Night & estorsioni, la condanna: «Papaleo agì da mafioso»

Quello che non sembrava in primo grado, è risultato evidente in appello. Nella gestione dei night nella zona del Basso Garda qualcuno ha agito con metodo mafioso.

Ovvero Giuseppe «Pino» Papaleo, crotonese trapiantato sul lago di Iseo, e condannato per estorsione a sei anni e otto mesi. Meno tempo da trascorrere dietro le sbarre rispetto a quanto stabilito in primo grado dove la condanna era stata di otto anni, ma il peso del provvedimento risulta più pesante.

L’accusa era quella di aver minacciato i proprietari di due locali notturni gardesani «ostentando – si legge agli atti – la sua fama criminale e dicendo che ove non avesse incassato il denaro richiesto non avrebbe consentito di aprire e di condurre i locali».

Link all'articolo originale: https://www.giornaledibrescia.it/garda/night-estorsioni-la-condanna-papaleo-ag%C3%AC-da-mafioso-1.3367975

Lascia un commento