nella categoria "rifiuti" la vittoria va al Comune di Monte San Pietro (BO), per l’attivazione del sistema di raccolta differenziata porta a porta, per i risultati conseguiti e per l’impegno nella complessiva riduzione dei rifiuti. Una menzione speciale in questa categoria va al Comune di Capannori (LU), per aver adottato l’opzione zero rifiuti come strategia di qui al 2020 e per i risultati già oggi conseguiti nella raccolta differenziata porta a porta. Per le politiche messe in campo miranti alla riduzione alla fonte dei rifiuti.

Nella categoria "mobilità sostenibile" la vittoria va al Comune di Morbegno (SO), per l’attivazione di buone prassi ormai consolidate, che si inseriscono in una progettualità più complessiva di gestione equilibrata del territorio.

Nella categoria "nuovi stili di vita" la vittoria va ex-equo ai Comuni di San Miniato (PI) e Gorgonzola (MI), per aver attivato percorsi concreti e inclusivi, a partire dal contesto scolastico, mirando ad una maggior consapevolezza dei comportamenti quotidiani di ognuno al cospetto della Terra e dei popoli che la abitano.

La giuria ha inoltre deciso di assegnare una menzione speciale dedicata ai progetti risultati più originali, per questo vengono segnalati i Comuni di Olivadi, San Vito sullo Ionio e Cenadi (CZ) per il progetto "Sole, ambiente, risparmio”, il Comune di Castelbuono (PA) per il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti per mezzo di asini, il Comune di Torraca (SA) per l’installazione dei LED su tutta la pubblica illuminazione.

Tra le amministrazioni oltre i 50.000 abitanti, la giuria assegna una menzione speciale al Comune di Padova, per essersi dotato di un Piano energetico comunale all’avanguardia, nell’analisi dei consumi e nelle soluzioni messe in campo per la drastica riduzione degli stessi.

Il vincitore assoluto 2008 risulta essere Ponte nelle Alpi (BL), per aver presentato progettualità di eccellenza in tutte e cinque le categorie del premio, dimostrando di agire con una strategia davvero complessiva, finalizzata ad una sostanziale riduzione dell’impronta ecologica del territorio."

E’ stato bello partecipare. Spero solo che la prossima amministrazione decida di fare lo stesso. Non aderire a questa iniziativa sarà un’occasione perduta.

BlogBabel: Comuni-a-5-stelle, Capannori, Marco-Boschini, Decrescita

Link all'articolo originale: http://blog.zuin.info/?p=850